PIOMBINO: PIU’ IMPORTANTE LA «POGGIO AI VENTI-SAN ROCCO»

Le 3 strade a confronto

Si parla sempre della Fiorentina-Salivoli, almeno da 30 anni. Ma c’è una possibilità, più economica e più corta a livello chilometrico e sicuramente più realizzabile in tempi brevi, che sembra proprio non voglia essere considerata dai nostri amministratori: la Poggio ai Venti-San Rocco. Nella immagine si vedono le due strade a confronto. La più breve e quella proposta da Enrico Nannini insieme ad un gruppo di oltre 300 concittadini piombinesi.

«Qualche mese fa – commenta Nannini – la IV Commissione Consiliare bocciò la possibilità di far arrivare in Consiglio Comunale una petizione con 330 firme autenticate secondo quanto indicato dallo Statuto Comunale. Giovedì 9 giugno il Consigliere Riccardo GELICHI presenterà in Consiglio Comunale quella petizione che chiedeva uno studio di fattibilità per un eventuale ingresso ad Ovest della Città tramite la Poggio ai Venti San Rocco  (al fine di verificare se è migliore della Fiorentina Diaccioni)».

Nannini riassume in breve i motivi per cui è preferibile l’opzione da loro proposta:

1) la Poggio ai Venti – San Rocco costa meno della Fiorentina Diaccioni ed è più corta, (vedere cartina allegata);

2) toglierebbe piu’ traffico dalla strada attuale perché è più raggiungibile dalla città;

3) è più panoramica , (non si vedono le acciaierie, anzi , per andare al porto di Salivoli passando dai Diaccioni si vede poco o niente; passando da Via della Pace o Via Bachelet si vede tutto il Canale di Piombino;

4) può essere un ulteriore porta d’ingresso per il parco del promontorio (Strada–Parco con sentieri nuovi annessi, adesso non esiste la dorsale EST-OVEST del parco;

5) raggiunge più facilmente l’Ospedale di Villa Marina (o ,viceversa, il ventilato futuro Ospedale di Riotorto)

6) non appesantisce la costa e Lungo Mare Marconi, (che sta franando);

7) è più usufruibile dal turista- ciclista (difficile che passi da una galleria);

8) è, attualmente, meno sottoposta a speculazione.

«Non si può scegliere la Poggio ai Venti–San Rocco perché senno si rompe un equilibrio politico. Dov’è la logica urbanistica qui non lo so. E’  una proposta buona ma fuori tempo massimo perché è già prevista la Fiorentina-Diaccioni. Quindi anche se la scelta è sbagliata ed i lavori sono di là a venire bisogna andare avanti a tutti i costi? Si chiede Nannelli».

Da un sondaggio effettuato da Nannelli quattro anni fa da Nannelli, il 50% preferisce la Poggio ai Venti San Rocco, il 35% la Fiorentina Diaccioni; 3% ipotesi 15 (Morticino – Diaccioni).

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.6.2011. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “PIOMBINO: PIU’ IMPORTANTE LA «POGGIO AI VENTI-SAN ROCCO»”

  1. Dario

    Mamma mia quante strade !!!!
    Mamma mia che progetti!!! Anche la galleria ….. o forse traforo ?
    Rimango basito !!!! o meglio davanti ai progetti mormoro “oooooooooooo che bello”…….
    Certo che con la bocca la gente ne fa di progetti..!!!
    Ma per favore, non riusciamo nemmeno a tenere in ordine le strade esistenti figuriamoci se riusciamo a costruirne di nuove !!!
    Parole parole parole, parole parole parole soltanto parole parole per noi!!!!
    Meglio così, inutile consumare altro territorio per inutili opere che rimarranno cattedrali nel deserto…

  2. Riccardo Gelichi

    COMUNE DI PIOMBINO
    Provincia di Livorno
    Gruppo Consiliare Misto

    Piombino, 01/04/2011

    Al Sig. Sindaco
    Al Presidente del Consiglio Comunale
    del Comune di Piombino
    S E D E

    La presente sostituisce la Mozione con lo stesso oggetto da me presentata in data 21/03/2011

    OGGETTO: Presentazione ai sensi dell’art. 39 del Regolamento delle Attività del Consiglio Comunale, di una Mozione in merito alla proposta per una eventuale viabilità di collegamento fra il nucleo abitato di Fiorentina e la località S. Rocco, come avanzata nella petizione di numero 318 cittadini residenti.

    MOZIONE

    IL CONSIGLIO COMUNALE

    PREMESSO:
    Che in data 19. 11. 2010 è stata presentata all’Amministrazione Comunale una petizione su “Viabilità di accesso a Piombino” firmata da 318 cittadini per proporre, in alternativa alla strada Fiorentina – Ghiaccioni, un tracciato ritenuto meno costoso e di più facile fattibilità che considerasse la Località S. Rocco, in luogo di quella dei Ghiaccioni;

    VISTO:
    Che detta petizione è stata esaminata dalla 4° Commissione Consiliare, e che la stessa, pur sottolineando la piena legittimità dell’iniziativa, ha ritenuto di non sottoporre a questo Consiglio argomenti già oggetto di ampio dibattito tenuto in sede di formazione del Piano Strutturale;

    RITENUTO:
    Che la motivazione addotta dalla 4° Commissione non sia supportata da elementi tali da rifiutare la richiesta di 318 cittadini, finalizzata a promuovere una discussione in questo Consiglio su un argomento di estrema rilevanza;

    RICORDATO:
    Che nel Protocollo d’Intesa recentemente firmato dal Sindaco di Piombino, dalla SAT S.p.A. e dalle rappresentanze istituzionali, nel merito del prolungamento della Statale 398, all’art. 1 di ciò che si conviene relativamente alle opere da eseguire, si legge che la SAT S.p.A. si impegna a mettere a disposizione dell’Amministrazione Comunale, un contributo finanziario di € 20 Ml. al fine di consentire la realizzazione di interventi di miglioramento della viabilità comunale di accesso alla Città;

    CONSIDERATO:
    Che nei programmi urbanistici del Comune di Piombino, il miglioramento della viabilità comunale di accesso alla Città, è idealmente demandato alla strada Fiorentina – Ghiaccioni, che è a tutt’oggi l’unica presente nella pianificazione urbanistica in possesso dell’Amministrazione;

    VALUTATO:
    Che la cifra di 20 Ml. di euro di cui al succitato protocollo, è chiaramente insufficiente alla realizzazione della strada Fiorentina – Ghiaccioni, e che potrebbe risultare più coerente per il tracciato Fiorentina – S. Rocco, come proposto dai firmatari della petizione;

    RITENUTO OPPORTUNO:
    Garantire concretamente una seconda viabilità per l’accesso alla Città che sia alternativa alle quattro corsie della 398 fino a Viale Unità d’Italia, come risulta ormai dalla rinuncia dell’originale tracciato;

    VISTO:
    Che l’Amministrazione Comunale ritiene il Protocollo d’Intesa di cui sopra, valida garanzia di quanto in esso contenuto e, in particolare, ritiene di poter disporre delle risorse finanziarie che la SAT S.p.A. ha promesso per il miglioramento della viabilità comunale, sottoscrivendolo;

    RITENUTO QUINDI:
    Che, nell’ipotesi che dette risorse siano effettivamente erogate, si possa finanziare un tracciato per il secondo accesso alla Città come quello proposto dai firmatari, in alternativa alla Fiorentina – Ghiaccioni;

    INVITA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE:
    A valutare attentamente la petizione in oggetto e il relativo tracciato come proposto dai firmatari;
    invita altresì l’Amministrazione Comunale a considerare le valutazioni economiche come accennate nelle premesse e, tramite la propria struttura tecnica, ad esprimere un giudizio di fattibilità di quanto proposto.
    Invita comunque l’Amministrazione Comunale a predisporre, nelle more della disponibilità finanziaria di cui al Protocollo d’Intesa, e a prescindere dalle coperture finanziarie in genere, una strumentazione urbanistica che configuri entrambe le soluzioni ( Fiorentina – Ghiaccioni e Fiorentina – S. Rocco).

    Il Consigliere del Gruppo Misto
    RICCARDO GELICHI

    La mia è una proposta basata sull’analisi dello stato delle cose che conosciamo, non governo la città e non faccio annunci di cambiamenti epocali. Sulla necessità di una seconda strada d’accesso per Piombino sono invece fermamente convinto e questo tracciato ci mette al riparo dalle eventuali speculazioni edilizie, giustamente temute da molti cittadini. E’ un’ipotesi da valutare con attenzione, un saluto.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 27 giorni, 21 ore, 48 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it