AMERINI: MAI VISTE LE BOZZE DISTRIBUITE DAL «COMITATO» SU BARATTI

Il consigliere comunale Giampiero Amerini

Cresce l’imbarazzo per la vicenda “Baratti”, e così dopo il sito del Residence di Poggio all’Agnello che vende una spiaggia che ancora non è stata assegnata, incontri partecipati in cui il Comitato “Giù le mani” si lamenta della poca chiarezza e degli omissis delle presentazioni, l’uscita di bozze del piano particolareggiato consegnate “solo” ad alcuni consiglieri comunali che stravolgono lo stato del Casone, si apprende anche dalla stampa che quest’ultimo è  stato rimesso in vendita dalla società che lo aveva comprato pochi anni fa. Ma cosa sta succedendo a Baratti?

Riportiamo un intervento di Giampiero Amerini sulla vicenda delle bozze del piano particolareggiato:

«L’argomento più attuale, e ampiamente dibattuto sulla stampa locale, è sicuramente il parco archeologico di Baratti e Populonia. Le osservazioni e le risposte, sul Piano Particolareggiato, spesso anche eccessivamente polemiche, sono, insomma, all’ordine del giorno e hanno ormai coinvolto le forze politiche, le associazioni, l’amministrazione comunale e molti cittadini. Fra tutti gli interventi, riportati fedelmente dai quotidiani locali, mi hanno interessato in modo particolare quelli che parlano della documentazione fornita ai consiglieri comunali. Secondo quanto affermato dal comitato “Giù le mani da Baratti”, alcuni mesi fa sono state distribuite ai consiglieri comunali “schede già predisposte dal comune nelle quali vengono descritti singoli interventi previsti dal Piano Particolareggiato”. Lo stesso Comitato afferma, inoltre, che la bozza del Piano Particolareggiato che è stato pubblicato su internet non è stato consegnato ai consiglieri. A seguito di una smentita dell’assessore Francardi il Comitato, non solo ribadisce con forza quanto affermato chiedendo di rendere pubblici i documenti, ma invita lo stesso Francardi a dimettersi.

Preso atto di quanto sopra esposto e considerato che al sottoscritto, consigliere comunale e membro della IV commissione consiliare, non sono state consegnate le schede citate dal comitato “Giù le mani da Baratti”, ma è stata consegnata solo una modesta bozza del Piano Particolareggiato di Baratti e Populonia;

Visto che la bozza del Piano è stata consegnata ai membri della IV commissione nella riunione tenutasi il giorno 8 ottobre 2009, che è stata l’unica convocata per la presentazione del Piano Particolareggiato di Baratti;

Desidero essere informato su quanto segue:

1)  Se le schede suddette sono state consegnate solo a una parte di consiglieri e, in questo caso, perché la stessa documentazione non è stata fornita al sottoscritto.

2)  Nel caso, come affermato dall’assessore, che i documenti divulgati dal comitato sono in realtà bozze e appunti dei tecnici che hanno collaborato alla stesura del piano, come sono finiti fuori dagli uffici e se c’è stata responsabilità di qualcuno.

3) Desidero sapere, inoltre, se si tratta di documenti riservati e in questo caso quali azioni    l’amministrazione intende attivare.

Chiedo risposta scritta e verbale nel prossimo consiglio comunale.

Giampiero Amerini
Futuro e Libertà per l’Italia

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.12.2010. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “AMERINI: MAI VISTE LE BOZZE DISTRIBUITE DAL «COMITATO» SU BARATTI”

  1. Graziella Guglielmi

    Caro Giampiero, ti meravigli ancora? Non sarebbe la prima volta che i consiglieri di minoranza (o di quasi opposizione), non vengono tenuti informati sui programmi dellAmministrazione. Ma al di là della pessima forma gestionale e della inesistente democrazia, la cosa che più dovrebbe preoccupare è questa “vendita” frammentata a privati della nostra spiaggia. Capiamoci bene, non è un bene privato del quale l’Amministrazione può disporre e non è possibile vendere una concessione. Già è vergognoso destinare un pezzo della spiaggia di NOI TUTTI a chi già è stato gratificato a sufficienza, ora anche la ciliegina sulla torta!! Ma che scherziamo!? Io, come te, sono rimasta un capellino perplessa. Ma di questo problema quell’altra specie di opposizione rappresentata in Consiglio,cosa dice? Fammi sapere e continua a scrivere per tenerci informati, sono tanti i cittadini disgustati da tutto quello che stanno facendo. Saluti. Graziella Guglielmi

  2. Giampiero Amerini

    Cara Graziella, ho smesso di meravigliarmi da molto tempo, stai tranquilla. Per quanto riguarda le bozze non sono state consegnate a nessuno, può darsi che qualcuno sia riuscito ad averle … o chissà per quale motivo (…) gli sono state date o, insomma, ne è venuto in possesso. A noi della IV commissione e ai capigruppo è stata consegnata la bozza del Piano particolareggiato: per il momento non lo abbiamo ancora discusso. Vediamo cosa mi rispondono: io un’opinione me la sono fatta, e se ho visto giusto non è simpatica. Per quanto riguarda la vendita, o concessione a privati della spiaggia, ho già espresso la mia contrarietà. Per il momento tutti negano che ciò possa avvenire, anche per questo appena in possesso di qualcosa di sicuro stai tranquilla che ci interverrò. Per quanto riguarda quella che definisci “quell’altra specie di opposizione”, non spetta a me giudicare, ma ai cittadini elettori. Io ho da pensare per me, che in questo momento, anche per il cambio del nome al gruppo, non è che faccio quanto vorrei, e forse quanto dovrei. Ricambio il saluto. Giampiero Amerini

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 19 giorni, 17 ore, 54 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it