«GIOVANE» E’ ANCORA UN VALORE AGGIUNTO IN POLITICA?

Il neo segretario del PD Valerio Fabiani

Pubblichiamo una risposta dei “giovani” di Comune dei Cittadini al “giovane” segretario del PD Valerio Fabiani che ha recentemente espresso sulla stampa alcune riflessioni. Ad eventuali repliche sarà data la stessa visibilità.

«Dopo le esternazioni del “giovane” segretario del PD Valerio Fabiani – inizia il comunicato – e l’intervento del giovane architetto Massimo Cionini, può essere utile ricordare l’arroganza con la quale molti politici, in campagna elettorale, dileggiavano i giovani candidati “dall’antipolitica”, come la chiama il segretario Fabiani, ma votata e sostenuta da migliaia di persone. “Giovane” però, di per sé, non è necessariamente un valore aggiunto e, se non supportato da una mentalità  aperta e indipendente, può addirittura tramutarsi in un problema.

Ricordiamo a Fabiani che gli investimenti sul territorio che i comuni prevedono o acconsentono, tranne che per qualche tecnico, non puntano affatto sull’occupazione di personale laureato, che anzi si vede assunto a condizioni penose, ad esempio nelle cooperative sociali.  Ciò avviene anche perché  le politiche territoriali del Pd non creano prospettive per noi giovani. Dalla Val di Cornia i laureati sono costretti a fuggire.

Ricordiamo a Fabiani che se puntassimo di più sulla ricerca, sull’innovazione tecnologica, sull’archeologia e il turismo culturale, sui servizi e sull’agricoltura di qualità, non solo porremmo le basi per una competitività di lungo periodo fondata sulla sostenibilità e sull’identità del territorio, ma daremmo anche lavoro a qualche laureato in più!

In un contesto di crisi strutturale è quindi non solo opportuno, ma necessario discutere se a Casone, Caldanelle, Populonia ci debbano stare centri commerciali e alberghi o se si debba puntare a valorizzare ancora di più un parco archeologico famoso in tutto il mondo. Questo, Fabiani, è prima di tutto business, economia e tutela delle risorse insieme. Lo stesso vale per il grave conflitto fra San Silvestro e le cave a Monte Calvi, e vale per Rimigliano dove si prevedono un nuovo albergo e 17.000 mq. di seconde case nei poderi a poche centinaia di metri dal mare!

Voi pensate al turismo balneare quando invece occorre destagionalizzarlo perché le coste a luglio-agosto sono già al collasso e per farlo occorre puntare non su ulteriore cemento per altri vacanzieri estivi, bensì su cultura, paesaggio, gastronomia, fruibili in molti periodi.

Altri 6000 metri cubi al parcheggio di Caldanelle, spiagge private a Baratti, albergo di lusso al Casone, parte del golfo di Baratti distrutti dall’erosione e a rischio frane, Rimigliano che diventa un villaggio turistico diffuso, Torre Mozza scomparsa, grandi impianti energetici nelle campagne a consumare suolo agricolo e a incentivare la chiusura delle aziende agricole, assenza di ripristini ambientali nelle cave, altri capannoni un po’ ovunque, nuove case anche quando non servono, recupero edilizio solo a chiacchere.  Questo è il caotico quadro della situazione.  Dunque bisogna stare dalla parte di chi” investe bene”, puntando su uno sviluppo selettivo e non composito come stanno facendo le attuali amministrazioni, su programmi di ampio respiro e non sul profitto rapido. Il governo taglia risorse. Non aiutiamolo – concludono – compromettendo quelle che abbiamo».


Il gruppo giovani di Comune dei Cittadini
22 novembre 2010

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.11.2010. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 4 giorni, 8 ore, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it