AL RIVELLINO CELEBRAZIONI DELLA BATTAGLIA DI PIOMBINO CON GIANNI CUPERLO

Un impegno a combattere le guerra ed ogni forma di sopraffazione, alla ricerca della verità storica e nella difesa della memoria. E’ il messaggio che la Città di Piombino vuole trasmettere nel celebrare il 67° anniversario della Battaglia di Piombino.

Questo primo episodio resistenziale è stato alla base della motivazione per la quale al Comune è stata consegnata nel 2000 la medaglia d’oro al Valor Militare dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, il quale ha fatto pervenire al sindaco e alla città una lettera di augurio in occasione del decimo anniversario dalla consegna del riconoscimento.

Ad aprire il programma delle celebrazioni, venerdì 10 settembre alle 17,30 alla Galleria d’Arte Agorà in via Ferruccio sarà l’inaugurazione della mostra “Uniformi, materiali e immagini della battaglia di Piombino”. Verranno esposte uniformi dei corpi d’arma e dei partigiani che parteciparono alla battaglia. In particolare verrà esposta la bandiera della Brigata Garibaldi conservata dal Comune fin dall’immediato dopoguerra e recentemente restaurata, mentre la famiglia di Nerio Signorini ha messo a disposizione la camicia rossa delle brigate garibaldine ed altri indumenti che indossava al momento della morte Nerio, il giovane partigiano piombinese ucciso a soli 23 anni, il 25 giugno 1944.

In mostra anche alcuni dipinti realizzati in Toscana verso la fine della guerra da Ludwig Mactarian, sergente della V.a Armata USA, originario di New York e a Piombino nel giugno 1944. I dipinti sono conservati presso la Army Art Collection degli USA, scoperti recentemente, verranno presentati per la prima volta in Italia da Niccolò Tognarini.

La mostra sarà visitabile solo sabato e domenica, dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 24.

Sabato 11 alle ore 11 vi sarà l’apertura della mostra fotografica di Domenico Finno “Celebrazioni della battaglia di Piombino dal 1974 al 1983”, dove sarà possibile vedere anche alcune immagini delle manifestazioni a cui parteciparono Pietro Ingrao e Nilde Iotti, mentre alle ore 17 presso il Rivellino si svolgerà il premio “Vincenzo Rosano” quest’anno dedicato a “I giovani e la società contemporanea”. Alla premiazione sarà presente la figlia, Eleonora Rosano.

La cerimonia ufficiale di celebrazione della Battaglia di Piombino si svolgerà invece domenica 12 settembre e vedrà la partecipazione dell’on. Gianni Cuperlo. Alle ore 9,15 è previsto il ricevimento delle Autorità e delle delegazioni presso il palazzo comunale; alle ore 9,30 la celebrazione della Messa in memoria dei Caduti presso la concattedrale di Sant’Antimo; alle ore 10,30 presso il Rivellino consegna dell’Emblema Araldico al Gonfalone della Città di Piombino da parte dell’Istituto del Nastro Azzurro l’Ente morale nazionale tra decorati al valor militare, e, a seguire, la celebrazione ufficiale con gli interventi del sindaco di Piombino Gianni Anselmi e dell’on. Gianni Cuperlo.

Seguirà il corteo per le vie del centro alle ore 11,30 con la Banda A. Galantara e la deposizione della corona d’alloro al monumento dei Caduti in piazza della Costituzione alle ore 12.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.9.2010. Registrato sotto cultura, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 11 ore, 46 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it