OK AL PROGETTO DEFINITIVO PER LE DUNE IN COSTA EST

Via libera al progetto definitivo per la sistemazione del sistema dunale del golfo di Follonica. L’ok è arrivato dalla Conferenza dei servizi  riunita in Provincia

Il progetto definitivo per il ripristino morfologico del sistema dunale e retrodunale del golfo di Follonica, nel tratto compreso tra Torre del Sale e Carbonifera, ha ricevuto il via libera dalla Conferenza dei servizi, che si è riunita oggi, in Provincia, per raccogliere i giudizi degli enti interessati.

Ha espresso parere positivo la Parchi Val di Cornia, presente alla riunione. Avevano, invece, già trasmesso il proprio consenso  la Sovrintendenza  ai Beni architettonici e paesaggistici di Pisa e Livorno, la Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Toscana, anche per il parere archeologico, e l’Agenzia del Demanio. Per gli altri enti coinvolti in assenza di una espressione diretta è stato dato per acquisito il parere positivo.

“Si tratta di un risultato molto importante – ha dichiarato il presidente della Provincia Giorgio Kutufà – per il quale l’Amministrazione Provinciale ha lavorato con grande impegno. Lo dimostra anche l’approvazione del progetto senza particolari prescrizioni da parte degli enti preposti alla tutela paesaggistica e archeologica del territorio”.

Il progetto, che la Regione Toscana ha inserito nell’elenco delle priorità per il recupero del litorale, prevede interventi innovativi realizzati con tecniche di ingegneria naturalistica.

Lo scopo è quello di  intervenire su circa sei km di sistema dunale e retrodunale per ripristinare le dinamiche ecologiche naturali dell’area. A tal fine saranno impiegati principalmente materiali vegetali vivi o biodegradabili che garantiranno un miglior risultato in termini ambientali. Sarà, invece, ridotto al minimo indispensabile l’utilizzo di materiali strutturali. Ciò consentirà di limitare anche la manutenzione e il costo delle opere.

Il ripristino ambientale mira, inoltre, al riequilibrio della vegetazione presente. In questa direzione vanno le azioni che prevedono l’eliminazione delle piante infestati e la piantumazione delle specie autoctone.

Una parte del progetto è dedicata agli interventi diretti ad una corretta fruizione dell’area. Saranno, quindi, realizzati dissuasori, passerelle in legno e corda e un sistema di sentieri, con percorsi protetti, che consentirà ai visitatori di attraversare le dune senza causare danni.

Le opere avranno un costo complessivo di circa un milione e mezzo di euro, finanziato dalla Regione  con i fondi previsti dal Piano Regionale di Gestione Integrata della Costa, che affida alla Provincia l’attuazione degli interventi. Dopo l’ok della Conferenza dei servizi, il progetto dovrà ora  ricevere la definitiva approvazione della Giunta Provinciale che darà il via alla progettazione esecutiva.

L’inizio dei lavori è previsto per il prossimo anno.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.8.2010. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 16 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it