CAMPIGLIA: ADO GRILLI DA LE DIMISSIONI DA CONSIGLIERE COMUNALE

Il Consigliere comunale della lista “Comune dei Cittadini” di Campiglia Marittima lascia la carica di consigliere comunale. Lo succederà Giacomo Spinelli. Pubblichiamo con l’occasione integralmente la sua lettera per approfondire un tema, quello dell’impegno civico, che viene trattato con passione da Ado Grilli.

«Con la presente chiedo siano accolte le mie dimissioni dalla carica di Consigliere comunale. E’ un atto programmato fin dal momento delle elezioni del 6 e 7 giugno 2009. Avevo dato – allora – la mia disponibilità a far parte della lista “ Comune dei cittadini” per darle forza e per portare la mia esperienza, politico-amministrativa, maturata attraverso tanti anni di impegno nel quale ho sempre messo passione, ideali, valori. Le preferenze ricevute dagli elettori – che ringrazio ancora – mi hanno imposto il dovere di non lasciare immediatamente a favore di uno dei giovani che hanno costituito e costituiscono il valore aggiunto della lista. Ho concordato, con il gruppo, un percorso che permettesse, nel rispetto della volontà degli elettori, di utilizzare la mia esperienza per consolidare e strutturare la coraggiosa e necessaria scelta fatta. In questo anno credo che l’obiettivo sia stato raggiunto.

La lista è diventata una realtà largamente diffusa tra i cittadini del nostro Comune. Grazie ad essa è cresciuta la partecipazione dei cittadini. E’ stata aperta anche una sede, nel centro storico. Abbiamo mantenuto l’impegno di periodiche assemblee pubbliche per informare i cittadini del nostro lavoro. Siamo organizzati in gruppi di lavoro, per approfondire e sviluppare i problemi di interesse pubblico. In due di questi gruppi sono presente ed attraverso essi continuerò a portare il mio contributo alla lista nella quale ho creduto e credo profondamente. Abbiamo, infatti, dimostrato, nel rispetto degli impegni presi, che siamo persone che credono ancora che la buona politica sia lo strumento per interessarsi dei problemi della gente; della legalità, della giustizia sociale, del rispetto dei diritti, dell’ambiente, dei beni comuni, in primo luogo l’acqua. A differenza di quanto accadeva nella passata legislatura, oggi in Consiglio si discute. L’auspicio è che la qualità del confronto cresca e porti a compiere scelte più aderenti agli interessi generali.

Al riguardo ho cercato, insieme agli altri due consiglieri della lista, di dare un contributo importante. Mi ha fatto piacere il voto congiunto, con Campiglia Democratica, su temi fondamentali del nostro vivere: l’integrazione e la sicurezza; il registro delle dichiarazioni per il testamento biologico; l’omofobia. E l’accordo su altre importanti tematiche riguardanti la pace ed il ruolo delle autonomie locali. Con la nostra azione che – anche se dall’esterno del Consiglio – continuerò a sostenere, abbiamo indicato il futuro che immaginiamo per i nostri cittadini; uno sviluppo basato sulla valorizzazione dell’identità del nostro territorio: le attività produttive, il patrimonio storico, i luoghi in cui viviamo, troppo spesso minacciati da scelte che rischiano di omologarci e d’impoverirci. C’è, al riguardo, tanto da fare, come ha dimostrato la discussione durante l’approvazione del Regolamento Urbanistico e le polemiche che si sono susseguite.

Decisiva è stata la partecipazione e la vicinanza dei giovani, a sostegno della nostra lista alla quale Rifondazione Comunista e Sinistra Democratica hanno dato un contributo importante, senza porre vincoli di natura partitica. Per questo ritengo giusto il gesto che sto compiendo e che sarà senz’altro compreso ed apprezzato anche da coloro che mi hanno eletto. Creare le condizioni di un avvicendamento a favore di un altro giovane che si aggiungerà alla brava Eleonora, per maturare un’esperienza utile al futuro. Aver contribuito a far rinascere in questi giovani, che continuano a seguirci attivamente, il gusto della Politica con la P maiuscola è un grande risultato. Ed è anche per questo, senza retorica ma con convinzione, che chiudo questa mia lettera di dimissioni – oltre  ad un saluto ed un augurio di buon lavoro al Sindaco, alla Giunta ai consiglieri comunali, ai dipendenti tutti – con un messaggio di speranza. Con una poesia: “ l’intenzione del seme “ che, durante la campagna elettorale, avevo scoperto su un quotidiano e che era stato collocata sulla foto dei componenti la lista Comune dei Cittadini:

” Se non ci sono stati i frutti
è stata utile la bellezza dei fiori.
Se non ci sono stati i fiori
è stata utile l’ombra delle foglie.
Se non ci sono state le foglie
è stata utile l’intenzione del seme”. »

Il consigliere comunale

( Aldo Grilli )

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.6.2010. Registrato sotto politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 19 ore, 39 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it