CAMPIGLIA: ANCORA BOTTA E RISPOSTA TRA COMUNE E LISTA CIVICA

Continua il Botta e risposta tra l’amministrazione comunela guidata dal sindaco Rosanna Soffritti e la lista civica Comune dei Cittadini guidata da Massimo Zucconi. Riportiamo i due comunicati e a seguire un altro comunicato sulla nomina alla SEFI della commercialista piombinese Laura Baroni.

IL MONDO E’ FATTO DI GENTE NORMALE?

«Ormai è assodato. Il Comune dei Cittadini tiene un comportamento che viene ad esso naturale: quello di attribuire a qualcuno cose che non ha mai detto o che non ha detto in quei termini, solo per la necessità di emergere o cercare un contrasto sempre e comunque.

Intanto è bene chiarire una volta per tutte che alle interpellanze presentate viene data risposta dettagliata e per iscritto, verificabile da tutti e ogni volta. Una cosa è dire che non si è d’accordo con una posizione, un’altra è dire che le risposte non sono state fornite o non sono esaurienti perchè ciò non corrisponde al vero.

Poichè peraltro in queste risposte scritte, forse non si trovano sufficienti motivi per un attacco politico, allora si passa alla fantasia o alla libera rielaborazione di ciò che viene detto durante i consigli comunali o altrove.

E’ falsa l’affermazione che si è già fatto un regolamento urbanistico unico, perchè questa è la prima volta: una cosa è fare una pianificazione coordinata un altra è fare un piano unico.

Per quanto riguarda le proposte, richieste o comunque le si vogliano chiamare le istanze che vengono dai cittadini in occasione di un appuntamento importante come quello della pianificazione, ribadisco ciò che ho già detto in consiglio: la nostra pianificazione prescinde dalle istanze private, nel senso che la pianificazione è un disegno nuovo ed organico della città che tiene conto solamente di criteri generali e sviluppa le idee con un progetto elaborato in completa autonomia.

Ho anche detto che è naturale che queste giungano agli uffici, perchè questo è sempre accaduto e sempre accadrà. Siamo in un paese libero, le buone amministrazioni ascoltano e dialogano con i cittadini e non impediscono l’arrivo di alcuna istanza.

Ritengo, in generale, che ascoltando si capisce sempre di più che stando chiusi in una stanza senza sapere cosa succede fuori. Non tutti i cittadini sono architetti o ingegneri ai quali è chiara la differenza temporale e tecnica fra un’istanza e un’osservazione. Il mondo è fatto di gente normale. Bisogna che il Comune dei Cittadini lo accetti».

Rossana Soffitti
sabato 9 gennaio 2010

_____________________________________________

«DOVRANNO ABITUARSI ALLA DEMOCRAZIA»

«Comune dei cittadini, contrariamente a quanto afferma il Sindaco, non cerca lo scontro, ma solo democrazia, trasparenza e verità.   Se ne dovranno fare una ragione.

Nell’interpellanza sul Regolamento Urbanistico, oltre a denunciare ritardi e interpretazioni contrarie alle leggi, avevamo posto una precisa domanda: se si stavano esaminando proposte  immobiliari  durante la sua elaborazione.

Per scritto il Sindaco non ha fornito nessuna risposta, come chiunque può accertare.  Verbalmente, come del resto fa nella sua replica, ha sostenuto “che è naturale che queste giungano agli uffici” e che “le buone amministrazioni ascoltano”.

Dunque avevamo capito bene. Faccia uno sforzo di trasparenza e ci dica quali sono le proposte presentate, se le stanno esaminando e con quali esiti.

Quello che il Sindaco finge di non capire è che non è in discussione il sacrosanto diritto di tutti i cittadini di far sentire la propria voce, ma il modo in cui lo si fa.

Perché una cosa è dire pubblicamente (cosa che il Comune non ha mai fatto) che chiunque può presentare proposte immobiliari durante l’elaborazione del piano e che queste saranno tutte valutate, alla luce del sole.  Altra cosa è decidere di esaminare quelle che le “buone amministrazioni non impediscono” di presentare.

Noi preferiamo seguire quello che prevede la legge: il Comune pubblichi subito la proposta di Regolamento Urbanistico, dica che chiunque può presentare proposte e osservazioni per migliorarlo e che tutte saranno esaminate alla luce del sole motivando i si e i no.

Solo così il Regolamento non sarà solo cosa per gli addetti ai lavoro. Forse si accorceranno anche i tempi.  Di sicuro ne trarrà vantaggio la trasparenza.

Campiglia M.ma 10 dicembre 2010
Gruppo Consiliare Comune dei Cittadini

______________________________________

LAURA BARONI NEL CONSIGLIO DELLA SEFI

A causa di un contrasto fra atti interni del comune, in particolare dello statuto e delle linee di indirizzo per le nomine nelle società era stata sospesa relativamente alla SEFI la nomina del consigliere d’amministrazione Barbara Del Seppia che, come ha sottolineato il sindaco anche in consiglio comunale “ rispondeva a criteri di professionalità, di rappresentanza dell’ente nella società e, per ultimo, di economicità, perché un assessore non percepisce indennità aggiuntiva”. In attesa degli approfondimenti degli uffici e dell’approvazione della finanziaria che in prima stesura conteneva norme relative alle nomine, il sindaco aveva appunto decretato una sospensione. “Tale sospensione – chiarisce il sindaco – contrariamente a quanto affermato da altri, non fa decadere il consiglio di amministrazione che rimane funzionante con gli altri membri”.

Avendo oggi raccolto tutti gli elementi per valutare, si è provveduto a sostituire l’assessore con un altro consigliere. “La scelta è andata alla dott. Laura Baroni – annuncia il sindaco – laureata in economia e commercio, giovane e  stimata commercialista venturinese. Anche gli altri organi della società sono stati rinominati per intero a norma di statuto. Sono stati confermati il dott. Angiolo Fedeli e il dott. Leonardo Carolini in qualità di presidente”.  Soffritti precisa che alcuna incompatibilità è mai esistita per quest’ultimo perché non è nominato dal Sindaco di Campiglia in nessun altro ente. Carolini svolge in altri enti semplicemente l’attività professionale di revisore dei conti nominato dalle competenti assemblee. “Nessun fermo si è avuto quindi all’attività della società SEFI – afferma il sindaco – che ha iniziato molto bene il suo lavoro con un piano per il 2010 che prevede il consolidamento delle iniziative tradizionali dell’area fieristica accanto a progetti culturali e di promozione molto importanti”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.1.2010. Registrato sotto politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 11 ore, 48 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it