ANSELMI: GRANDI NOVITA’ IN AUTUNNO PER PIOMBINO

Il Sindaco di Piombino Giani Anselmi

Il Sindaco di Piombino Giani Anselmi

A distanza di alcuni mesi dalle elezioni amministrative 2009 abbiamo intervistato il Sindaco di Piombino Gianni Anselmi su tutte le novità che vedremo in citta a partire dall’autunno. Leggiamo insieme la prima parte di questa intervista che per la sua lunghezza sarà divisa in due articoli distinti.

Cosa l’ha colpita, a due mesi di distanza dalle elezioni, della passata tornata elettorale?
Mi ha colpito la civiltà del confronto, che non è stato sempre un tratto della passata legislatura dal mio punto di vista. L’ho vissuto come un fatto positivo. Il largo consenso ottenuto dalla cittadinanza mi ha colpito molto perché la precedente legislatura é stata una legislatura di scelte, e più si sceglie, più si rischia.
Evidentemente lo spirito del lavoro proposto è stato colto e il progetto complessivo di città è stato condiviso dai cittadini. Perché questi risultati elettorali non sono più scontati. Nessuno “regala” più niente a livello elettorale, come si è potuto vedere anche in altri comuni, e non c’è più un automatismo ideologico al voto. Serve un forte contatto con la comunità, sopratutto nelle amministrative, e condividere le idee e i progetti in campo. Questi, sono patti non scritti con i cittadini.

Per quanto riguarda le accuse di Amerini sull’elezione dei presidenti delle commissioni elettorali?
Posto che non ho seguito molto questa questione, mi sono sembrati attacchi strumentali. In questa fase si è cercato di trovare punti di equilibrio e di partire con una legislatura dove sulle rappresentanze e gli assetti consiliari ci fossero spazi per tutti e non fosse questo terreno di polemica. Considerando che ci sono in consiglio tre gruppi unipersonali, difficile far quadrare al meglio tutti gli equilibri, ma Amerini sa che ciascuno ha fatto del suo meglio affinché questo sia potuto avvenire.

Viabilità: Lavori terza corsia, futura 398, facciamo il punto della situazione.
Tutti i tempi dei principali cantieri cittadini sono stati rallentati dalle piogge di questo inverno, costringendoci poi arrivata l’estate a limitare l’impatto dei cantieri sulla viabilità.
Siamo abbastanza avanti con il cavalca-ferrovia di Via Flemalle. Contiamo di completarlo in autunno. La parte viaria della terza corsia dovrebbe essere completata entro novembre. E’ prevista anche la schermatura dello stabilimento con il rifacimento del muro di confine Lucchini con una pannellatura ornamentale che sarà pronta per la fine di dicembre. La ditta attualmente è in ferie, ma il cantiere non sta creando nessun tipo di impedimento alla circolazione. Quando sarà pronta la rotatoria delle terre rosse sarà aperto tutto il tratto e rimossi tutti i newjelsey. Subito dopo riapriremo il cantiere della Sol, che risolverà definitivamente i problemi di Via della Pace e del Poggetto. Sarà ripavimentata Via della Capriola come tutta la Via provinciale del Cotone, fino a Via del Capezzolo. Sarà realizzata anche una rotatoria dentro la Lucchini. Piogge permettendo i lavori saranno conclusi per la fine dell’autunno.

Sulla 398 sono state confermate tutte le volontà politiche, e, proprio in questi giorni c’è stata la pronuncia del CIPE per utilizzare il materiale di scarto prodotto a Piombino come sottofondo stradale per l’autostrada tirrenica. E’ stato inoltre affidato alla SPEG una società di progettazione, il progetto definitivo dell’autostrada tirrenica, compreso “Lotto 0” e 398. Da delibera della SAT questo dovrebbe essere pronto entro otto mesi. Speriamo quindi di rispettare l’impegno, assunto insieme e confortati dal ministero delle infrastrutture con i cittadini, di tentare di aprire i cantieri entro il 2010.

L’unico vero nodo progettuale da risolvere è l’attraversamento dello stabilimento per il Rischio industriale. Andrà realizzata una istruttoria sul rischio industriale e trovare le soluzioni migliori per risolvere il problema. Questa deve essere fatta il prima possibile per rientrare negli otto mesi previsti per la realizzazione del progetto definitivo.

Stiamo comunque parlando di un progetto che sia completo. Che porti al porto di Piombino, ma che svincoli l’area della chiusa per lo sviluppo della cantieristica e della nautica in quel comparto. Che svincoli le aree IRFID, quindi le aree produttive nell’entro terra previste nei piani urbanistici e che consenta di raggiungere il Porto di Poggio Batteria che abbiamo in animo di mettere in gara il prima possibile.

Per quanto riguarda le novità si Città Futura e PIUSS?
Siamo nel pieno di questa fase. Abbiamo avuto due conferenze tecniche sul nostro PIUSS, che è stato valutato ammissibile al finanziamento, l’istruttoria dice che le opere sono tutte finanziabili con un piccolo taglio di 1.8 milioni di euro (presentati 40 milioni di opere). Sapremo se il PIUSS sarà finanziato a fine settembre, ma siamo tra i comuni la cui quasi totalità dei progeti sono stati presi in considerazione. Se la regione da l’OK al progetto, abbiamo da preparare i progetti definitivi entro sei mesi. Sarà una sfida difficile per il comune anche in termini di risorse organizzative.

Stiamo risolvendo anche la bonifica di Città Futura. Il progetto è andato in conferenza dei servizi in Luglio e manca solo l’ultimo passaggio nella conferenza decisoria che ci sarà in settembre. Speriamo di avere licenziato dal ministero dell’Ambiente entro settembre il progetto di bonifica di Città Futura, che come opera è finanziato con i fondi nazionali destinati alle bonifiche. Abbiamo contemporaneamente “stimolato” la Lucchini a portare a compimento la progettazione del nuovo cantiere Siderco. E’ in via di rilascio l’autorizzazione alla realizzazione del nuovo impianto. Il SUAP è in dirittura di arrivo manca solo un parere dell’ARPAT. E la Lucchini in settembre-ottobre dovrebbe fare l’appalto. Contiamo nella metà del 2010 di avere libera l’area dalla Lucchini. Spostamento Siderco e avvio della bonifica sono propedeutici al PIUSS.

Giuseppe Trinchini

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 14.8.2009. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 0 giorni, 15 ore, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it