CAMPIGLIA M.MA: AL VIA IL FOTOVOLTAICO DA 5 MILIONI DI EURO

Un impianto fotovoltaico

 

Un impianto fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico

Presto un impianto fotovoltaico da 5 milioni di euro sorgerà a Campiglia Marittima. Il cantiere aprirà infatti a settembre e i lavori termineranno entro pochi mesi. Il progetto “Macchialta” – questo il suo nome – ha ottenuto l’autorizzazione alla costruzione lo scorso novembre, rilasciata dalla Provincia di Livorno, raccogliendo i pareri favorevoli di tutti gli enti interessati, a cominciare dal Comune di Campiglia, in prima linea nello sviluppo delle energie rinnovabili a basso impatto sull’ambiente.

 

 

L’impianto fotovoltaico “Macchialta”, di elevata potenza, sarà realizzato nel campo pozzi di ASA SpA che si trova, appunto, in località Macchialta, nel Comune di Campiglia Marittima. La sua potenza sarà pari a 1.284 Kw, per una produzione netta di 1.600.000 Kwh all’anno: pertanto si tratta di un progetto fotovoltaico fra i più potenti finora approvati da Palazzo Granducale. Più che notevole il beneficio ambientale previsto: ben 870 tonnellate di CO2 evitate ogni anno. L’impianto, che occuperà uno spazio molto limitato (poco più di 2 ettari) grazie all’utilizzo di materiali ad hoc e all’attuazione delle tecnologie costruttive più all’avanguardia, verrà costruito in un’area – il campo pozzi di Macchialta – priva di vincoli paesaggistici.

In qualità di azienda multiservizi che persegue gli obiettivi di valorizzazione integrata delle risorse energetiche sul territorio, ASA SpA, alle sue attività tradizionali di Gestore del Servizio Idrico Integrato e delle reti gas, affianca ancora una volta quella relativa alla conduzione di progetti per lo sviluppo di energie rinnovabili: attualmente, l’impegno sulle rinnovabili rappresenta difatti la terza linea di business aziendale, in costante crescita.

Il progetto “Macchialta” è il frutto della cooperazione fra l’Ufficio Energie Rinnovabili di ASA SpA, che ha condotto tutte le attività di sviluppo autorizzativo in sede regionale e provinciale, e Prodef Srl, azienda di Perugia, che ha curato tutti gli aspetti tecnici relativi alle fasi di progettazione.
L’investimento finanziario per la realizzazione dell’impianto – investimento finanziario che non è a carico di ASA SpA – sarà pari a circa 5 milioni di euro: know–how e capitali saranno messi a disposizione dalla Genergy SpA, società per le energie rinnovabili promossa da Confindustria di Arezzo.

I vantaggi del fotovoltaico? L’energia solare è una forma di energia pura, rinnovabile e inesauribile. Gli impianti fotovoltaici non fanno rumore, non producono scorie e non incidono sull’ambiente in modo irreversibile. Hanno costi di manutenzione inferiori rispetto a tutte le altre fonti energetiche e sono “modulari” poiché possono essere ampliati a seconda delle esigenze, aumentando così la propria capacità produttiva.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 5.8.2009. Registrato sotto scienza_tecnologia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 22 ore, 47 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it