PIOMBINO: QUATTRO ARRESTI PER DROGA

Con l’emissione da parte del GIP del Tribunale di Livorno,dr.ssa Paola CAPORALI, di quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di un giovane piombinese e di tre cittadini extracomunitari, irregolari sul territorio nazionale, si è conclusa una lunga operazione per il contrasto e la repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini, condotte dal personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Piombino, coordinate e dirette dal Sostituto Procuratore della Repubblica dr. Massimo MANNUCCI, giungono a coronamento di una più ampia attività investigativa, conclusasi nel novembre 2008, con l’arresto di 8 persone e la denuncia in stato di libertà di altre 10.

Durante la predetta attività emergevano ulteriori responsabilità da parte di un giovane commerciante Piombinese, nonché di tre cittadini extracomunitari, che incuranti del loro status di clandestino, avevano preso stabile dimora in questo Comune, riuscendo a tessere una importante e proficua attività di spaccio di eroina e cocaina.

Sin dall’inizio dell’attività di P.G., si percepiva che il giovane Piombinese, L. M. di anni 38, aveva fatto dello spaccio di stupefacenti del tipo eroina, la seconda attività lavorativa, presumibilmente per ripagarsi delle spese sostenute per soddisfare il proprio stato di tossicodipendente.

L’indagine, supportata da appostamenti, pedinamenti, nonché intercettazioni telefoniche, permetteva di accertare come il giovane prediligesse acquistare l’eroina da alcuni cittadini extracomunitari abitanti nella periferia della città di Pisa. Veniva altresì accertato che il ragazzo era solito acquistare poche decine di grammi di eroina ogni volta, al fine di avvalersi del suo status di tossicodipendenza qualora fermato dalle Forze dell’ordine, riuscendo così “a scampare” all’arresto.

I continui viaggi in quel capoluogo, nonché i riscontri sulla “piazza” Piombinese, hanno fatto però emergere la sua proficua attività di spaccio.

Più complesso e difficoltoso è stato poter dimostrare l’attività illecita dei tre marocchini, R. H. di anni 23, M. A. di anni 33 e E. A. di anni 32, che grazie al loro status di clandestinità cambiavano continuamente luogo di soggiorno nonché le utenze telefoniche che con estrema difficoltà venivano nuovamente reperite e poste sotto controllo. Anche in questo caso i pedinamenti ed appostamenti, soprattutto in orari notturni, hanno permesso agli uomini della Squadra Anticrimine del Commissariato di Piombino, di giungere a dipanare la rete imbastita dai tre immigrati tesa all’acquisto e allo spaccio della cocaina, nella “piazza” Piombinese.

Il sequestro di grammi ottanta di cocaina, avvenuto nel dicembre 2008, a seguito di un viaggio da parte di uno dei corrieri di R. H. e M. A., nonché il sequestro di altri 50 grammi di cocaina ed il conseguente arresto di R. H. hanno fatto si di avvalorare l’ipotesi investigativa, identificare tutti i soggetti facenti parte del gruppo malavitoso ed il ruolo rivestito nell’attività criminale nonché identificare i numerosi assuntori della sostanza, come minuziosamente riportato nella suddetta Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere.

Nel corso delle indagini sono stati recuperati grammi 10 di eroina e circa 200 grammi di cocaina.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.7.2009. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 6 ore, 36 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it