PALLANUOTO PIOMBINO: ”C” SIAMO!

Per la prima volta in vent’anni di storia, la Pallanuoto Piombino raggiunge la promozione in serie C. Dopo un campionato a tratti esaltante, abbiamo fatto quattro chiacchiere con l’allenatore della squadra, Federico Ercolini, per capire i segreti e le prospettive di questo gruppo di ragazzi che ha portato in alto il nome della città di Piombino.

Per la prima volta in vent’anni di storia la Pallanuoto Piombino raggiunge la serie C. Come ci si sente ad aver vissuto questa impresa a suo modo storica per lo sport piombinese?

La gioia di quando si ottengono questi risultati , diventa difficile da spiegare a parole. So solo che ci è voluto tanto lavoro e con calma, siamo riusciti ad ottenere questa incredibile promozione…. ed ora ce la godiamo!

Quali sono stati i punti di forza di questa squadra? E cos’è cambiato rispetto agli anni precedenti?

Il punto di forza è stato sicuramente il gruppo. Gruppo che ha iniziato circa 8 anni fa nella categoria “esordienti” e da quel momento, è stato un continuo susseguirsi di risultati positivi. Ogni anno abbiamo aggiunto qualche “pedina” importante , fino ad arrivare a quest’ultimo campionato, dove sono rientrati a far parte della rosa , giocatori che hanno fatto la storia di questo sport. Si sono rimessi in gioco e con una serietà invidiabile hanno fatto sacrifici per ritornare ad un forma fisica incredibile. Grazie al sodalizio tra giovani emergenti e “vecchietti” di grande esperienza siamo riusciti a creare un bellissimo gruppo vincente che ha portato questo risultato.

Quali sono le prospettive per il prossimo anno? Come affronterete un campionato difficile come quello di serie C?

Le prospettive del prossimo anno sono quelle di poter fare del nostro meglio . Senza acquistare giocatori, contando solo sulle nostre forze. Sappiamo delle difficoltà che incontreremo, ma prenderemo questa partecipazione come un’esperienza che va provata almeno una volta nella vita e se , casomai ci riuscisse, una bella salvezza sarebbe ben accetta da tutti.

Lei ha vissuto tutta la storia di questo sport nella nostra città. Crede che si potrebbe fare qualcosa in più per promuoverlo al livello delle discipline più “famose” e praticate?

Penso che purtroppo , la pubblicità maggiore , come al solito, venga dai media e se la Nazionale non tornerà a vincere qualcosa di importante, il nostro reclutamento sarà abbastanza difficile. I tifosi che seguono il nostro sport a questo livello , non sono altro che genitori e amici quindi sperare in una grossa pubblicità , o un passaparola lo vedo abbastanza improbabile. Certo questa vittoria un po’ farà parlare di questo sport nella nostra città ma non sarà mai abbastanza.

Perché consiglierebbe ad un giovane di scegliere la pallanuoto?

Perché è uno sport di squadra che aiuta a vivere bene in gruppo, con il rispetto delle regole. E’uno sport duro , non violento, dove ci vuole costanza e determinazione negli allenamenti, si impara ad accettare la sconfitta e si gioisce nelle vittorie insomma un po’ come nella vita. In più c’è l’elemento acqua che rende tutto più suggestivo e credetemi , arrivare a fare dei gesti tecnici come quelli di un pallanotista ,in un ambiente “non terrestre”, è veramente complicato.

La città e la Società Nuoto Piombino vi hanno sostenuto in questa stagione ricca di soddisfazioni?

Come dicevo prima , i nostri sostenitori non vanno oltre i familiari o amici che comunque ci sostengono ormai da anni. La società ha sempre cercato di fare il possibile per far sì che questa squadra crescesse nel miglior modo . Per quanto riguarda la città , speriamo che prima possibile possa essere costruita questa nuova piscina, così saranno disponibili più spazi per gli allenamenti e la squadra sarà sempre più competitiva, anche nelle categorie giovanili, serbatoio importante per poter continuare questo sport.

Vuole ringraziare i suoi ragazzi?

Come non potrei. Svegliarsi e rendersi conto di essere entrati a far parte della storia di questo sport nella nostra città è meraviglioso ! Essere a capo di questo gruppo lo è ancora di più !!!
Grazie a tutti.

Andrea Fabbri

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.7.2009. Registrato sotto sport. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 3 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it