CORSI DI ‘CULTURA DEL LAVORO’ PER QUASI MILLE STUDENTI

REGIONE TOSCANA -La ‘cultura del lavoro’ si impara a scuola. Rappresentanti del mondo del sindacato, delle imprese, delle agenzie per il lavoro e delle professioni si sono alternati come docenti in 53 classi toscane grazie al progetto Itinera-Toscana, realizzato dalla Regione Toscana, dalle amministrazioni provinciali di Firenze, Livorno, Lucca, Pistoia e Siena e dal Fondo Forma Temp per far crescere la ‘cultura del lavoro’ nelle scuole e aiutare i ragazzi che frequentano gli ultimi tre anni delle scuole superiori a prepararsi ad affrontare la scelta tra le possibilità offerte da mondo del lavoro e studi universitari.

Il progetto è stato portato avanti per l’anno scolastico 2008/2009. Un primo bilancio ‘quantitativo’ dei risultati mostra che sono state coinvolte 11 scuole (una a Firenze, una a Livorno, 4 a Lucca, 2 a Pistoia e 3 a Siena) un totale di 961 studenti in 122 ore di lezione tenute da 27 ‘orientatori’, 15 esperti del mercato del lavoro, 1 4 rappresentanti di aziende (potenziali datori di lavoro sul territorio), 28 professionisti o testimonial significativi.

Il progetto Itinera-Toscana ha visto come protagoniste anche le agenzie Adecco, Altro Lavoro, GI Group, Metis, Obiettivo Lavoro, In Tempo, Openjob, Quanta, Randstad e Humangest, che hanno contribuito alla realizzazione dei corsi anche gestendo direttamente delle lezioni, come docenti o co-docenti. Partner scientifico del progetto è Cosp Verona (Comitato provinciale orientamento scolastico professionale).

Secondo l’assessore regionale al lavoro, che è intervenuto alla presentazione dei risultati di Itinera, stabilire un collegamento tra mondo della scuola e mondo del lavoro è importante per consentire una reciproca comprensione e fare in modo che i ragazzi scelgano come impostare il proprio futuro avendo a disposizione elementi corretti e concreti in base ai quali decidere. Particolarmente interessante il confronto, talvolta a vvenuto anche in lezioni condotte in co-docenza, tra mondo sindacale, rappresentanti delle imprese e agenzie per il lavoro in ‘somministrazione’ – il lavoro ‘prestato’ da personale dipendente di agenzie per il lavoro.

Forma.Temp è il Fondo per la formazione dei lavoratori in somministrazione con contratto a tempo determinato, è un ente bilaterale tra l’associazione di rappresentanza delle Agenzie per il lavoro (ASSOLAVORO), le organizzazioni sindacali dei lavoratori somministrati (ALAI-CISL, NIDIL-CGIL, CPO-UIL) nonché le tre Confederazioni sindacali (CGIL, CISL e UIL).

La Regione Toscana e Forma Temp collaborano già da tempo ed hanno firmato nel luglio dello scorso anno anche un’intesa che consente ai lavoratori in ‘somministrazione’ di accedere a corsi specifici per la sicurezza sul lavoro.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.6.2009. Registrato sotto Giovani e Sapere. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 20 ore, 46 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it