IL CONSIGLIO COMUNALE DI CAMPIGLIA APPROVA IL RENDICONTO DI MANDATO

Ultima seduta del mandato amministrativo 2004-2009 per il consiglio comunale di Campiglia Marittima di fronte al quale ha relazionato il sindaco uscente Silvia Velo per rendere conto dell’attività svolta. Esimendosi dall’esprimere un giudizio il sindaco ha dichiarato di chiudere il suo decennale mandato con la speranza di lasciare un segno positivo per il futuro di Campiglia.

Sono stati espressi ringraziamenti agli assessori in carica e a tutti quelli che si sono succeduti e con i quali è stato condiviso un percorso comune, impegnativo ma anche entusiasmante. Gratitudine è stata rivolta anche a tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione con i quali si è consolidato un confronto costruttivo. Un ringraziamento è stato rivolto al personale, sottolineando l’orgoglio di guidare una pubblica amministrazione nel momento in cui il pubblico impiego è sotto attacco. Non poteva mancare un riconoscimento per le associazioni che nel comune di Campiglia sono particolarmente attive e ai sindaci che si sono succeduti a Campiglia poiché la loro eredità di buon governo è stata un forte stimolo a lavorare senza risparmiarsi.

In base a quanto previsto dallo statuto comunale il sindaco ha rendicontato sullo stato d’attuazione e di realizzazione delle linee programmatiche. Velo ha evidenziato il consistente programma di opere pubbliche citando l’ultima realizzazione in ordine di tempo, l’ex cinema Mannelli. Molte le opere realizzate accedendo a contributi pubblici, segno di buona capacità dell’amministrazione comunale di progettazione e programmazione. L’attività amministrativa ha puntato sulla valorizzazione e il recupero del patrimonio archeologico, sulla tutela e la riqualificazione dei centri urbani ed è stato fatto uno sforzo per rafforzare le politiche comprensoriali attraverso il circondario. All’impegno per gli investimenti è stato affiancato quello per il contenimento delle tariffe nell’ottica di una gestione equilibrata dell’ente pubblico tesa a favorire lo sviluppo senza pesare sulla collettività. Si è cercato di rafforzare il rapporto con i cittadini creando percorsi di partecipazione alla scelte ed è stato approvato il regolamento di partecipazione. Un forte impegno è stato speso per razionalizzare il personale ed è sempre stato rispettato il patto di stabilità. Gli avanzi di bilancio sono stati utilizzati per estinguere i mutui in essere ed è stata condotta una lotta all’evasione fiscale con recupero dell’Ici. Una particolare attenzione è stata rivolta ai servizi culturali, sociali e educativi.

A supporto dell’illustrazione è stata proiettata una dettagliata presentazione di diapositive mentre ai cittadini è stato inviato un numero speciale del giornale “Il Comune”, che quest’anno compie i suoi trent’anni di pubblicazione, intitolato “2004-2009 Cinque anni insieme”.

Il documento di rendicontazione è stato votato dalla maggioranza mentre si sono astenuti i consiglieri dell’alleanza di centrodestra Carlo Felice Rafanelli, Alessandro Fulcheris e Michele Ruggiero. Il capogruppo della maggioranza Uniti per Campiglia, Elena Fossi, ha sottolineato l’alta percentuale di realizzazione del programma. Alessandro Fulcheris (Nuovo Psi) ha detto che l’amministrazione comunale ha recepito diverse proposte che si trovavano nel programma del centrodestra come le rotatorie, il Palazzetto dello sport, il rifacimento di piazza del Popolo e il restauro della Pieve. Punti di insoddisfazione per Fulcheris la mancata realizzazione della piscina coperta. Ma positivo è il giudizio sul centro per anziani non autosufficienti che nascerà a Venturina. Negativo il giudizio su Cevalco e Parchi Val di Cornia. Carlo Felice Rafanelli ha apprezzato la crescita del comune negli ultimi anni dicendo che sono stati sviluppati rapporti importanti per il bene comune, che l’on. Velo ha dato quello che di meglio si poteva dare e che Campiglia è un comune capace di guardare oltre.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.4.2009. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 3 ore, 14 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it