CAMPIGLIA: UN CAMPUS SCOLASTICO E UN NUOVO CIMITERO

Venerdì scorso, al 10° Forum per la valutazione integrata del Regolamento urbanistico d’area, è stata presentata la bozza del regolamento urbanistico relativamente ai temi riguardanti il comune di Campiglia. Molti i partecipanti sia addetti ai lavori che cittadini interessati a partecipare alla definizione delle scelte principali che si attueranno sul territorio nei prossimi anni.

A relazionare sulla bozza è stato l’architetto Paolo Danti che oltre a parlare dei criteri generali ha focalizzato alcuni dei temi di maggior rilievo e interesse che potranno essere oggetto di ulteriori processi di partecipazione.

L’argomento che anche in sala ha destato un maggiore fermento, è stato quello della localizzazione di un nuovo cimitero a Venturina che si rende necessario perché il camposanto del capoluogo, per motivi geologici, si esaurirà nell’arco di qualche anno ed è quindi indispensabile progettare una nuova struttura a Venturina, il centro più popoloso del comune, individuando un luogo non troppo distante dall’abitato in modo che soprattutto le persone anziane, possano recarsi a far visita ai loro defunti anche a piedi.

L’assessore all’urbanistica Rossana Soffritti nel rispondere alle domande ha sottolineato che il nuovo cimitero dovrà essere progettato con cura ed avere una particolare qualità dal punto di vista architettonico in modo da rappresentare, oltre che un servizio pubblico del quale non è ovviamente possibile fare a meno, un luogo che attraverso la qualità dia il segno di una comunità che intende mantenere la memoria del passato attraverso la dignità del luogo designato per l’ultima dimora dei propri cari.

Tra gli altri temi di rilievo da ricordare la proposta di creare una sorta di campus scolastico ampliando l’attuale complesso Altobelli e la riqualificazione della Stazione ferroviaria. Nell’area Altobelli la bozza del regolamento urbanistico prevede di realizzare un ulteriore edificio scolastico dove delocalizzare la scuola elementare Marconi e le aule di scuola materna attualmente allestite nell’ex Ipsia di via Cerrini. La necessità di cercare di riunire in un unico campus più scuole è un’esigenza che nel tempo è emersa con sempre maggiore evidenza,una soluzione per razionalizzare e abbattere gli alti costi di gestione (mensa, trasporto scolastico, manutenzione) e per avere maggiori spazi a disposizione che attualmente sono carenti.

In questo contesto si è inoltre accennato a una possibile riconversione dell’attuale scuola Marconi di via Indipendenza che verrà ad integrare il piano particolareggiato di quell’area in via di concretizzazione in base alle previsioni del Piano regolatore vigente.

Per la Stazione ferroviaria è già stato varato un progetto e richiesto un finanziamento alla regione nell’ambito dei Piani per la mobilità urbana, questo dovrà legarsi però ad un piano che suggerisca un nuovo rapporto tra la stazione e il paese e soprattutto si dovrà pensare anche al potenziamento dei collegamenti che veda Venturina come il fulcro centrale del territorio della Val di Cornia e dell’Isola d’Elba.

Il forum è stato caratterizzato da una nutrita partecipazione e da numerosi interventi che hanno arricchito l’orizzonte dell’elaborazione del regolamento urbanistico e che saranno oggetto di riflessione nel corso di prossimi incontri pubblici.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.3.2009. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 2 giorni, 17 ore, 40 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it