LA C.E. SULL’INTERROGAZIONE DEI SOCIALISTI SULLA CRISI DELLA SIDERURGIA

È arrivata dalla commissione europea la risposta del Vice Presidente e Commissario all’Industria ed alle Imprese Günter Verheugen sulla grave crisi che coinvolge anche la nostra siderurgia, conseguente l’interrogazione alla Commissione Europea presentata a dicembre 2008 dall’On. Alessandro Battilocchio, eurodeputato socialista dopo la visita svolta il 21 novembre 2008 allo stabilimento Lucchini e l’incontro al Consiglio di Fabbrica con l’azienda ed i sindacati Fiom/Fim/Uilm.

“..al fine di poter intervenire più rapidamente in settori chiave la Commissione ha proposto di modificare le disposizioni del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione, così da cofinanziare misure di formazione e collocamento per coloro che perdono il posto di lavoro o da mantenere sul mercato la manodopera qualificata che risulterà indispensabile una volta avviata la ripresa economica e riesaminerà i mezzi finanziari a disposizione del Fondo..”.

Inoltre, la Commissione “..ha quindi proposto una serie di provvedimenti immediati volti a limitare gli impatti della crisi sul contesto sociale e lavorativo in Europa, tra i quali la modifica del regolamento (CE) n. 1083/2006 sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione al fine di facilitare l’accesso a tali fondi.” In particolare, ricorda che spetta alla Regione Toscana, titolare del programma operativo del Fondo Sociale Europeo, decidere se anticipare parte dell’anticipo degli oltre 313 milioni di Euro del FSE stesso “..al fine di sostenere corsi di aggiornamento professionale per i lavoratori temporanei che rischiano di perdere il proprio posto di lavoro nel 2009. La Commissione invita pertanto l’onorevole parlamentare a prendere contatto con l’autorità regionale della Toscana.”

“Questa risposta mi pare apra degli scenari positivi che a questo punto la Regione Toscana deve cogliere, in particolare sugli anticipi per i corsi di aggiornamento ed il collocamento dei precari che perderanno il lavoro nel 2009. Bene, per intanto, le iniziative messe in campo dalla task force regionale” ha commentato Stefano Ferrini, segretario del PS piombinese. “L’iniziativa che abbiamo organizzato a novembre ha dato dei risultati che ci impegneremo a rendere concreti coinvolgendo i nostri rappresentanti regionali” ha aggiunto Luca Baragatti, membro del Consiglio Nazionale del PS.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.3.2009. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 24 giorni, 9 ore, 8 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it