ASA: VI RACCONTIAMO LA STORIA DELLE FARMACIE A CUBA

ASA Spa, stimolata dai nostri articoli, ci ha mandato una cronistoria sulla gestione delle farmacie, delle quali, ci tende a precisarlo, non si occupa più di quelle sul territorio livornese dal luglio del 2003.

ASA ricorda poi che la storia che l’azienda si sia occupata in passato della gestione di una “catena di 14 farmacie a Cuba” è del tutto priva di fondamento ed è ampiamente superata dai fatti.

«ASA SpA – commenta nel comunicato – non si è mai dedicata alla gestione di alcuna farmacia a Cuba, figuriamoci di 14 (28 o 32) farmacie. Bensì ha operato nell’isola nel senso della cooperazione decentrata: l’attività di ASA SpA si è difatti inserita sulla scia d’iniziative a scopo umanitario e solidaristico già intraprese dal Cral ASA, che attenevano all’invio sul suolo cubano di medicinali e mezzi tecnici di assoluta necessità».

«A partire dal 1998, ASA SpA ha partecipato – a fianco del Comune e dell’Arci di Livorno nonché della Regione Toscana – al progetto PDHL, ossia al quadro di “Programmi di sviluppo umano a livello locale”, promosso dal “Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo” (PNUD) e dal governo italiano. Il ruolo dell’azienda si è concretizzato unicamente nella fornitura di medicinali e di trasferimento di know–how tecnico e gestionale in direzione d’alcune strutture farmaceutiche cubane: nella fattispecie, ASA SpA ha contribuito all’informatizzazione in ambito logistico per promuovere e sostenere la comunicazione tra farmacie, alla divulgazione della cultura farmacologica nei confronti degli addetti ai lavori e della popolazione, e alla veicolazione d’iniziative di altri enti o aziende miranti a introdurre a Cuba aiuti umanitari sotto forma di farmaci».

«Tale partecipazione – conclude il comunicato – ha ottenuto il riconoscimento, oltre che da parte delle autorità italiane e cubane, dell’amministratore generale del PNUD Malloch Brown, che ha testimoniato ai comitati italiani (costituiti da più di 200 associazioni e da 80 comuni, 4 province e 6 regioni) circa la capacità di mobilitare, organizzare e coordinare le migliori esperienze dei rispettivi territori, in collegamento col quadro di riferimento programmatico e gestionale del PDHL Cuba. Per approfondimenti: http://www.undp.org.cu/pdhl/Documentacion/reconocimiento.html»

ASA SpA tiene infine a sottolineare che l’operazione in oggetto è terminata, e riguardo gli investimenti, qualora non faccia fede ciò che viene sostenuto da ASA SpA, è possibile rivolgersi ad AATO5 (Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale 5 Toscana Costa), che programma gli investimenti su reti e impianti e che è garante dell’interesse dei comuni rispetto ad ASA SpA.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.3.2009. Registrato sotto ambiente/territorio. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 9 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it