PIOMBINO: FANGHI E MOTORI… GIOIE E DOLORI?

Riportiamo integralmente un intervento della Lista civica per la tua città (area UDC) che in modo ironico esprime i suoi dubbi sull’operazione Fanghi di Bagnoli, e sul futuro delle bonifiche.

«Questa storia dei fanghi di Bagnoli ci pare assomigli un poco al campionato di Formula 1 dove, come ben si sa, è possibile, dopo un paio di gare, cambiare i motori.

Il primo motore è stato l’annunciata e vantata miracolosa discesa sulla città di 867 milioni di euro, purché si accogliessero i fanghi di Bagnoli; ma lo stato di emergenza a Bagnoli è cessato e con esso le ragioni dell’accordo del 21 dicembre 2007 che quindi ci pare non esista più, morto e sepolto.

Il secondo motore è stato l’annuncio dell’immediata realizzazione della SS398, purché si accogliessero i fanghi di Bagnoli; ma la 398 si realizzerà all’interno del “corridoio tirrenico” con lo strumento della concessione alla SAT e con i tempi del “corridoio tirrenico”, altro che titolarità del Comune e realizzazione immediata!

Il terzo motore è l’annuncio della realizzazione delle bonifiche, purché si accolgano i fanghi di Bagnoli e si autorizzi la costruzione del minimill, cioè di un nuovo treno di laminazione;

Purtroppo ciò significa che per vedere realizzate le bonifiche, che in tutti gli altri SIN (Siti di Interesse Nazionale) d’Italia si portano a compimento senza condizioni, con risorse pubbliche e con il concorso delle imprese responsabili dell’inquinamento, a Piombino e solo a Piombino, si debbano, invece, prima accogliere i fanghi di Bagnoli e poi, come se non bastasse, fare un clamoroso dietro front, a suon di pesanti Varianti urbanistiche, su una pianificazione storica solo per consentire di costruire un impianto siderurgico di notevoli dimensioni dove, invece, era stata prevista la riqualificazione urbana.

Allora, cambiano i motori, ma il telaio è lo stesso: i fanghi di Bagnoli…

sempre e comunque, perché i piombinesi (secondo questo Sindaco e questa Giunta) possono sopportare imposizioni che a tutti gli altri SIN (Siti di Interesse Nazionale) non si osano neanche proporre o che, come nel caso delle proposte fatte a Formia, vengono sdegnosamente (e responsabilmente) rinviate al mittente.

E poi ci si vanta di saper negoziare e di intrattenere rapporti privilegiati con Ministeri e Ministri!»

Lista civica per la tua città

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.11.2008. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 16 giorni, 10 ore, 41 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it