CAMPIGLIA: TORNANO LE NOTTI MAGICHE DI APRITIBORGO

Torna a Campiglia Apritiborgo, festival organizzato dal Comune di Campiglia con il supporto dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, dell’Associazione Terzostudio e dell’Ente Valorizzazione Pro Loco.

Sono ben trentuno e provengono da varie parti d’Italia e del mondo i gruppi partecipanti alla edizione 2008 di Apritiborgo, il Festival del teatro di strada e di figura che dall’11 al 15 agosto illuminerà le sere e le notti del antico centro storico di Campiglia Marittima. Eccoli, in ordine alfabetico: Accademia di Belle Arti di Firenze/ Vieniteloracconto, Adelina Kalina (Bulgaria), Arhat Teatro, Babaciu Theater, Balkan Damar, Bandita, Bop Dob Trio, Circo Vertigo, Compagnia del Drago Nero, Crear è bello, Duo Diletto, Ensemble Luca e Amelie (Svizzera), Fantomatik Orchestra, Fire Finger (Israele), Francesca Krnjak, Giuditta Scorcelletti, Guntis Kalnins (Lettonia), I Truci, Jig Rig, Kandar Duo, Lucia Spagone, Marhuti Kalari (India), Peter Weyel (Germania), Piccolo teatro della Versilia, Raggi di Luna, Rita Pelusio, Saeed Fekri (Iran), Teatro Anita Bertolami (Svizzera), Teatro del Cavolfiore, Teatro del gesto, Teatro di legno, Zastava Orkestar.

Trentatre modi di interpretare le arti della strada e di attrarre ed incantare il pubblico, per un totale di oltre 40 spettacoli senza contare gli “off”, gli artisti che arrivano e si inseriscono fuori programma. I gruppi saranno distribuiti lungo vari percorsi e si esibiranno talvolta in postazioni fisse, talaltra saranno itineranti. Gli itinerari di spettacolo si spingeranno quest’anno fino alla sommità del paese, la Rocca stupendo complesso monumentale sarà punteggiato di leggeri e qualificati spettacoli dove ancora una volta la scabrezza della pietra, la profondità della storia e la fantastica atmosfera creata dagli artisti di strada coinvolgeranno il pubblico di Apritiborgo. Le vie del gusto e dell’artigianato completeranno la scenografia del festival e integreranno l’offerta degli esercizi pubblici e degli operatori locali, mettendo a disposizione la necessaria quantità di servizi che si richiedono quando in paese circolano migliaia di persone.

“Campiglia è un luogo straordinariamente adatto a questo tipo di manifestazione per la sua architettura urbana – afferma Alessandro Gigli di Terzostudio – e se l’anno scorso si percepiva la festa, quest’anno essa è esplosa estendendosi ancora in ogni slargo e vicolo e conquistando la Rocca restaurata. Apritiborgo ABC Festival è ormai una manifestazione adulta, la seconda in toscana di questo livello, dopo Mercantia di Certaldo”.

Massimo Mattioli, il professore di scenografia all’Accademia di Belle Arti di Firenze che si occupa degli allestimenti scenografici e che quest’anno ha messo in scena la Mandragola, per l’anteprima del festival, parla di “un lavoro che per gli studenti e per l’Accademia è cominciato nel novembre dello scorso anno, sono oltre otto mesi di lavoro durante i quali i ragazzi hanno maturato una notevole esperienza formativa”. Per Paola Coppini dell’associazione Vieniteloracconto è fondamentale sottolineare come “in una società sempre più frenetica e superficiale Apritiborgo è un’occasione con la quale la festa diventa un gioioso invito a riscoprire la bellezza dentro di noi. Il percorso di narrazione di favole che allestiamo con l’Accademia, raccoglie l’attenzione non solo di bambini ma soprattutto di tanti adulti rapiti dalla narrazione orale che viene riscoperta e si adatta all’interlocutore che ha di fronte rendendolo protagonista”.

“Quest’anno il festival non ha fine settimana che cadono nelle sue date, ma la qualità e la quantità degli spettacoli sono tali da farci sperare un’ulteriore crescita di pubblico – afferma l’assessore alla cultura Angiolo Fedeli – sottolineo volentieri che gli spettatori avranno un bel da fare nello scegliere che cosa vedere, sicuramente Apritiborgo non è un evento che si esaurisce nell’arco di una sera.” Particolarmente soddisfatto del programma il sindaco Silvia Velo che tra l’altro mette in risalto l’ampliamento dei percorsi di spettacolo con l’apertura della Rocca “Lo sforzo per consolidare la manifestazione unito a quello per restaurare la Rocca siamo sicuri che valorizzeranno entrambe le cose”.


Biglietti e abbonamenti

Biglietti interi 5,00 €, ridotti 3,00 €. Abbonamenti interi 15,00 €, ridotti 10,00 €. Ingresso gratuito per i bambini fino a 10 anni. Riduzioni per bambini dai 10 ai 14 anni e riduzioni per residenti nel comune di Campiglia. Pass per residenti all’interno del centro storico.

Collegamenti con navetta ATM Venturina – Campiglia.
Martedì 12 agosto Cena Medievale a cura dell’EVC Pro Loco. Menù a sorpresa basato su piatti tipici medievali quindi rigorosamente primi di ingredienti introdotti nell’alimentazione dopo la scoperta dell’America. La cura dedicata alle vivande e all’ambientazione crea nei commensali un momento di distacco dal quotidiano, una sorta di rallentamento dei tempi per il recupero di suoni, silenzi e sapori dimenticati. Costo 50,00 euro.
Info e Prenotazioni Ufficio turistico: tel. 0565.837201 – ufficioturisticocampiglia@virgilio.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.8.2008. Registrato sotto sagre_feste. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 14 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it