VETRINA INTERNAZIONALE PER I PARCHI VAL DI CORNIA

Martedì 17 giugno al Parco di San Silvestro gli atti del convegno “Antichi sotto il Cielo del Mondo”, colloquio internazionale promosso dalla Regione Toscana a fine ottobre 2007.

L’esperienza di valorizzazione e gestione dei beni archeologici e naturali targata Val di Cornia torna protagonista in occasione della presentazione degli atti del convegno “Antichi sotto il Cielo del Mondo La gestione dei parchi archeologici Problemi e tendenze. Colloquio internazionale”, tenutosi il 25 e 26 ottobre a Impruneta (FI). L’appuntamento è per martedì 17 giugno alle ore 10,30 presso il Parco archeominerario di San Silvestro, Centro di documentazione di Villa Lanzi, a Campiglia.

“La scelta della Regione Toscana di presentare in Val di Cornia gli atti del Colloquio internazionale non è casuale – afferma Luca Sbrilli, presidente Parchi Val di Cornia – A quel convegno l’esperienza della Parchi, unica a rappresentare la nostra regione, fu inserita tra le eccellenze nazionali per la gestione delle aree archeologiche. Particolare interesse ha suscitato anche l’Accordo, primo in Italia, che di lì a pochi giorni, Ministero, Regione Toscana e Comune di Piombino avrebbero firmato per il trasferimento in disponibilità dell’area archeologica di Baratti-Populonia.

“Da evidenziare l’interesse della Regione per la nostra esperienza, originale e positiva, di valorizzazione dei beni culturali – dice il sindaco di Piombino Gianni Anselmi- che ha saputo e continua a essere un efficace laboratorio in cui i diversi livelli istituzionali e i centri di ricerca hanno creato un sistema virtuoso finalizzato alla tutela ed alla valorizzazione del patrimonio archeologico”.

Al convegno di martedì interverranno: Ambra Giorgi, presidente commissione Attività culturali e turismo Consiglio Regione Toscana, Luca Sbrilli, presidente Parchi Val di Cornia, Gianni Anselmi, presidente Circondario della Val di Cornia, Piero Pruneti, direttore “Archeologia Viva”, Stefano De Caro, direttore Direzione generale per i Beni archeologici Ministero per i Beni e Attività Culturali, Mario Lolli Ghetti, direttore Direzione regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, Fulvia Lo Schiavo, soprintendente Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, Claudio Rosati, dirigente Giunta Regione Toscana, Settore musei, aree archeologiche, valorizzazione dei beni culturali e cultura della memoria, Paolo Giulierini, archeologo.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.6.2008. Registrato sotto ambiente/territorio. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 16 giorni, 23 ore, 9 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it