SUVERETO SI DOTA DEL SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE

Il comune di Suvereto avrà d’ora in poi il suo sistema di protezione civile. L’amministrazione ha infatti approvato la convenzione che affida questa importante attività all’associazione A.V.E.L.A. Protezione Civile di Piombino.

L’accordo prevede l’affidamento all’associazione – che offre ampie garanzie, per l’esperienza maturata nel settore, per i mezzi di cui dispone e per essere in possesso di tutti i requisiti di legge, come l’iscrizione nel registro delle organizzazioni di volontariato del Dipartimento della Protezione Civile – di numerosi servizi,come fronteggiare emergenze rivolte a tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente, dai danni o dal pericolo di danni derivanti da calamità naturale, catastrofi, dissesti idrogeologici, allagamenti, precipitazioni intense, alluvioni; far fronte a emergenze di carattere viario, come buche pericolose, sversamenti oleosi sulle carreggiate, perdita di carico di automezzi, incidenti stradali, rimozione di alberi sradicati, messa in sicurezza di elementi di arredo urbano divelti; svolgere attività di prevenzione e di repressione degli incendi boschivi;gestire i fax di allerta meteo regionali e mantenere i flussi informativi tra la Struttura Provinciale di Protezione Civile, il Centro Situazioni in corso di istituzione presso il Circondario, il Comune e le altre componenti del Sistema Regionale di Protezione Civile.

“ Da oggi i cittadini di Suvereto potranno, sotto questo aspetto, stare più tranquilli”, ha dichiarato il Sindaco, esprimendo soddisfazione per l’accordo concluso. “Piccoli comuni come il nostro non sono in grado, per la scarsezza di risorse e per i rigidi vincoli di legge che c’impediscono di aumentare il personale, di far fronte da soli alle esigenze di protezione civile, che per i mutamenti climatici, le pioggie spesso molto violente, le stagioni siccitose che moltiplicano il pericolo di incendi, stanno aumentando. Non basta, e il comune sta mettendo in piedi interventi strutturali su alcuni punti delicati del sistema di regimazione acque del centro abitato. Ma intanto, con questo accordo, amministrazione e cittadini dormiranno un po’ meglio, sapendo che c’è chi è in grado d’intervenire per la prima emergenza”. La convenzione infatti prevede che A.V.E.L.A. fornisca un servizio di reperibilità 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno, garantendo la disponibilità di due unità operative pronte ad intervenire entro 40 minuti dalla chiamata, con attrezzature idonee (autocarro, escavatore, motopala, spazzola stradale, motopompe, motoseghe, ecc.).

“Il nuovo servizio, ha concluso il sindaco, s’inquadra nel piano di costituzione di un unico Centro Situazioni di Circondario, che sarà in grado, mettendo insieme le forze di tutti i comuni, di intervenire su tutto il territorio. Un esempio davvero concreto di azione del Circondario a vantaggio di tutti”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.6.2008. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 10 giorni, 15 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it