DUE NUOVI CHIOSCHI NEL CENTRO STORICO A PIOMBINO

Al via i nuovi punti ristoro in una delle zone più pregiate del centro storico e della costa urbana, piazza Bovio e via del Popolo. I bandi, chiusi nel mese di maggio, sono stati aggiudicati formalmente ieri.

Ad ottenere la concessione per la realizzazione del ristorante nella palazzina di piazza Bovio, Corrado Ottanelli e Davide Govi, che hanno presentato un’offerta di 25 mila euro annui, superiore di mille euro rispetto alla base d’asta prevista nel bando. Sempre Davide Govi, insieme a Manuel Madau, si sono aggiudicati il chiosco di viale del Popolo, con un’offerta di 4.171 euro annui, a fronte dei 2.171 di base.

La concessione per piazza Bovio avrà una durata complessiva di 29 anni, sulla base delle modifiche introdotte nel secondo bando di gennaio, dopo l’esito negativo della gara precedente.

“La costa urbana sta decollando – dice l’assessore al turismo Elisa Murzi – e questo è molto importante per gli obiettivi di crescita di un turismo urbano di qualità. Ci auguriamo di ottenere gli stessi risultati positivi anche per l’ambito di via Amendola, i cui termini scadono nel mese di luglio. Nel prossimo consiglio comunale sarà discusso inoltre il piano di recupero di Marina, che prevede la riqualificazione e la valorizzazione di un ambito di particolare pregio ambientale e storico-architettonico, comprendente lo specchio acqueo del Porticciolo Mediceo di Marina e ad ovest un’ ampia area occupata dal piazzale d’alaggio.”

I lavori per la ristrutturazione della palazzina di piazza Bovio partiranno quindi a breve, una volta completato il trasferimento del Centro elaborazione dati a Palazzo Appiani. L’obiettivo è quello di aprire la nuova struttura per la prossima Pasqua. Questi mesi saranno necessari per la realizzazione degli interventi di restauro indicati dal Piano particolareggiato, sulla base del quale sono previsti la conservazione e il recupero delle eventuali tracce ancora esistenti della “ex chiesina” all’interno dell’edificio, e l’utilizzo di arredi esterni di qualità.

Il chiosco di via del Popolo, invece, la cui concessione dura 10 anni, rinnovabili, prevede la realizzazione di un punto per la somministrazione di alimenti e bevande e per il noleggio di attrezzature per la balneazione, della superficie di 54 mq di cui 21 mq di veranda. Il chiosco dovrà essere in legno naturale o tinteggiato nei colori avorio o bianco e con pavimentazioni esterne sempre in legno.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.6.2008. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 16 giorni, 11 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it