I TAPPI DI PLASTICA PER CREARE POZZI IN TANZANIA

Da aprile 2008 anche il Centro Giovani di Piombino partecipa alla raccolta di tappi di plastica da riciclare per ricavare fondi destinati ai pozzi in Tanzania. Ognuno con un piccolo gesto quotidiano può farlo: si tratta semplicemente di raccogliere i tappi di plastica (PE) di tutte le dimensioni anziché gettarli con il contenitore.

I centri di raccolta presenti nella provincia di Livorno, oltre a quello del Centro Giovani di Piombino (Viale della Resistenza 4, tel. 0565/262500) sono Centro Mondialità Sviluppo Reciproco V. della Madonna 32 – 57123 Livorno Tel. 0586/887350 – Ref. Francesca Launaro, Paolo Siani; la Palestra Il Nuovo Club V. G. Piccioni – 57124 Livorno Tel. 0586 867489;
la Compagnia di Pubblica assistenza c/o Scuola Media – 57020 Bibbona Tel 0586/671115; la Parrocchia Vergine SS. del Rosario del Cotone V. Borgata Cotone, 2 – 57025 Piombino Tel. 0565/223440 – Ref. Padre Carlo Uccelli; il Collettivo sociale Cantiere in movimento – Riotorto Tel. 3471836707 – Ref. Francesco Antenucci.

La raccolta dei tappi di plastica è nata da un’iniziativa della Caritas Diocesana di Livorno, in collaborazione con la ditta Galletti Ecoservice, impegnata nella raccolta e trasporto di rifiuti speciali, nel riciclaggio e stoccaggio di materiali plastici.
Ma quali tappi di plastica si possono conservare? Tutti quelli delle bottiglie di plastica, di flaconi vari, di contenitori, le capsule che contengono le sorprese negli ovetti di cioccolata e i contenitori dei rotolini fotografici.

Dal 2003 l’iniziativa ha come obiettivo il sostegno ai progetti di approvvigionamento idrico che la nostra associazione porta avanti nella Regione di Dodoma in Tanzania.
Il grande successo dell’iniziativa sta nel fatto che tutti possono partecipare: ogni giorno abbiamo a che fare con la plastica e soprattutto con i tappi di bottiglie, flaconi, barattoli e raccoglierli non è certo un compito difficile o gravoso.

Cosa occorre? La memoria: ricordarsi ogni volta che gettiamo un contenitore di togliere il tappo (se è in plastica PE) e conservarlo. Un gesto così semplice rappresenta qualcosa di importantissimo per molti villaggi della Tanzania completamente sprovvisti di acqua potabile.
Moltissime persone hanno compreso il significato che sta dietro alla raccolta dei tappi e hanno contribuito alla sua diffusione in molte regioni italiane. I promotori sono rappresentati da diverse realtà: privati cittadini, amministrazioni comunali e provinciali, aziende di raccolta dei rifiuti, associazioni, scuole, esercizi commerciali, ecc. E’ un’azione che ha un valore ecologico e di salvaguardia ambientale e stimola, in particolare i più piccoli, a porre sempre maggiore attenzione all’importanza del riciclaggio. E’ inoltre un gesto che ha un grande valore di solidarietà e permette di aiutare persone che hanno un estremo bisogno di quel bene primario che è l’acqua.

OBIETTIVO 2008: 8 pozzi nei distretti di Chamwino, Mpwapwa, Konda e Bahi
Molti villaggi dei Distretti di Chamwino, Mpwapwa, Konda e Bahi hanno fatto richiesta di essere supportati per la costruzione di impianti idrici nelle loro aree. Le comunità di questi villaggi presentato problemi simili causati dalla mancanza di fonti d’acqua pulite e sicure. Dopo gli incontri tra la nostra sede di Dodoma e i Responsabili idrici dei Distretti è stata fatta la proposta di realizzare pozzi superficiali data la conformità del terreno e la posizione della falda acquifera. Gran parte di queste comunità beneficerà di acqua potabile attraverso tecnologie semplici e economicamente sostenibili. E’ stato stimato che potranno usufruire di ogni pozzo circa 1000 persone.

Per realizzare l’operazione è stato stimato che con 147 tonnellate di tappi si realizzano 8 pozzi. Ogni 20 tonnellate in più si costruisce un nuovo pozzo. Superando le 200 tonnellate si continuano a sostenere i progetti in Brasile. Aggiungendo 40 tonnellate si coprono le spese del progetto.
Nel 2007 il totale dei tappi raccolti è stato di kg. 362.510 + kg 46.123 (da Ass. Polisolidale) per un totale ricavo di € 61.626,70 + € 6.000,00 (da Ass. Polisolidale)

Il Centro mondialità sviluppo reciproco è un’Associazione di volontariato internazionale, Organismo non governativo Onlus e agenzia formativa, fondata nel 1979, federata a Volontari nel mondo-Focsiv, e consorziata a IRIS (In Rete per l’Innovazione allo Sviluppo).
Il Cmsr all’estero (Marocco e Tanzania) conduce progetti di cooperazione allo sviluppo, i cui principali settori di intervento sono la sanità di base, l’approvvigionamento idrico, l’agricoltura e la formazione professionale, inviando sul posto volontari internazionali.
Promuove inoltre viaggi di turismo responsabile in Tanzania con la collaborazione tecnica di Viaggi solidali.

In Italia promuove iniziative di educazione allo sviluppo ed informazione finalizzate alla conoscenza delle diverse culture del mondo nel quadro di una più vasta educazione interculturale. Secondo questa logica il Cmsr realizza incontri nelle scuole e corsi di formazione professionale.
Sostiene la diffusione e promozione del commercio equo e solidale e della finanza etica ospitando la figura del Banchiere ambulante di Banca popolare Etica per Livorno e provincia.
Gestisce il Centro di documentazione e formazione all’interculturalità “Oscar Romero” ed è organismo editore della rivista “Volontari per lo sviluppo”. Nell’Associazione è possibile svolgere un tirocinio formativo o il servizio civile attraverso la Caritas diocesana di Livorno e Volontari nel mondo-Focsiv.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.4.2008. Registrato sotto sociale. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 21 ore, 5 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it