PIOMBINO: BILANCIO DI PREVISIONE APPROVATO IN CONSIGLIO

Tra le novità l’apertura di nuovi servizi ai cittadini e 800mila euro in meno sulle spese correnti.

Il bilancio di previsione 2008 è stato approvato oggi dal consiglio comunale con il voto favorevole di Ulivo, Gruppo Misto, Sinistra Democratica, la contrarietà di Rifondazione Comunista, Alleanza Nazionale, lista civica “Per la tua città”, l’astensione dei Verdi.

Pressione tributaria stabile senza aumenti dell’addizionale Irpef, tagli alla spesa e ottimizzazione delle risorse; questi i pilastri della manovra economica che permetteranno di assicurare e di implementare i servizi del 2008 a sostegno delle famiglie, della scuola e formazione, delle politiche giovanili.
“Un bilancio complesso, come ha spiegato l’assessore Massimo Giuliani nella presentazione, che è stato costruito in questi mesi nel corso dei numerosi incontri avuti con i soggetti economici, politici e sociali del territorio. Una manovra che continua a recuperare risorse al proprio interno, cercando di portare avanti anche un’azione forte contro l’elusione fiscale, e che ha come linee guida il sostegno alle opere pubbliche e alle manutenzioni della città, la continuità nell’erogazione dei servizi ai cittadini, l’attenzione per la componente ecologica e ambientale”.

Nonostante queste difficoltà, infatti, oltre a garantire i servizi già esistenti, l’amministrazione comunale è riuscita ad garantire l’apertura di nuovi servizi a favore delle famiglie e dei cittadini per il 2008. Tra questi il nuovo Centro pasti per la mensa scolastica, l’accordo con il comune di Suvereto per assicurare il servizio di nido a Riotorto (per 6 bambini), maggiori stanziamenti per le famiglie tra i quali l’integrazione dei contributi regionali per il sostegno all’affitto della casa, contributi alle giovani coppie, alle politiche giovanili, il progetto di raccolta Porta a Porta al Cotone.

La stesura del bilancio ha dovuto fare i conti con una legge finanziaria che, oltre alle problematiche sul patto di stabilità, ha posto all’attenzione alcune novità legate ai tributi locali, ai trasferimenti erariali e al personale. Per quanto riguarda i tributi, infatti, la Finanziaria 2008 ha introdotto un’ulteriore detrazione dell’Ici dell’abitazione principale pari all’1,33 per mille della base imponibile, con un tetto massimo di detrazione pari a 200 euro. La minore imposta verrà rimborsata ai singoli comuni dallo Stato, sulla base delle certificazioni che saranno presentate dai comuni stessi. Ridotti inoltre i trasferimenti da parte dello Stato e della Regione in favore di ogni ente locale e, per quanto riguarda le spese di personale, la legge ribadisce che gli oneri per il rinnovo dei contratti degli enti locali sono a carico dei loro bilanci.

La riduzione delle entrate è stata compensata quindi con tagli piuttosto consistenti e una forte razionalizzazione delle uscite, con un riduzione finale delle spese correnti pari a 820.000 euro in meno rispetto al 2007. I tagli hanno riguardato in primo luogo le economie di spesa attraverso l’analisi dei bilanci precedenti, le spese di cassa, quelle di funzionamento generico (spese postali, acquisto quotidiani e riviste ecc.), l’ottimizzazione di alcune utenze, spese di personale e per le manifestazioni non programmate, i costi della politica. Importante inoltre la manovra di ottimizzazione della macchina comunale basata sulla rimodulazione dei mutui, avviata già dall’anno scorso, sulla manovra di recupero dell’Ici nella aree rurali per 400 mila euro, sulla centralizzazione degli acquisti di beni e servizi in economia, avviando un risparmio su acquisti su larga scala, sul censimento e il raccatastamento di aree e terreni residuali.

Insieme al bilancio il consiglio ha approvato anche il programma triennale delle opere pubbliche 2008/2010 che prevede la realizzazione della nuova scuola materne ed elementare di Riotorto, la corsia di accesso, la nuova piscina comunale.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.4.2008. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 10 giorni, 15 ore, 36 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it