COOPERAZIOONE INTERNAZIONALE, LE ASSOCIAZIONI IN RETE

Le associazioni del territorio della Val di Cornia si riuniscono e costituiscono un coordinamento delle associazioni di volontariato per la cooperazione internazionale, riconosciuto dalle istituzioni locali, provincia di Livorno e Circondario.

L’ufficializzazione dell’iniziativa è avvenuta lunedì 28 gennaio nella sala consiliare del comune, nel corso di una conferenza stampa alla presenza del sindaco di Piombino e presidente del circondario Gianni Anselmi, dell’assessore provinciale alla cooperazione internazionale Rocco Garufo e di quasi tutte le associazioni che hanno sottoscritto l’accordo.
Una rete che riunisce ben 18 associazioni, Arci-Samarcanda di Piombino, Arci-Arcobaleno di Venturina, Auser di Piombino, Croce del Sud di Piombibno, Gaybila di Piombino, Mano Amica di San Vincenzo, Pubblica Assistenza di Piombino, Reciprocità, Rete Radié Resch, Shalom di Piombino, “Un bambino, un mondo”, “Centro Missionario diocesano”, “Consulta dei cittadini immigrati” e Auser comprensoriale, con l’obiettivo dare maggior forza e continuità ai progetti avviati individualmente nei confronti dei Paesi poveri.

Con la costituzione del coordinamento è stato approvata anche la Carta dei Criteri, con la quale si condividono i principi fondamentali della cooperazione decentrata, come la capacità di ideare e di costruire insieme con i partners locali, relazioni, conoscenze e auto-sviluppo economico e sociale coinvolgendo, quando possibile, gli immigrati presenti nel comprensorio. Fondamentale inoltre la promozione di forme di economia equa e solidale nelle rispettive comunità, e il rafforzamento di una responsabilità pubblica che stimoli al rispetto dei diritti di cittadinanza.

La costituzione del Coordinamento servirà a dare garanzia di continuità a progetti importanti avviati da anni sul territorio, come il Progetto Zabré nel sud del Burkina Faso, che ha portato alla realizzazione di una mensa scolastica presso la scuola “Le fille” di Zabré, con i finanziamenti del comune di Piombino e di provincia di Livorno, di un piccolo laboratorio per le analisi del sangue con il contributo dell’Asl di Livorno, e per il sostegno alle attività di alfabetizzazione e formazione dei soci dell’associazione burkinabè e il potenziamento dei mezzi di produzione della “Cooperative des producteurs de Zabrè”, recentemente costituitasi.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 31.1.2008. Registrato sotto sociale. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 16 giorni, 18 ore, 40 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it