PIOMBINO: DUE ORDINI DEL GIORNO PER I FANGHI DI BAGNOLI

Consiglio comunale aperto ricco di interventi e di cittadini il 12 luglio a Piombino dove sia il documento del “patto di consultazione delle sinistre” (Sinistra democratica, Rifondazione, Sdi, Verdi, Pdci) che quello dell’Ulivo sono passati, il primo con 9 voti a favore (Sd, Prc, Verdi, An, Lista civica e Np); contrari nessuno, astenuti l’Ulivo e il consigliere Nigro del gruppo misto e quello dell’Ulivo è con 10 voti (Ulivo e gruppo misto); contrari Verdi e Prc; astenuti An, lista civica e Sd». Il prossimo appuntamento è per Martedì 17 luglio alle ore 15.30 presso il Circondario della Val di Cornia in Via della Resistenza con un assemblea dei gruppi di lavoro di Agenda 21. Tutti i cittadini sono invitati.

I TESTI DEGLI INTERVENTI LI POTETE TROVARE SUL FORUM.

Il 12 luglio, si è tenuto il Consiglio Comunale aperto concernente l’Accordo di programma quadro per il trasporto a Piombino dei fanghi di colmata di Bagnoli .
Oltre a quelli del Sindaco Anselmi e dei Consiglieri, numerosi sono stati gli interventi da parte delle istituzioni e delle associazioni, hanno infatti partecipato al dibattito il Direttore del Ministero dell’Ambiente Mascazzini , il Presidente dell’Autorità Portuale di Piombino Guerrieri, Bruschi di Legambiente, Arnolfi del Forum della Democrazia, l’On. Velo, l’Assessore Provinciale Marrocco e il Rappresentante dell’Associazione 2000 firme.

Due sono stati gli ordini del giorno sottoposti all’approvazione del Consiglio Comunale : il primo presentato da parte del consigliere Benifei per «il Patto di Consultazione delle Sinistre» al quale hanno aderito Verdi, An, Lista Civica, Rifondazione Comunista e Sinistra Democratica, che chiedeva ulteriori forme di informazione e consultazione e la sospensione della firma dell’Accordo da parte del sindaco Anselmi fino a quando non fossero state date tutte le garanzie necessarie e fossero chiariti gli tutti gli elementi, quali il Documento Tecnico allegato all’Accordo (ma non ancora diffuso), gli aspetti legati alla logistica, al traffico, al tipo e alla quantità di materiale e alla loro messa in sicurezza, al metodo di trasporto e i relativi tempi , al luogo di stoccaggio e all’indicazione dell’impianto di trattamento (dovrebbe essere la TAP che si prevede operativa entro il 2009).

Dopo un lungo dibattito durato oltre sei ore, il Consiglio comunale ha però approvato a maggioranza – Ulivo e Gruppo Misto favorevoli, Verdi e Rifondazione contrari, Sinistra Democratica, Nuova Piombino, An e Lista Civica astenuti – anche l’ordine del giorno presentato dal Capogruppo dei Ds Francini.
In questo secondo ordine del giorno si è ribadita la necessità di coinvolgere i cittadini e le associazioni tramite Assemblee Pubbliche, ma si è preso anche atto che l’Assemblea dei Sindaci ha ampliamente discusso sull’Accordo di Programma e si sono ritenute sufficienti le garanzie date dal Ministero dell’Ambiente tramite la persona del dott. Mascazzini, soprattutto si considera una grande chance per la crescita della Città poter usare i fanghi di Bagnoli per i lavori di ampliamento del porto e per la costruzione del tratto di 398 che va da Montegemoli al porto e si fissa che il percorso di coinvolgimento e discussione che si svolgerà in un arco temporale che dovrà trovare sintesi nel prossimo Consiglio Comunale convocato, e chiede inoltre un Consiglio Provinciale aperto.

Micaela

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.7.2007. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 19 ore, 39 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it