CASO TAP: C’E’ DAVVERO IL BUCO DA DUE MILIONI DI EURO?

Nella Sala rossa del Palazzo comunale, lo scorso 19 giugno i rappresentanti della Lista Civica per la tua Città: il Consigliere Roberto Batistoni e la Capogruppo Graziella Guglielmi hanno tenuto una conferenza stampa per portare la cittadinanza a conoscenza della situazione delle società partecipate nel Comune di Piombino. Erano presenti insieme ai due rappresentanti della lista civica anche il Segretario degli Udc Luigi Coppola e il segretario di Fi Giovanni Sironi.

La conferenza è stata indetta per dare precise informazioni sull’argomento TAP (l’impianto per il trattamento e il recupero dei rifiuti industriali) e per denunciare la poca chiarezza delle risposte date dal sindaco Anselmi e dalla Giunta, di fronte alle richieste di spiegazioni da parte di Guglielmi e di Batistoni Vista la complessità della materia, l’esposizione iniziale da parte di Batistoni, inerente la cronistoria della TAP, è stata di natura prevalentemente tecnica, pregna di date, di cifre e di riferimenti legislativi.

Due sono gli elementi che sono scaturiti: Il primo riguarda i continui rinvii della gara per la costruzione delle opere elettromeccaniche ed il conseguente ritardo nel raggiungimento di una spesa (effettivamente sostenuta) pari al 40 % dei costi progettuali finanziati per la realizzazione dell’opera, che non ha ancora permesso l’erogazione del contributo da parte della Regione Toscana, e che si rischia oggi di perdere dato l’approssimarsi della scadenza prevista per il conseguimento della suddetta soglia.

Il consigliere Guglielmi ha poi analizzato il secondo elemento della vicenda TAP : il buco pari a 1.400.000,00 euro. «Dalla documentazione in nostro possesso – commenta Guglielmi – dati pubblici alla portata di tutti, la perizia che ha effettuato la rivalutazione dei costi corrispondenti alla chiusura dei moduli 5 e 6 della discarica di Poggio ai Venti non sembrerebbe giustificare il disavanzo.
La perizia in questione ha revisionato anche i costi inerenti la chiusura e la messa in sicurezza dei moduli dell’impianto di discarica già completati ed in copertura negli anni precedenti. Questa operazione avrebbe causato l’ inadeguatezza degli accantonamenti effettuati da TAP, che sino a quel momento erano invece risultati sufficienti a coprire i costi di chiusura della discarica».

Batistoni, Guglielmi, Coppola e Sironi, ribadendo l’urgente necessità che l’Amministrazione comunale dia risposte chiare e precise in merito, si pongono, e ci pongono, le seguenti domande: «Perché questi ritardi nella gara per la realizzazione di TAP? Se i contributi della Regione non dovessero arrivare, i costi inerenti il mancato rimborso e l’ormai famoso buco, su chi ricadranno? Effettuare una rivalutazione anche su dei moduli già completati e messi in copertura, è congruo e legittimo?». In ultimo, la questione più importante : “Non c’è forse il rischio che tutto ricada sui cittadini sotto forma di aumento delle tariffe di nettezza urbana dell’ASIU ?” come ha fatto osservare anche Luigi Coppola.

Visto l’ammontare del debito, le contestazioni in atto sia da destra che da sinistra, e il completo riempimento della discarica attuale che deve trovare una nuova collocazione sul territorio, e auspicabile un chiarimento pubblico che il Sindaco Anselmi, l’amministratore delegato Barbarese e il Presidente Murzi dovrebbero dare a tutta la città magari in un Consiglio Comunale aperto da tenersi presso il teatro Metropolitan come è già avvenuto in altre situazioni del genere.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.6.2007. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 13 ore, 36 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it