PIOMBINO: IL 3 AGOSTO FINALMENTE SI INAUGURA PIAZZA GRAMSCI

Piazza Gramsci, cuore della città, posta alla confluenza di tutte le principali vie formatesi fuori dal circuito delle mura antiche, viene finalmente restituita alla vita sociale dei piombinesi, dopo il recupero e la riqualificazione voluta dall’amministrazione comunale e iniziata nell’aprile del 2005.

L’inaugurazione, prevista per giovedì 3 agosto alle ore 21,00, avverrà alla presenza dell’assessore ai lavori pubblici Carlo Barsi, del sindaco Gianni Anselmi, dello scultore Nado Canuti che ha realizzato il complesso scultoreo e la fontana donata da Unicoop Tirreno, da Rinaldo Barsotti presidente della sezione soci di Unicoop Tirreno.

“Nonostante i ritardi nella conclusione dei lavori, causati essenzialmente dal rifacimento dei sottoservizi, della rete elettrica e del sistema fognario e di cui ci scusiamo con i cittadini – dice Carlo Barsi – ci sembra che la piazza sia stata valorizzata degnamente. Di particolare pregio la fontana donata dalla Coop e realizzata da Nado Canuti, scultore molto conosciuto e affermato in Italia”.
Premi su: Leggi Tutto…

Nel corso dell’inaugurazione sarà proiettato un filmato con foto storiche tratte dalla collezione Valerio Guerrieri, dall’archivio del PCI e dall’archivio del comune di Piombino. Immagini che documentano la storia della piazza e i principali avvenimenti dagli anni ’20 in poi, ricordandola come luogo di importanti commemorazioni e manifestazioni pubbliche, zona degli incontri, della comunicazione e anche luogo della politica e della protesta. La prima denominazione ufficiale della piazza, piazza Vittorio Emanuele III, è legata infatti all’inaugurazione dell’acquedotto cittadino alla presenza del re, nel 1925.

Il suo appellativo più usato fu comunque, a partire dalla seconda metà degli anni Venti, “Piazza Tre Orologi”, dopo la costruzione di una rotonda centrale sormontata da un lampione a tre bracci uniti da un orologio a tre quadranti, orientati verso le principali direzioni stradali. Questa è sempre stata l’immagine della piazza più radicata nella memoria collettiva dei piombinesi, e ha rappresentato un primo tentativo di organizzazione di una zona pedonale al centro dello svincolo. Da questo punto di vista la nuova fontana di Nado Canuti rappresenta il segno di una continuità tra passato, presente e futuro, con la presenza dell’acqua che rimanda al mare, delle tre torri che ricordano la presenza dei tre orologi e anche delle ciminiere dei tre principali stabilimenti piombinesi.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.8.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 12 giorni, 0 ore, 10 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it