MAGONA: SARA’ REALIZZATA LA LINEA ”ZINCATURA 5”

Dopo circa due anni di preparazione di varie ipotesi di progetti, il General Management Board del Gruppo Arcelor ha definitivamente varato il progetto per il nuovo impianto di Zincatura 5 per il sito di Piombino, che nei prossimi giorni sarà ratificato dal Consiglio di Amministrazione Arcelor.

La nuova linea di Zincatura avrà una capacità base di circa 310 k tons/anno, implementabile in futuro a più di 350 K tons. Potrà processare nastri con spessori da 0,25 mm a 2 mm e larghezze fino a 1550 mm.
L’investimento complessivo previsto sarà di circa 45 milioni di euro.
La nuova zincatura è la risposta tecnologicamente più avanzata alla competizione di un mercato sempre più esigente in termini di qualità, flessibilità e servizio.
La zincatura 5 utilizzerà le migliori tecnologie (BAT: best available technology) esistenti sul mercato per avere bassi consumi energetici ( recupero del calore latente dei fumi di combustione) e per limitare al massimo l’impatto ambientale in termini di emissioni. L’impianto sarà in linea con gli standards europei per rispondere anche con efficacia al tema della sicurezza e salute dei lavoratori, e ridurrà notevolmente l’impatto acustico globale.

Il recupero di nuovi spazi liberi permetterà una configurazione logistica più adatta al flusso dei prodotti di Arcelor/Mittal.
La costruzione della nuova linea di zincatura porterà allo smantellamento della linea 1 (nata nel 1964), non più capace di far fronte alle richieste qualitative di mercato, e della linea 3 ( nata nel 1987), limitata da un formato oramai superato dalle attuali esigenze di mercato.
Lo scenario industriale futuro di Arcelor Piombino sarà costituito da tre linee di zincatura ( 2- 4- 5), senza modificare l’attuale capacità produttiva del sito di Piombino in termini di volumi, circa 850 k tons, ma implementando la qualità,il servizio e la competitività dei nostri prodotti. La linea di zincatura 2, servirà ad alimentare le linee di verniciatura, la zincatura 4, sarà destinata a spessori medio – alti, e la zincatura 5 a spessori medio – sottili.
Per quanto riguarda la tempistica di realizzazione della nuova linea, la Direzione di Arcelor Piombino prevede di poter processare il primo rotolo entro il primo semestre del 2008.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.7.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 16 giorni, 4 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it