NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 25 MAGGIO 2006

Tantissime notizie dalla Val di Cornia nelle brevi di oggi… tutte da leggere.
Premi su: Leggi Tutto…

SUVERETO: COMUNE E FISAR PER LA QUALITA’ NELLA RISTORAZIONE

Il Comune di Suvereto ha stretto un accordo con i sommelier della FISAR Costa Etrusca per una collaborazione con le attività della ristorazione suveretana, affinché negli esercizi del paese aumenti complessivamente la qualità dell’offerta.

I rappresentanti dell’importante associazione di sommelier stanno vistando uno per uno gli esercizi suveretani, ristoranti, enoteche, agriturismi, ecc. e colloquiando con i titolari, dispensando consigli sulla carta dei vini, sul modo di presentarli e di servirli, ma anche sugli olii d’oliva, sugli abbinamenti, su tutto quanto può aumentare la qualità dell’offerta e dell’accoglienza. L’iniziativa, curata dall’Aasessore allo Sviluppo Economico Luigi Paniccio, ha lo scopo dichiarato di “contribuire ad aumentare la qualità dell’offerta suveretana in materia di ristorazione, di valorizzare i prodotti locali e tipici, affinché entrino maggiormente nei menu dei ristoratori, e, in ultima analisi, permettano agli esercizi pubblici di fidelizzare la clientela, come ha dichiarato l’assessore.

L’iniziativa, completamente gratuita per gli esercenti, rientra “in una costante e proficua collaborazione, che dura ormai da anni, come ha sottolineato Paniccio, tra Comune di Suvereto e i sommelier della FISAR Costa Etrusca, che affiancano l’amministrazione nelle principali manifestazioni legate alla produzione vitivinicola”,da Calici di Stelle, che anche quest’anno si terrà il 10 di Agosto, presumibilmente con la solita folla di ospiti, a tutta quella serie di manifestazioni che vedono, nell’antico borgo medioevale, il vino come protagonista. Quello della qualità dell’offerta enogastronomica della ristorazione locale è oggetto di una particolare attenzione da parte dell’amministrazione, che su questo tema ha ripetutamente incontrato gli esercenti, iniziando con loro un rapporto di scambio e di collaborazione di cui l’intervento della FISAR è solo una parte.


PIOMBINO: CENTRO GIOVANI PRONTO A FINE ESTATE

Sono in dirittura d’arrivo i lavori del nuovo Centro Giovani in viale della Resistenza, finanziato dalla Regione Toscana con un contributo Cipe di 700 mila euro, a cui si sono aggiunti altri 50 mila euro da parte del comune. Il cantiere sarà chiuso con ogni probabilità alla fine dell’estate e l’inaugurazione del nuovo polo giovanile potrebbe avvenire nel mese di settembre, in coincidenza con l’apertura del nuovo anno scolastico.

Nel frattempo qualche giorno fa alcuni ragazzi della Consulta dei giovani, l’organismo di rappresentanza delle diverse componenti giovanili della città, hanno effettuato un sopralluogo sul luogo del cantiere insieme all’assessore Massimo Giuliani, ai tecnici comunali e al direttore dei lavori inf. Enrico Nencioni. I ragazzi hanno potuto verificare direttamente lo stato dei lavori e hanno avanzato le loro proposte e le loro idee, riguardo all’utilizzazione e alla destinazione degli spazi.

Al sopralluogo hanno partecipato, tra gli altri, Enrico Cecchi dell’associazione Fob, Luca Giomi, rappresentante degli studenti dell’ITC “Einaudi”, Marianna Azzelin del liceo artistico “Leon Battista Alberti” e Veronica Papi presidente del movimento studentesco commentano positivamente il progetto e i primi risultati.

“I lavori sono a buon punto –dicono i ragazzi –e la nuova struttura, per come è stata concepita, rispecchia le nostre aspettative. Si tratta infatti di uno spazio molto ampio di tipo polivalente che potrà essere utilizzato per attività di tipo diverso.
“Quello che ci è piaciuto in modo particolare – aggiungono i ragazzi – è l’auditorium, oltre 130 mq di superficie da utilizzare per performance teatrali, incontri, concerti, ed altro. Ci sarà poi una sala di registrazione e prove musicali, la sala internet point, una sala lettura, una sala riunioni, spazi per mostre ed esposizioni. Tutto questo sarà gestito direttamente dai giovani attraverso un comitato di gestione degli eventi. Da definire ancora la destinazione di tre spazi all’interno del centro, e questo sarà oggetto di discussione nelle prossime riunioni della Consulta. Interessante inoltre la possibilità di utilizzare il parco esterno all’edificio, oltre 20 mila mq. Su nostra proposta una parte di questo ampio spazio potrebbe essere destinato alla creazione di rampe per gli skate board, o per la break dance. Un’esigenza che è emersa più volte negli ultimi anni da parte di molti ragazzi appassionati a queste attività.”

Il nuovo edificio, che ricopre una superficie complessiva di 920 mq, prevede anche l’attivazione di una serie di servizi come l’ufficio informagiovani, che sarà trasferito da via Cavour, la sede del forum giovanile, un consultorio adolescenziale. Oltre alle postazioni Internet tradizionali, sarà possibile accedere attraverso la rete wireless utilizzando anche il proprio portatile.
“E’ importante inoltre che il comune abbia deciso di investire sui giovani – aggiungono i ragazzi della Consulta – adesso dobbiamo lavorare per promuoverlo il più possibile. La sua inaugurazione dovrà essere una festa”.


SUVERETO: PRESENTATA LA VARIANTE PER LA RICONVERSIONE DELL’AREA FORNI

Durante un’affollatissima assemblea il Sindaco Giampaolo Pioli, affiancato dagli assessori Andrea Boesini e Luigi Paniccio e dal responsabile tecnico dell’urbanistica, Geom. Antonino Micalizzi, ha presentato agli abitanti della frazione di Forni la variante al piano regolatore vigente che modifica la destinazione d’uso dell’area della vecchia fornace di mattoni.

Gli impianti e gli edifici della fornace, chiusa ormai da decenni, versano nel più totale abbandono e rappresentano un’area di assoluto degrado, pericolosa da un punto di vista ambientale e strutturale, oltre che estetico e paesaggistico. Da anni si discuteva del loro recupero e della loro riconversione, su cui vi erano stati studi e proposte (come lo studio commissionato dal Consorzio Radici). Ma sulla fornace si erano anche manifestati appetiti privati non sempre chiari e legittimi, come il tentativo di trasformazione, bloccato dalla precedente amministrazione, di trasformarla in deposito di rifiuti speciali, vicenda in seguito alla quale la magistratura dispose il sequestro dell’area, tuttora in vigore. Insomma, come ha detto il sindaco, “una ferita e un vero tumore nel paesaggio e nella vita degli abitanti che va risolto al più presto”. Del resto in questo senso l’amministrazione ha ricevuto ripetute sollecitazione da parte dei cittadini della frazione e dei suveretani in genere.

La “variante contestuale” – in quanto anticipa le linee del Piano Strutturale d’area in corso di elaborazione – promuove la riqualificazione dell’area attraverso il recupero del patrimonio edilizio esistente e la destina ad usi diversi da quello industriale: “residenziale, turistico ricettivo e per attrezzature d’interesse pubblico”. L’eventuale intervento privato sarà, come ha teso a precisare il sindaco, “non solo regolato dalle norme della variante, ma sotto strettissimo controllo pubblico e con la partecipazione attiva degli abitanti di Forni, con cui saranno discussi i progetti che verranno presentati”. Tre i punti su cui l’amministrazione insiste in modo particolare: il recupero dovrà essere l’occasione per un riordino, una messa in sicurezza e un abbellimento complessivo dell’area che sta attorno alla fornace e alla frazione; la viabilità dovrà essere potenziata e soprattutto la nuova zona residenziale dovrà essere dotata di una viabilità d’accesso e di uscita che eviti il vecchio borgo rurale esistente; la parte storica della vecchia fornace dovrà essere recuperata esaltandone il valore di testimonianza architettonica industriale del passato. Gli abitanti di Forni hanno accolto con favore la strada intrapresa dall’amministrazione e ribadita la loro forte volontà di vedere risanata un’area di abbandono e degrado ambientale con cui non è più possibile convivere. Ma contemporaneamente hanno espresso le loro inquietudini in merito all’impatto che un intervento di quelle dimensioni avrà sulla loro vita, da tanti anni, dopo la chiusura della fornace, scandita dai ritmi tranquilli della bella campagna suveretana. Sostegno quindi alla scelta del Comune, ma forte richiesta di essere coinvolti nelle scelte attuative che saranno compiute.


LA SINISTRA GIOVANILE, I GIOVANI E LA VAL DI CORNIA

Pubblichiamosu gentile richiesta una lettera della sinistra giovanile della Val di Cornia.

«Soltanto nel 2004 – inizia il comunicato – prima e dopo le elezioni amministrative, la Sinistra giovanile promuoveva un percorso di incontri con le associazioni, le band e gruppi informali di giovani insieme agli amministratori della città più importante del territorio, dal quale emersero i problemi, i bisogni e le aspirazioni di quei ragazzi. La richiesta che veniva posta con più forza, era quella di uno spazio libero per potersi ritrovare, interagire, svolgere le diverse attività in cui sono impegnati molti giovani di Piombino e della Val di Cornia. Una richiesta questa, che aveva ancora più valore, perché non egoistica, infatti nessuno di quei ragazzi chiedeva uno spazio soltanto per sé o per la sua associazione, ma un luogo aperto e a disposizione di tutti. Grazie all’impegno di quei ragazzi e alla volontà dell’amministrazione comunale di dare un segnale preciso alle giovani generazioni, valorizzando il loro talento e la loro passione e coinvolgendoli direttamente nella ricerca delle risposte migliori da dare alle loro richieste il sogno è diventato realtà. Aggregazione, partecipazione e rappresentanza delle giovani generazioni sono le tre parole chiave attorno alle quali si articola il lavoro che la Sinistra giovanile insieme ai DS ed in collaborazione con tutto il centrosinistra sta portando avanti in Italia, in Toscana e nel nostro territorio.

Per questo, da subito, occorrerà procedere alla creazione di un Forum per le politiche giovanili della Val di Cornia che abbia anche voce in quell’organismo nazionale di rappresentanza dei giovani italiani che la Sg e i DS chiedono all’interno della proposta di legge di iniziativa popolare e parlamentare “Accesso al Futuro”. Il Centrogiovani di Piombino, quello di Cafaggio e le altre strutture che si stanno progettando sul territorio rappresentano l’inizio di una nuova stagione di rappresentanza e partecipazione dei giovani che si rafforzerà con il Forum e che porterà le ragazze e i ragazzi della Val di Cornia sempre di più ad occuparsi del loro territorio e del loro Paese, non soltanto occupandosi delle questioni di carattere culturale o ricreativo, come è avvenuto finora ma sempre di più ad essere protagonisti di tutte quelle scelte politiche che guardino al futuro. “La bella notizia sullo stato dei lavori della struttura del Centrogiovani – commenta Valerio Fabiani, Segretario della Sinistra giovanile Federazione Val di Cornia-Elba – arriva un giorno dopo la fiducia al Governo Prodi alla Camera dei deputati, un governo di cui fa parte un ministro, Giovanna Melandri con delega specifica ai giovani.

Insomma due bei segnali che ci dicono che una nuova stagione sta per cominciare, in cui i giovani non sono un problema sociale ma la risorsa più importante per far ripartire l’Italia”. Ma proprio perché il centrogiovani dovrà essere un luogo aperto, la Sinistra giovanile propone che sia anche un luogo di integrazione tra i giovani di diverse culture. “Le politiche di integrazione sono più forti se partono dal coinvolgimento dei cittadini più giovani – continua il Segretario Fabiani – per questo potremmo pensare ad un coinvolgimento maggiore dei giovani immigrati o figli di cittadini immigrati nello svolgimento delle attività del centro, magari con una collaborazione attiva con le organizzazioni che sul nostro territorio, da anni si occupano di queste questioni, come Samarcanda e ARCI”.

La Segreteria della Sinistra giovanile Federazione Val di Cornia-Elba


PIOMBINO: LORENZO FAVILLI PRESENTA NUOVO LIBRO

Venerdì 26 maggio alle ore 17.30 lo scrittore venturinese Lorenzo Favilli presenterà presso la Biblioteca Comunale di Piombino (Via Cavour) il suo libro “Alla ricerca di Zelda e altri racconti” (La Bancarella editrice, 2006, euro 8.00). Modererà la presentazione la giornalista de Il Tirreno Maria Antonietta Schiavina.

Alla ricerca di Zelda e altri racconti è un libro di fiabe coinvolgente e pieno di colpi di scena con maghi, streghe e principi. Un trionfo della fantasia e del divertimento, con una morale intensa che è sempre stata alla base della fiaba. Un intento educativo e di indirizzo per le giovani generazioni (e anche gli adulti) nel saper distinguere i confini tra il bene e il male. Una fantastica avventura nel mondo della fiabe e della fantasia, quel mondo che troppo spesso ai bambini oggi è negato perché le fiabe “sono cose d’altri tempi e lontane dalla realtà” dimenticando il ruolo importante della fantasia nella crescita e anche oltre. «O la immaginazione tornerà in vigore e le illusioni prenderanno corpo e sostanza […] o questo mondo diverrà un serraglio di disperati, e forse anche un deserto.» (G. Leopardi).


IL CIRCONDARIO PARTECIPA ALLA FIERA DI VENTURINA

Il Circondario della Val di Cornia partecipa alla prossima edizione della Fiera Mostra di Venturina con un proprio stand per presentare le proprie attività in materia soprattutto di gestioni associate, il riordino amministrativo in atto che permette ai Comuni di gestire insieme una serie di sportelli ed attività, dal vincolo idrogeologico alla statistica, dall’urbanistica ai contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici civili.

All’interno dello stand del Circondario saranno presenti anche l’Asiu spa, l’Autorità portuale, la Parchi della Val di Cornia spa, Provincia Livorno Sviluppo ed Atm spa. Tante realtà diverse tutte insieme per dare una visione omogenea del nostro territorio: ognuno per le proprie competenze presenterà al cittadino le attività e le proposte messe in campo negli ultimi mesi toccando tutti quei settori (gestione dei rifiuti, portualità, turismo, trasporti ed insediamento di piccole e medie imprese) che permetteranno di dare all’esterno una visione complessiva del nostro territorio.

Per quanto riguarda il Circondario, in occasione della Fiera Mostra, a disposizione del pubblico ci sarà anche una mini-guida con i numeri e gli orari d’apertura degli uffici, comunali e non, per aiutare il cittadino a districarsi tra imposte, tariffe e bollette.

Raccogliendo poi i suggerimenti di alcuni operatori turistici della nostra zona, quest’anno allo stand sarà disponibile un cd-rom (gratuito), realizzato dal Circondario, contenente tutte le informazioni “turistiche” della Val di Cornia, con tanto di foto e numeri utili relativi al nostro territorio. Senza alcuna presunzione di sostituirsi agli enti turistici operanti sul nostro territorio, il cd-rom realizzato dal Circondario intende solo fornire una raccolta omogenea di tutte le informazioni riguardanti i Comuni della Val di Cornia. Sempre rimanendo in tema di ospitalità, come si legge nella locandina della Cevalco spa, spedita a tutti gli espositori della fiera, nelle news del sito del Circondario (www.circondariovaldicornia.it) è possibile trovare l’elenco delle strutture ricettive fornito dai Comuni agli inizi di quest’anno.


VENTURINA: IN FIERA LA VENDITA DI “PARKING PASS”

“Parking Pass” in distribuzione alla trentacinquesima Fiera campionaria di Venturina. Un’opportunità in più per acquistare la tessera prepagata riservata ai residenti, per posteggiare nelle aree gestite da Parchi Val di Cornia, senza limiti di orario di sosta. La “Parking Pass” può essere infatti ritirata presso lo stand della società Parchi, all’interno dell’area espositiva, presentando le carte di circolazione delle auto che si vogliono registrare.

La tessera da esporre sul cruscotto dell’auto, personale e nominativa, costa 32 euro ed è valida per due auto dello stesso nucleo familiare – da utilizzare nei parcheggi della Costa Est e di Baratti, fino al 29 settembre, ultimo giorno di apertura dei parcheggi a pagamento. La card non dà diritto alla riserva del posto, per evidenti ragioni organizzative e di gestione, ma consente soste illimitate in tutti i parcheggi disponibili. In occasione del inaugurazione della Campionaria, sabato 27 maggio i “Parking Pass” verranno distribuiti dalle ore 10,30 alle 12,30 e dalle 18 alle 23. Invece, domenica 28 dalle 17 alle 23 e lunedì 29 dalle ore 18 alle 23. In vendita anche da giovedì 1 giugno a domenica 4 dalle ore 17 alle 23. Per informazioni sui punti vendita telefonare allo 0565226445 oppure allo 0565261142.


PIOMBINO: I BAMBINI VIGILI PER UN GIORNO

Lunedì 29 maggio i bambini, armati di penna e blocchetti, andranno in giro per la città ad osservare i comportamenti scorretti di chi sta al volante, lasciando sulle auto mal parcheggiate le cosiddette multe “morali”, cartoncini colorati e disegnati direttamente dai più piccoli, che hanno l’obiettivo di sensibilizzare il mondo dei grandi e di favorire un uso più razionale delle auto. Giovedì 1 giugno la stessa iniziativa si ripeterà anche a Riotorto.

Un’idea semplice, quella delle multe simboliche, adottata anche in altre città, che, attraverso un gioco, dovrebbe far riflettere su un problema annoso, spesso relativo alla presenza di un numero troppo elevato di auto private nei centri ubani. L’iniziativa, organizzata nell’ambito del progetto “La città dei bambini” su proposta dei consiglio dei piccoli, si svolgerà nel pomeriggio di lunedì a partire dalle ore 16,00 e coinvolgerà molti bambini di 9, 10 e 11 anni. Si ritroveranno davanti alla sede del consiglio dei bambini, in via Cavour, e da lì si divideranno in gruppi per controllare le soste in vari punti della città, aiutati da alcuni vigili urbani.

A Piombino un’iniziativa simile era già stata realizzata un paio di anni fa, ma aveva coinvolto soltanto i bambini del consiglio. Adesso invece, l’adesione sarà molto più alta perché aperta a tutti i bambini di quella fascia di età, e questo darà la possibilità di verificare diversi quartieri.

Per venire incontro alle richieste di maggiore sicurezza sulle strade cittadine, inoltre, l’amministrazione comunale ha accolto recentemente la richiesta dei bambini di dipingere di blu alcuni passaggi pedonali della città, quelli in prossimità di tutte le scuole. In questi giorni infatti gli attraversamenti pedonali nei pressi degli edifici scolastici sono stati rifatti e colorati secondo le indicazioni dei bambini, con la speranza che questo serva ad evidenziare meglio l’attraversamento e a far rallentare le auto lasciando la precedenza ai pedoni.


PIOMBINO: VENERDÌ SI INAUGURA IL MURALES AL PERTICALE

Venerdì 26 maggio alle ore 11,30 si inaugura il murales che i ragazzi del centro di salute mentale “L’ancora” di Venturina hanno raffigurato su una parete esterna della palestra del Perticale.

L’iniziativa, nata su proposta dell’Unità Funzionale di salute mentale della Asl6 e dell’associazione Samarcanda nell’ambito del progetto regionale Portofranco, vuole essere un segno visibile della presenza di tutte le differenze. Al progetto partecipano anche il comune di Piombino, la cooperativa Cuore, il comitato Uisp di Piombino, Spazio H e “La Provvidenza”, “Comunicare per crescere” . Il murales è stato realizzato con l’aiuto operativo di 2 grafici, Stefano Pilato e Riccardo Bargellini della cooperativa sociale “Blu Cammello” di Livorno.

All’inaugurazione, che sarà una vera e propria festa, partecipano il sindaco Gianni Anselmi, l’assessore alle politiche sociali Anna Tempestini, i responsabili del servizio psichiatrico, il presidente della circoscrizione Porta a Terra Desco, i bambini e le insegnanti della scuola Perticale. “La Porta è stretta”, titolo del murales, diventa allora metafora delle difficoltà di tutti gli attraversa-menti, un segno di riconoscimento della diversità di tutti i linguaggi possibili.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.5.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 19 ore, 55 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it