NOTIZIE BREVI DALLA VAL DI CORNIA DEL 29 APRILE 2006

Vediamo insieme le notizie di oggi e gli appuntamenti che ci aspettano per il 1° maggio in Val di Cornia.
Premi su: Leggi Tutto…

SUVERETO: PREMIO DI POESIA “IL GHIBELLINO” ISCRIZIONI FINO A SABATO 6 MAGGIO

C’è tempo fino a sabato 6 maggio per partecipare al premio nazionale di poesia intitolato “Il Ghibellino” organizzato dall’associazione “Amici di Suvereto” con il patrocinio del Comune ed in collaborazione con l’Ente valorizzazione e l’azienda agricola “Bulichella”.

Il concorso si divide in due sezioni. La prima è a tema libero: gli interessati devono inviare da una a tre poesie inedite (massimo 40 righe) in cinque copie. Su una copia andranno riportati i dati anagrafici dell’autore, insieme al proprio recapito telefonico. La seconda sezione quest’anno è dedicata alla “Città dell’olio” ed i partecipanti possono partecipare con una sola poesia dedicata appunto all’olio, osservando le stesse regole della sezione libera. Al vincitore di questa sezione sarà però riservato un premio speciale. I poeti interessati devono inviare i propri lavori all’associazione “Amici di Suvereto”, in via Libertà 18, cap 57028. All’interno del plico postale dovranno inoltre essere acclusi 10 euro per la copertura delle spese di segreteria.

Gli organizzatori della rassegna di poesia hanno previsto premi dal primo al decimo classificato. A giudicare tutti gli elaborati sarà un’apposita giuria, i cui componenti saranno resi noti solo all’ultimo momento. Dal primo al terzo classificato della sezione a tema libero ed al vincitore del premio speciale sezione “Città dell’olio”, oltre a coppe, trofei ed altri premi di rappresentanza, gli organizzatori della manifestazione offrono anche un soggiorno per il fine settimana del 3 e 4 giugno per due persone all’interno dell’agriturismo “La Bulichella” a Suvereto. Per altre informazioni, telefonare allo 0565/829512 oppure al 333/9326008.


VAL DI CORNIA: PARCHI E MUSEO APERTI IL PRIMO MAGGIO

Natura e archeologia gli ingredienti per un primo maggio esclusivo nei Parchi e musei della Val di Cornia. Un’occasione per regalarsi una giornata in libertà, tra il mare e la storia.

Sono aperti anche lunedì primo maggio i parchi della Val di Cornia, oltre al sabato e la domenica, dalle ore 10 alle 18, mentre il museo archeologico del territorio dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, con la possibilità di scegliere una delle tante visite guidate. Dai suggestivi percorsi del Parco archeominerario di San Silvestro ai fasti dell’età etrusca nel Parco archeologico di Baratti e Populonia.

Mentre, attraverso ricostruzioni dei paesaggi, delle attività e degli ambienti antichi, nel Museo archeologico del territorio a Piombino si scoprono le trasformazioni dalla preistoria all’età moderna. Per informazioni 0565226445.


L’UDC DI PIOMBINO SOSTIENE IL SINDACO DI RIO MARINA BOSI

«Leggendo sulla stampa le dichiarazioni di alcuni esponenti del centrosinistra riguardo le prossime elezioni amministrative al Comune di Rio Marina –
commenta il segretario Coppola dell’UDC di Piombino – in qualità di dirigente provinciale dell’Udc ,di segretario comunale del partito a Piombino dove vive una grossa comunità di riesi e svolgendo la mia attività professionale all’Isola d’Elba, mi sento in dovere di replicare».

«La cosa che colpisce principalmente è il riferimento all’esigenza di avere un forte collegamento nazionale che oramai il Sindaco uscente Bosi non può più avere dato che il centrodestra ha perso le elezioni – continua Coppola – teoria politica limpidissima e chiara quella del centrosinistra, che sinceramente non è facile condividere. Forse questa è una forma di cultura totalitarista che vorrebbe il potere a tutti i livelli dello stesso colore, ma noi siamo molto più moderati e cerchiamo di scindere i ruoli istituzionali da quelli prettamente politici di parte, non dimenticando che siamo in un paese democratico.

Durante il governo del centrodestra abbiamo visto spesso e volentieri un Ministro della Repubblica venire a Piombino per incontrare il Sindaco di centrosinistra e per discutere sui problemi locali e su possibili finanziamenti pubblici, quindi la domanda che mi pongo è se potrebbe avvenire lo stesso a parti invertite oppure ci potrebbe essere un bieco ostracismo fazioso di staliniana memoria. Spero – conclude Coppola – che prevalga il senso di responsabilità istituzionale e che le affermazioni rilasciate siano solo un fermento del periodo preelettorale e non un vero e proprio disegno politico.
Io sono dell’opinione che Rio Marina abbia ancora bisogno del Sindaco Bosi per continuare a perseguire il cammino di sviluppo intrapreso, in passato i tanti anni di governo di sinistra l’avevano relegata ad essere il fanalino di coda dell’Isola d’Elba nonostante il fascino del paese e della natura circostante. Pertanto invito la comunità riese di Piombino a sostenerlo tramite i loro parenti ed amici che risiedono sull’isola per riconfermarlo alla carica di Sindaco».

PIOMBINO: ULTIMI APPUNTAMENTI PER IL CONCORSO RIVIERA ETRUSCA

Ultimi giorni di audizioni al castello per i giovani musicisti partecipanti alla settima edizione del concorso nazionale “Riviera Etrusca”, organizzato dall’associazione culturale “Etruria classica” con il patrocinio e il contributo della Provincia di Livorno, del Comune di Piombino (assessorati al turismo e alle politiche culturali) e della Regione Toscana.

Da venerdì 21 tanti giovani musicisti, oltre 300, hanno avuto l’opportunità di confrontarsi e di ricevere premi dalle commissioni giudicatici, formate da docenti di conservatorio e musicisti di fama internazionale. Ai vincitori del concorso vengono assegnati premi in denaro con borse di studio, esibizioni in concerti di prestigio, una chitarra “Giannini” per la sezione chitarra, e, per il vincitore del premio speciale “Benedetta Mastrandrea”, un violino “Grozen” del 1929 del valore di alcune migliaia di euro. Le audizioni del concorso si sono concluse sabato pomeriggio 29 aprile con il pianoforte solista. Domenica pomeriggio, invece, alle ore 17,00, si svolgerà il concerto finale di tutti i vincitori assoluti con assegnazione di un premio unico da parte del pubblico, chiamato ad esprimere un voto

WOODSTOCK DAY A BARATTI IL PRIMO MAGGIO

Dopo il successo degli anni passati l’amministrazione comunale organizza per il primo maggio a Baratti la terza edizione del Woodstock Day. Un’iniziativa congiunta dell’assessorato al turismo e alla cultura insieme alla Woodstock associazione per la musica, dedicata in modo particolare ai giovani per celebrare la festa dei lavoratori.

La manifestazione sarà incentrata su vari tipi di musica, con alcune band locali molto conosciute come BWP ironic rock, gruppo elbano, Jingo Band, tributo a Santana, e Dak Side tributo ai Pink Floyd.
Insieme a questo, sempre a Baratti, ci sarà un mercato dell’artigianato con vendita di dischi da collezione e usati, un punto di ristoro allestito dal gruppo di motociclisti “Germi Tuscani”, un gazebo dell’Avis.
La manifestazione inizierà alle 15,00 e si protrarrà fino alle 19,00 circa. A presentarla sarà Sara Chiarei, mentre l’audio service verrà curato da Nipa Studio.

Per consentire l’accesso a Baratti, una volta esauriti i parcheggi autorizzati della Società della Parchi, sarà possibile usufruire del parcheggio di via delle Caldanelle. Di qui partirà un bus navetta di collegamento con Baratti e Populonia.
All’iniziativa, sostenuta da numerosi sponsor, hanno aderito inoltre i tre sindacati confederali CGIL-CISL-UIL , associazioni di categoria Consercenti, Confcommercio, CNA e numerosi commercianti di Piombino.


PIOMBINO: LA FORZA DELLA PAROLA E L’IMPEGNO CIVILE CON MARCO PAOLINI

Si conclude con uno spettacolo di Marco Paolini, rappresentante di spicco del “teatro di narrazione” e autore del famoso Racconto del Vajont, la rassegna teatrale 2005-2006 organizzata da comune di Piombino in collaborazione con Fondazione Toscana spettacolo di Firenze.

“Appunti foresti”, il titolo della sua ultima performance già rappresentata in molte piazze italiane, sarà in scena al Metropolitan martedì 2 maggio alle ore 21,15. Lo spettacolo è il riallestimento de “Il Milione quaderno veneziano”, in una versione in cui l’evocazione scenica è affidata solo alla parola dell’attore, che si fa musica, scena, racconto. Un intreccio di storie antiche e contemporanee, che segue arabeschi da tappeti orientali e strani personaggi: abusivi di terra e di mare, turisti di ogni parte del mondo, comitati antisfratti, le beghine di Venezia, più agguerrite di vecchi parà e maro’, nel tentativo di dar dignità agli sforzi di chi ha deciso di continuare ad abitare nella città più scomoda d’Italia.

Tutto questo in un panorama quasi surreale svelato attraverso il racconto di un personaggio, Campagne, uomo di terraferma, che, in barca con Sambo, misterioso personaggio ricco d’esperienza della città-isola e dei suoi mille anni, si fa al tempo stesso Rustichello da Pisa e Marco Polo nel tentativo di dettare e trascrivere storie ed orizzonti: isole, paesi, mercati, caravanserragli, dall’isola alla Cina, passando per Mestre, Marghera e tutto il Nord Est, diventando emblematicamente “terra delle villette”, al di là della Tangenziale e della linea Maginot dei Centri commerciali che separa Venezia dal resto del mondo. Da solo sul palco, l’inesauribile autore-attore sequestra il suo pubblico ricostruendo avvenimenti, volti e ambienti con la sola forza della sua parola e dei suoi gesti. Ogni monologo di Paolini è un viaggio attraverso la memoria perché un paese che dimentica se stesso è un paese triste.

PIOMBINO: DANIELA PADOAN E LE MADRI DI PLAZA DE MAYO

La Commissione Pari Opportunità insieme al comune di Piombino promuove un incontro, mercoledì 3 maggio alle ore 17 al castello, dedicato alle madri argentine dei desaparesidos con la presentazione del volume di Daniela Padoan, Le Pazze. Un incontro con le Madri di Plaza de Mayo (Bompiani, 2005 pp. 423, euro 9,50).

Il libro dà voce alle madri e ad alcuni sopravissuti che testimoniano ciò che accadde negli anni della dittatura militare argentina (1976-’83), un insieme di frammenti di vita raccolti in conversazioni tra l’autrice e le madri, svolte durante un lasso di cinque anni.
Le madri di Plaza de Mayo rappresentano una presenza permanente, puntuale, la cui intransigenza è stata determinante, diventando simbolo nel mondo della lotta contro l’ingiustizia, della capacità femminile di cambiare il mondo e della forza rivoluzionaria dell’amore materno.
Scrive Daniela Padoan nella postfazione: “Non hanno scelto ciò che si è abbattuto su di loro, ma ne hanno assunto la responsabilità, trasformandola in scelta etica, in un non poter essere altrimenti”.

Hanno sfidato con i loro corpi la peggiore delle dittature, non potevano fermarsi: “ciò che sentivano era, innanzitutto, l’inconciliabilità tra il loro aver dato la vita e l’accettare la morte; e una furia indomabile, che non concede nulla al carnefice, non una lacrima, non una implorazione”.
Daniela Padoan, giornalista e saggista, collabora con Il Manifesto ed altre testate giornalistiche. Ha lavorato per Rai Educational ed ha condotto varie trasmissioni per Radio Radi. E’ autrice di inchieste, studi ed interviste sulla condizione femminile come chiave di lettura di avvenimenti storici del Novecento.


SUVERETO: I PAESI COLLINARI CELEBRANO IL 1° MAGGIO

Come è ormai consuetudine, i tre comuni collinari della Val di Cornia, Suvereto, Sassetta e Monteverdi M.mo celebreranno insieme il !° Maggio, così come avviene per il 25 Aprile e per il 2 Giugno.

L’appuntamento è a Suvereto, in Piazza Vittorio Veneto, alle ore 10,00. Partecipano il Sindaco di Suvereto Giampaolo Pioli, quello di Sassetta FaustoLorenzelli e quello di Monteverdi M.mo Carlo Giannoni. Dopo un breve saluto del Sindaco di Suvereto, interverrà William Ferrari, segretario provinciale della CGIL. Partecipa la banda musicale di Monteverdi e Canneto, delegazioni sindacali e politiche. Tutti i cittadini sono invitati.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.4.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 12 giorni, 0 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it