I RISULTATI DELLE POLITICHE 2006 IN VAL DI CORNIA

In Val di Cornia, terra “rossa” per eccellenza, la sfida tra Prodi e Berlusconi ovviamente non ha avuto storia, finendo con un 75,5% contro il 28,5%, ma questa volta il voto locale lascia molti spunti alla riflessione che i partiti saggiamente dovrebbero cogliere.

Per prima cosa l’Ulivo del 2006 ha preso meno della somma tra Ds e Margherita insieme nelle Politiche del 2001 di oltre due punti e mezzo. In altri termini ai due partiti sono mancati 1.333 voti.
I Ds, se consideriamo i dati del Senato, si fermano al 43,13%, la Margherita al 5,91%. A perdere è soprattutto il partito di Rutelli, costretto a cedere spazi ad una riorganizzata Udc, che da morta e sepolta, risorge con un buon 4,6% ed è l’unico vero vincitore morale di queste elezioni in Val di Cornia con 1.108 voti rispetto ai 322 (+3,22%) rispetto alle politiche del 2001.

Restano all’interno della coalizione Prodi, qualcosa ha scricchiolato anche all’interno di Rifondazione. Senza dubbio un buon voto alla Camera (8,8%), ma che resta lontano dall’exploit delle comunali 2004, quando raggiunse il 9,75%.
A questo fa il controcanto invece la punta d’orgoglio dei Comunisti italiani che hanno conquistato il 3,12% e quella manciata di voti in più che nelle comunali fece perder loro l’ambito seggio. In calo sono invece i Verdi che si fermano al 2,18% contro il 4,11% ottenuto nelle comunali.
Mezzo flop anche della Rosa nel pugno, bloccata sul 2%, quando nelle comunali piombinesi di due anni fa lo Sdi da solo ottenne il 5,41%.

Premi su: Leggi Tutto…

Passando al centrodestra non può certo cantar vittoria Forza italia che con 2.178 voti si ferma al 13,6% contro il 19 ottenuto nelle politiche del 2001. Sempre sulle precedenti politiche guadagna un punto netto invece An, che però perde la posizione di privilegio ottenuta dall’assenza di una lista di Forza italia nelle comunali che gli consentì di diventare il secondo partito della città con un imprevedibile 10,17%.

Anche nel resto della Val di Cornia il voto ha confermato la stessa tendenza, anche se con variabili rispetto a Piombino che sarebbe, soprattutto per i partiti, importante approfondire.
A Campiglia l’Ulivo con il 48,9% ancora una volta non raggiunge la posizione di Ds e Margerita nelle predenti Politiche. Ancora una volta a perdere di più è la Margherita che ottiene il 5,6% al Senato contro il 9,4% del 2001. Sostanzialmente al palo i Ds, anche se poi riguadagnano qualcosa al Senato.

San Vincenzo si conferma invece il terreno più favorevole per Forza Italia. Il 18,4% ottenuto è tuttavia di oltre 5 punti rispetto al 2001. Anche se in totale la Cdl ottiene il 35% che è la percentuale più alta di tutta la Val di Cornia, cui ha contribuito il 10,3 raccolto da An.

Poche le variazioni che si sono registrate invece nei comuni minori.

Sassetta si conferma il baluardo di Rifondazione comunista (17,68%) l’Ulivo fa qui la sua prestazione peggiore del comprensorio (35,98%).

Suvereto si conferma la più rossa, con Ulivo, Rifondazione e Comunisti italiani che vanno oltre il 70%.
Monteverdi al contrario ha rappresentato il punto più basso per l’Unione, mentre Forza italia e An confermano il loro radicamento.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.4.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 18 ore, 22 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it