PIOMBINO: CONVEGNO SU CITTA’ ED INDUSTRIA IN ITALIA

Mercoledì 19 Aprile presso il teatro Metropolitan di Piombino Convegno dal titolo «La città e l’Industria nel futuro dell’Italia». Saranno presenti importanti personaggi nazionali a partire dal Presidente di Confindustria Montezzemolo, il segretario della CGIL Epifani ed il Senatore Amato.

Tema principe del dibattito sarà la dimensione globale dell’economia, che richiede scelte politiche ed economiche concrete, che tengano conto dei territori, delle loro peculiarità e vocazioni produttive, del rispetto per l’ambiente e per la qualità della produzione.

Partendo quindi dall’analisi del contesto toscano, particolarmente significativo per il ruolo che svolge nell’economia italiana, il convegno vuole offrire un momento di approfondimento e di analisi delle politiche economiche e industriali in Italia in rapporto al panorama internazionale.
Da questo punto di vista Piombino, come grande realtà siderurgica nazionale, costituisce un osservatorio importante. Le grandi aziende presenti sul territorio continuano a rappresentare un patrimonio non solo piombinese o toscano, ma dell’intero Paese. La recente acquisizione da parte del Gruppo russo Serverstal della maggioranza di azioni della Lucchini, ha proiettato il caso Piombino in una dimensione ampia, connessa alle dinamiche delle multinazionali internazionali. La creazione di un giusto equilibrio tra industria/porto/servizi/turismo, con una qualificazione e uno svilupo adeguato dei servizi, può rappresentare quindi un modello di sviluppo possibile per questo territorio.
Per fare questo è necessario avere una base importante di industria a media/alta tecnologia, compatibile con l’ambiente, moderna e competitiva.

Tutte le possibilità di sviluppo del paese, che portino anche ad un aumento dell’occupazione, passano per un processo di modernizzazione basato sulle innovazioni di impresa e di sistema. Processo difficile, anche alla luce della scarsità di risorse disponibili, senza un ruolo forte dello Stato che indirizzi il mercato verso obiettivi di competitività, qualità ed equità.
Premi su: Leggi Tutto…

IL PROGRAMMA:

MATTINA
“Piombino e la Toscana. Ambiente, economia, governo del territorio”
ore 9,30 Gianni Anselmi, sindaco di Piombino – relazione introduttiva
ore 9,50 Mauro Grassi, direttore generale settore “Politiche Territoriali e Ambientali” Regione Toscana “La Toscana e le politiche industriali”
ore 10,10 Giorgio Kutufà, presidente provincia di Livorno “L’ industria e la logistica nella
provincia di Livorno”
ore 10,30 Luciano Guerrieri, presidente Autorità Portuale Piombino “Il porto di Piombino”
ore 10,50 Vezio De Lucia, consulente Piano Strutturale Val di Cornia “Il Piano strutturale d’area”
ore 11,10 Sonia Cantoni, direttrice Arpat Regione Toscana “Il quadro normativo in materia ambientale” “L’industria italiana, progetti e strategie”
ore 11,30 Tavola rotonda: “La siderurgia tra globalizzazione e territori”

Partecipano:
Giovanni Gillerio amm.re delegato Gruppo Lucchini

Cesare Ricceri amm.re delegato Arcelor Piombino

Giovanni Piazza direttore Dalmine Piombino
Yann Inghilesi amm.re Dalpex
ore 13,00 Riccardo Conti, ass.re al Territorio e alle Infrastrutture Regione Toscana
Conclusioni
ore 13,30 Buffet

POMERIGGIO
ore 14,30 Pier Carlo Padoan dir. Fondazione Italianieuropei –
“I modelli di sviluppo locale nella globalizzazione”
ore 15,00 Pier Luigi Bersani europarlamentare
“Quali politiche industriali per l’Italia”
ore 16,00 Tavola rotonda: “Verso un’industria competitiva e sostenibile”
Partecipano:
Enrico Letta europarlamentare
Luca Cordero di Montezemolo presidente di Confindustria
Edoardo Zanchini resp. politiche ambientali segreteria nazionale Legambiente
Guglielmo Epifani segretario nazionale CGIL
Giuliano Amato senatore

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.4.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 10 ore, 12 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it