ELEZIONI: LE NOVITÀ DELLA RIFORMA ELETTORALE

In questi giorni gli uffici elettorali dei Comuni stanno predisponendo gli adempimenti necessari per le elezioni politiche del 9 e 10 aprile 2006.
Rispetto alle ultime politiche del 13 maggio 2001 molte sono le novità introdotte dalla riforma della legge elettorale che ha modificato il sistema per l’elezione della Camera dei Deputati e del Senato.
Sinteticamente queste sono le principale novità introdotte.

Premi su: Leggi Tutto…

Sistema proporzionale con premio di maggioranza
Per la Camera la riforma elettorale ha introdotto una rappresentanza proporzionale in ambito nazionale, con eventuale premio di maggioranza in modo che lo schieramento vincitore ottenga in ogni caso almeno 340 deputati (su un totale di 630). Scompaiono quindi i collegi uninominali.
Per il Senato, invece, 301 senatori verranno eletti in modo proporzionale su base regionale secondo le nuove norme, 6 nella circoscrizione estero, 7 in Trentino Alto Adige con sistema uninominale, 1 in Valle d’Aosta sempre con l’uninominale. In sostenza in 18 regioni si voterà con il sistema proporzionale a liste bloccate (senza preferenze) con liste concorrenti su base regionale anziché con il sistema misto in vigore dal 1993 fino ad oggi (75% uninominale e 25% proporzionale). Anche qui con premi di maggioranza regionali che attribuiscono alla forza vincitrice, regione per regione, almeno il 55% dei seggi.
Paradossalmente potrebbe succedere quindi che, per quanto riguarda il Senato, le coalizioni premiate siano diverse tra le singole regioni, diversamente dal premio previsto alla Camera che è calcolato su base nazionale, e quindi attribuisce al vincitore una robusta maggioranza assoluta. Si potrebbe verificare inoltre un Senato con una maggioranza di “colore” diverso da quello della Camera dei Deputati, e questo potrebbe essere causa di una maggiore instabilità per il sistema politico complessivo.


Liste bloccate

I seggi vengono attribuiti alle liste secondo l’ordine di presentazione dei candidati (cosiddette liste bloccale) ad eccezione dei Deputati e dei Senatori eletti con sistema proporzionale e possibilità di voto di preferenza, dai cittadini italiani residenti all’estero per la Circoscrizione Estero;


Soglie di sbarramento

Il nuovo sistema introduce dei limiti per l’assegnazione dei seggi con tre soglie di sbarramento – diverse da Camera e Senato – che i partiti, singolarmente o rappruppatti in coalizioni devono superare per concorrere al riparto dei seggi.
Per la camera le soglie sono le seguenti: coalizioni di più partiti devono raggiungere almeno il 10% dei voti, partiti singoli almeno il 4% dei voti, singoli partiti all’interno di coalizioni che hanno ottenuto il 10%, almeno il 2% dei voti.


Due sole schede di voto

Le schede di voto si riducono quindi a due (prima erano tre) dal momento che scompare il doppio sistema di voto proporzionale e uninominale alla Camera.
La scheda riporta solo il simbolo di ogni partito senza riportare la lista dei candidati. L’elenco dei partiti collegati tra di loro sono disposti verticalmente su un’unica colonna.


Scrutatori “nominati”

Gli scrutatori non vengono più sorteggiati ma nominati all’unanimità o, in mancanza di questa, con singole votazioni, sezione per sezione, dalla Commissione Elettorale Comunale, da 4 consiglieri comunali effettivi + 4 supplenti.


I Presidenti di seggio

I Presidenti di seggio vengono nominati con decreto dal presidente della Corte d’Appello competente. Ogni Presidente nominerà un segretario che deve essere elettore del Comune e in possesso di un diploma di scuola secondaria di 2° grado. Nei prossimi giorni saranno noti i nominativi dei Presidenti nominati per il Comune di Piombino.


Quando si vota

Domenica 9 aprile dalle 8 alle 22 e lunedì 10 aprile dalle 7 alle 15. Sono necessari un documento d’identità e la tessera elettorale.


Le sezioni a Piombino (LI)

Ogni elettore deve recarsi a votare nella propria sezione elettorale al quale è iscritto. Nel Comune di Piombino le sezioni sono 43, di cui l’ultima è sezione ospedaliera ubicata presso l’ospedale di Villamarina riservata ai degenti. Gli altri sono suddivisi per stradario e sono ditribuiti nei centri abitati della città, del Cotone, di Riotorto e di Colmata.
Confermate le seguenti scuole come sedi di seggio elettorale: ITIS di via Pacinotti (sezioni 1, 2, 3, 4); scuola elementare D. Alighieri, (sez. 5,6,7,8), scuola materna via San Francesco (sez. 9, 10,11,12), scuola elementare XXV aprile (sez. 13, 14, 15, 16), scuola elementare “Il Perticale” (sez. 17, 18, 19, 20), ITC “Einaudi” viale Michelangelo (sez. 21, 22, 23), scuola media via Togliatti (sez. 24, 25, 26, 27), scuola elementare Diaccioni (sez. 28, 29, 30,31), IPC “Ceccherelli” viale Pertini (sez. 32,33,34,35), magazzini comunali del Cotone (sez. 36 e 37) , Multizonale, Colmata (sez. 38), scuola elementare Populonia (sez. 39) scuola media – Riotorto (sez. 40, 41, 42), ospedale di Villamarina (sez. 43).

Da lunedì 4 fino a sabato 8 aprile l’ufficio elettorale, che ha sede presso il palazzo comunale in via Ferruccio, sarà aperto da dalle ore 9 alle ore 19,00 per il rilascio dei certificati elettorali. Nei giorni d’elezione l’apertura segue l’orario dei seggi. Tel. 0565 63214- 63215.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.3.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 21 ore, 16 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it