NOTIZIE BREVI DALLA VAL DI CORNIA DEL 20 FEBBRAIO 2006

Nelle brevi di oggi nuova veste per i giardini di Salivoli; il No ad ulteriori dilazioni temporali nei confronti della Lucchini; il nuovo bilancio 2006 del comune di San VIncenzo; ASA che ora è certificata per la responsabilità sociale; e il nuovo corso per tecnico oleario.
Premi su: Leggi Tutto…

PIOMBINO: UNA NUOVA VESTE PER I GIARDINI DI SALIVOLI

Iniziano in questi giorni i lavori per la riqualificazione dei giardini di piazza Lega a Salivoli. L’intervento sarà realizzato quasi interamente in economia dal settore lavori pubblici grazie al trasferimento da parte della circoscrizione Falcone Montemazzano di una quota residuale di bilancio finalizzata al recupero di aree a verde nel quartiere.

Nel piazzale “belvedere”, uno degli angoli più suggestivi della costa urbana, verranno impiantante 12 nuove piante di olivo a sostituzione e integrazione dei pini che stanno danneggiando il camminamento esistente. Saranno posizionati inoltre panchine e tavoli per garantire la fruizione dell’area. La valorizzazione dello spazio urbano interesserà anche la terrazza sottostante, che sarà piantumata a giardino e arricchita da punti seduta.

“Il nostro obiettivo – spiega la presidente della Circoscrizione Bruna Geri – è quello di dare seguito al progetto di ridefinizione e recupero dell’arredo urbano valorizzando la passeggiata a mare che unisce viale Amendola a Calamoresca, dopo il ripristino dei giardini di Largo Fattori della scorsa legislatura. Abbiamo ritenuto quindi che anche piazza Lega meritasse una nuova veste. Siamo convinti che quando i lavori saranno conclusi questo angolo di verde pubblico che si affaccia direttamente sull’arcipelago riacquisterà l’importanza che merita”.


PIOMBINO: IL SINDACO, NO AD ULTERIORI DILAZIONI SULLA 27 FORNI

All’indomani delle dichiarazioni con cui la Lucchini ha comunicato l’intenzione di chiudere la batteria 27 forni della cokeria, chiedendo, però, tempo fino al 31 maggio, il sindaco replica che non concederà dilazioni.

Sulle dichiarazioni della Lucchini in merito alla batteria 27 Forni, il sindaco Gianni Anselmi dichiara: “Prendo atto con soddisfazione dell’intenzione manifestata pubblicamente dalla Lucchini di “ottemperare prontamente” all’ordinanza sindacale sulla 27 forni.
Faccio altresì rilevare che, nella situazione data, l’azienda non può autonomamente concedersi dilazioni che non siano state accordate né dal TAR Toscana né dal Consiglio di Stato.
Considero infine il riferimento alle possibili ripercussioni occupazioni dell’ordinanza superato, strumentale e non utile alla costruzione di un clima di reciproca fiducia sulle prospettive dello stabilimento”.


SAN VINCENZO: ICI INVARIATA E DIMINUZIONE DELLA TARIFFA RIFIUTI

ICI invariata, sconto del 5% sulla tariffa rifiuti per le abitazioni, aumento della spesa sociale, tagli alla spesa corrente, in particolare per la spesa del personale. E se la situazione non cambierà, il Comune potrà investire solo 1 milione e 200 mila euro, un sesto di quello che ha investito lo scorso anno. Sono queste le linee principali della proposta di Bilancio 2006 del Comune di San Vincenzo, sulla quale si è aperto questa settimana il confronto con le parti sociali ed economiche della città e quello pubblico con i cittadini che culminerà nell’assemblea di venerdì 24 febbraio alle 21 presso la sala del consiglio.

“La proposta di bilancio che presentiamo deve fare i conti con la realtà difficile alla quale le ultime finanziarie ci hanno purtroppo abituato“, commenta il Sindaco Michele Biagi. “In particolare saremo costretti a comprimere la spesa del personale e a bloccare gli investimenti a poco di più di un milione di euro. Se si pensa che solo per le manutenzioni ordinarie il nostro comune spende 700 mila euro l’anno, si capisce quanto questa cifra sia inconsistente. In ogni caso lo scorso anno abbiamo finanziato e dunque garantito la realizzazione di alcune opere importanti che partiranno nel 2006: il Cinema Verdi, il rifacimento delle strade a mare, la metanizzazione di San Carlo, il prolungamento di via della Stazione e l’ampliamento della zona artigianale.” Significativa invece la manovra fiscale proposta nel Bilancio: ICI invariata al 4 per mille sulla prima casa, e riduzione della tariffa rifiuti per le abitazioni, sia le prime che le seconde case. Anche il leggero aumento previsto sulla tariffa rifiuti per le attività produttive potrebbe essere annullato grazie all’attività di recupero in corso, così come hanno richiesto le categorie economiche nell’incontro con l’amministrazione di mercoledì sera.

“Questa operazione è possibile” spiega l’assessore al Bilancio Leonardo Caporioni “grazie all’attività di recupero dell’evasione fiscale sia sull’ICI che sulla tassa rifiuti che è stata fatta dal nostro ufficio tributi in questi anni. Un’attività che proseguirà anche quest’anno con i controlli sulle categorie catastali degli appartamenti e che crediamo ci possa portare a recuperare altra evasione. E’ un lavoro sul quale il Comune ha investito tanto e che ha consentito di recuperare molti soldi, ma soprattutto di allargare in maniera stabile la base dei contribuenti. Per questo possiamo attuare la nostra idea che si può pagare meno pagando tutti e, da un lato diminuire la tariffa rifiuti, dall’altro far restare l’ICI sulla prima casa al minimo di legge”.

Sul fronte sociale invece l’impegno dell’amministrazione sarà quello di aumentare di 3 euro il contributo all’ASL per la gestione dei servizi sociali del territorio, tamponando almeno per il 2006 la grave situazione che si è venuta a creare con il taglio del 50% al fondo sociale fatto dal governo. La spesa sociale dunque sarà riconfermata, così come non subiranno tagli i fondi destinati alla cultura, alle associazioni e alla promozione di eventi e spettacoli. Subiranno una aumento del 5%, invece, le tariffe della mensa scolastica e del nido, che non venivano toccate dal 2001. La proposta di bilancio passerà adesso alla valutazione della commissione consiliare e arriverà all’approvazione del consiglio nei primi giorni di marzo. Intanto il Sindaco si dichiara soddisfatto degli incontri avuti sia con le categorie economiche e i sindacati, sia con la frazione di San Carlo e si prepara all’assemblea pubblica generale del prossimo venerdì 24 febbraio.


LIVORNO: ASA SPA È CERTIFICATA SA 8000

Nel corso dell’ultima riunione del 2005 il comitato tecnico del RINA ha giudicato conforme alle norme vigenti il sistema di gestione per la responsabilità sociale messo in campo dalla nostra Azienda. ASA Spa – gestore unico del servizio idrico integrato dell’Ato 5 Toscana Costa ed operante anche nel settore gas – ha, dunque, ottenuto la certificazione SA 8000:2001. Si tratta di un risultato importante, anche perchè ASA è una delle prime ex municipalizzate in Europa nel settore acqua/energia a conseguire questo riconoscimento.

La sigla, che significa Social Accountability (ovvero Responsabilità Sociale), è il primo standard diffuso a livello internazionale da parte del SAI (Social Accountability International) circa la responsabilità sociale di un’azienda.

La struttura della SA 8000 stabilisce, oltre ad otto requisiti sociali specifici, il rispetto da parte delle aziende delle leggi nazionali vigenti, di alcuni documenti internazionali (ad es. la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell’ONU, la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia dell’ONU, ecc.) e di tutti i requisiti sottoscritti dall’azienda stessa. Nel caso in cui SA8000 e le altre leggi vigenti riguardino la stessa materia, l’azienda deve applicare quella che risulta più restrittiva, più garantista rispetto ai diritti dei lavoratori.

Gli otto requisiti sociali che devono essere soddisfatti dall’azienda sono i seguenti: lavoro infantile; lavoro obbligato; salute e sicurezza sul lavoro; libertà di associazione e diritto alla contrattazione collettiva; discriminazione; procedure disciplinari; orario di lavoro; criteri retributivi. A questi si aggiunge un nono requisito relativo all’adozione da parte dell’azienda, di un sistema di gestione della responsabilità sociale orientato al miglioramento continuo.


VENTURINA: CORSO GRATUITO PER TECNICO OLEARIO

Sviluppo Italia Toscana, in partenariato con l’Associazione per l’agricoltura biodinamica e l’ISIS “M. Polo” di Cecina ed in collaborazione con Circondario della Val di Cornia, la Regione Toscana, il Ministero del Lavoro ed il Fondo Sociale Europeo organizza a Venturina un corso di qualifica gratuito per formare “Tecnici qualificati per il controllo della qualità olearia ”.

Il corso affronterà tematiche legate all’olivicoltura: dalle tecniche e gestione delle fasi di raccolta, conservazione, trasporto delle olive, della gramolatura, estrazione, separazione e conservazione del prodotto oleario a quelle connesse con la commercializzazione e la valorizzazione e tutela dei marchi di qualità dell’olio. Il percorso formativo prevede anche attività di laboratorio legate alla tracciabilità del prodotto oleario.

Il corso della durata di 600 ore è riservato a 12 allievi, disoccupati o occupati, in possesso del diploma di scuola media secondaria superiore, o di qualifica professionale di secondo livello, oppure di diploma di scuola secondaria di primo ciclo ed esperienza lavorativa biennale nel settore di riferimento. Il programma didattico è suddiviso tra lezioni in aula e stage in aziende di settore.

Per gli interessati è possibile fare domanda di candidatura fino al 10 Marzo. Per ulteriori informazioni rivolgersi a Sviluppo Italia Toscana, via della fiera,1, Venturina, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17. Oppure telefonare allo 0565/836122. Informazioni reperibili anche sul sito: www.sviluppoitaliatoscana.it.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.2.2006. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 17 giorni, 0 ore, 9 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it