NOTIZIE BREVI DALLA VAL DI CORNIA DEL 6 FEBBRAIO 2006

Nelle brevi di oggi tante notizie di politica e cultura dalla Val di Cornia; il comitato No porto a San Vincenzo che incontra il sindaco, il Comune di Piombino che vuole recuperare l’ICI, e l’inizio dei corsi di lingua del comitato territoriale. Inoltre l’UDC fa commento sull’ATM, Panerini presenta il suo nuovo libro di poesie e Dorino (DS) fa alcuni chiarimenti sulla democrazia in Italia.

Premi su: Leggi Tutto…

PIOMBINO: L’UDC COMMENTA IL CASO ATM

Pubblichiamo il commento del segretario dell’UDC relativo al Caso ATM a Piombino.

«Ci dispiace che il consiglio comunale non abbia approvato le mozioni presentate dalla “Lista Civica” che sosteniamo e da Rifondazione Comunista, che chiedevano un incontro con i vertici dell’Atm per chiarire la situazione di conflittualità tra i lavoratori e l’azienda.
Non comprendiamo le motivazioni per cui la maggioranza si sia opposta, dato che spesso in passato dirigenti delle ex aziende municipalizzate ancora a capitale pubblico abbiamo incontrato per chiarire alcune vicende particolari gli amministratori locali.

Il servizio erogato dall’Atm è un servizio pubblico che deve garantire efficienza e sicurezza ai cittadini e le forti polemiche interne all’azienda creano sicuramente instabilità.
I lavoratori denunciano un disagio che oramai da tempo sta minacciando la loro tranquillità ed i contrasti con i dirigenti sembra che non arrivino ad una soluzione.
Riteniamo che senza colpevolizzare nessuno e senza dare giudizi precipitosi, sarebbe stato opportuno che i rappresentanti dei cittadini venissero a conoscenza delle cause di tale malessere che rischia di compromettere il rapporto tra la città ed il servizio di trasporto pubblico, in modo da evitare qualsiasi tipo di strumentalizzazione politica sulla trasparenza della gestione aziendale.

Luigi Coppola


NUOVO LIBRO DI POESIE DI ANDREA PANERINI

E’ uscito, per le Edizioni della Libreria La Bancarella di Piombino, il volume Poesie sparse (1998-2003) di Andrea Panerini (pp. 68 – euro 8,50).

La pubblicazione, disponibile anche come e-book sul sito www.bancarellaweb.it, ripercorre cinque anni della poesia di uno dei giovani autori più significativi del panorama nazionale, già direttore per sei anni della collana poetica delle Edizioni Il Foglio e curatore di opere scritte da poeti del livello di Peter Russell, Ivan Fedeli e Maribruna Toni oltre che storico del pensiero politico e saggista (importante l’edizione recente di L’Italia, l’Austria e il Papa di Giuseppe Mazzini), e si fregia in appendice di commenti, osservazioni e appunti (spesso non modificati) dello stesso Panerini.

La raccolta, divisa in cinque sezioni per ordine cronologico, si compone di liriche riprese dai tre precedenti volumi dell’autore, rielaborati con spirito filologico e con una giusta dose di innovazione, oltre che da due preziosi inediti. Attendendo la raccolta nuova di zecca che uscirà entro la fine del 2006 o, al più tardi, nel primo semestre del 2007, è stato lo stesso autore che ha sollecitato, viste le pressanti richieste di molti lettori e il cessato rapporto con il precedente editore, questa edizione di pregio, stampata in un numero limitato di copie (tranne eventuali ristampe determinate dal mercato), firmate una per una.

La poesia di Andrea Panerini si caratterizza per una ripresa della tradizione novecentesca e una marcata propensione per la poesia erotica e d’amore, ove la connotazione omosessuale è forte, seppur universalistica. L’Autore si potrebbe definire un decadente postmoderno in cui la classicità si unisce alla lezione modernista. Sono parole fulminanti, che nascono dal vivere quotidiano, da lunghi tristi silenzi e da un diffuso pessimismo verso il mondo contemporaneo visto nella sua piena decadenza e nelle sue nuove barbarie. Solo il ricordo, in un passato classico, seppur anche doloroso, è dolce e familiare, come è familiare il libeccio che sconquassa gli alberi della natia Piombino e le dolci passeggiate fiorentine. Un’occasione imperdibile per scoprire il mondo intimo del poeta toscano.
Per info: www.bancarellaweb.it – labancarella@aruba.it


PIOMBINO: IL COMUNE VUOLE RECUPERARE L’ICI

Oltre un milione di euro di Ici non pagata negli anni 2000-2001. Questo l’esito di una operazione condotta dall’ufficio tributi comunale nel corso del 2005 che ha portato all’emissione di 2763 avvisi di accertamento e di liquidazione per irregolarità riscontrate nel pagamento dell’imposta sull’abitazione principale, terreni agricoli, aree fabbricabili, altri fabbricati.

Di questi, fino ad oggi ne sono stati riscossi circa 310mila. Il resto entrerà nelle casse comunali nei prossimi mesi. Chi riceve l’avviso ha infatti 90 giorni di tempo per mettersi in regola.

“Un’attività di recupero decisiva – spiega l’assessore al bilancio Massimo Giuliani – che ci ha consentito anche di abbassare l’aliquota sulla prima casa a Piombino.”
“Altro dato molto significativo, inoltre – continua Giuliani – è l’incremento, a partire dal 2002, di versamenti spontanei dei contribuenti di circa 170 mila euro l’anno, in larga misura indotto dall’attività di accertamento dell’ufficio.“

Nella stessa direzione va anche un altro progetto di recupero fiscale, finalizzato a verificare le classificazioni catastali. Nel mirino in particolare i fabbricati del territorio comunale classificati A/5, categoria attribuita a costruzioni modeste e vecchie, che invece potrebbero aver subito interventi di miglioramento tali da determinarne il passaggio ad una categoria catastale superiore. A questo proposito i proprietari di questi immobili sono stati invitati, con una lettera dell’ufficio patrimonio del comune, a presentare all’Ufficio Provinciale dell’Agenzia del Territorio di Livorno eventuali aggiornamenti catastali o denunce di variazione. In questo modo non incorreranno nelle sanzioni previste dalla legge ma potrà essere versata soltanto la differenza non pagata dell’imposta stessa. In seguito il comune farà propri controlli e accertamenti. L’iniziativa è stata adottata in base alle disposizioni della Finanziaria 2005 relative alle revisioni delle classi di immobili ormai ferme da anni.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di individuare le unità immobiliari non dichiarate al catasto o classificate con indici vecchissimi, non più rispondenti alle condizioni reali delle abitazioni, applicando criteri di maggiore equità. Nei prossimi mesi le verifiche proseguiranno anche sugli immobili classificati come A/4.


RIPARTONO I CORSI DI LINGUA DEL CENTRO TERRITORIALE DI PIOMBINO

Ripartono le iscrizioni per partecipare ai corsi di spagnolo e tedesco –livello iniziale e avanzato – destinato agli adulti, organizzato dal Centro Territoriale della Scuola Media A. Guardi già “Via Torino” di Piombino.

I corsi che avranno una durata di 20 ore, strutturate in un incontro settimanale di due ore, forniranno ai partecipanti un attestato di presenza.
Per ulteriori informazioni, gli interessati possono contattare il Centro Territoriale presso la Scuola Media Statale “Via Torino” oppure chiamando al tel. 0565/ 222336 – 0565/221019 –0565/222395.


SAN VINCENZO: IL COMITATO «NO PORTO» INCONTRA IL SINDACO

Martedi 7 febbraio alle ore 21 nella saletta della Scuola Media, Via Tito Speri, il comitato “No all’ampliamento del porto” incontra il Sindaco di San Vincenzo Michele Biagi in assemblea pubblica.

Il Comitato cittadino, svincolato da qualsiasi parte politica, da due mesi continua a portare avanti una campagna di informazione e delle azioni dimostrative volte a far recedere l’Amministrazione da tale progetto poichè le ripercussioni sul paesaggio e sull’economia di San Vincenzo saranno nefaste.
Il porto che occuperà 1 km di costa nella zona centrale del paese con una diga foranea lunga 800 metri e alta 4 metri sbarrerà la vista del mare e seppellirà la Torre e le costruzioni litoranee nel cemento.
Dalla stessa Piazza Grandi detta Kimera si potrà apprezzare la vista del porto e della diga piuttosto che quella della linea dell’orizzonte marino.

I cittadini del Comitato si chiedono:- Quissà se i turisti saranno entusiasti di una simile visione? –
Inoltre la costruzione del porto provocherà erosione nelle spiagge a sud e quindi il rischio è che San Vincenzo da paese sul mare si trasformi in un luogo senza spiaggia e mare dato che il litorale cittadino è lungo appena 2 km o al massimo 3 se si vogliono considerare le zone periferiche a nord e sud.


PIOMBINO: IL SEGRETARIO DS RISPONDE SULLA DEMOCRAZIA ALL’UDC

Pubblichiamo la replica del segretario dei DS Antonio Dorino in merito alla lettera pubblicata dal Tirreno “la democrazia non e’ in pericolo”a firma del segretario dell’UDC Luigi Coppola.

«Il segretario dell’UDC Luigi Coppola sostiene che la riforma del centrodestra, “la devolution”, prosegue su quel cammino avviato dal centrosinistra con le note “Leggi Bassanini”, purtroppo questo non corrisponde assolutamente alla realtà dei fatti. Proviamo a vedere perché.
La riforma della CdL cambia 53 Articoli della Costituzione repubblicana e l’intero ordinamento dello Stato. Ci troviamo davanti un assetto parlamentare che non è il superamento del bicameralismo perfetto, ma è il passaggio dal bicameralismo perfetto a 2 monocameralismi in conflitto: una Camera darà la fiducia al Governo e l’altra non la darà; alcune prerogative le avrà la Camera ed altre il Senato; i criteri regolatori dell’applicazione di queste diverse prerogative sono affidati alla funzione di moderazione e di arbitro dei Presidenti delle Camere, producendo un conflitto che corre il rischio di paralizzare l’attività parlamentare e la procedura legislativa. Ci viene presentato un Senato che non darà la fiducia al Governo, ma che ha un diritto di veto, rendendo il Governo prigioniero di una Camera che a quel Governo non ha neanche dato la fiducia. Ad esempio il Senato può impedire l’approvazione del bilancio, che è fra gli atti più importanti che un Governo deve compiere.

E’ doveroso aggiungere che tutto questo va inserito nel quadro della nuova Legge Elettorale, che prevedendo per la Camera un premio di maggioranza su base nazionale e al Senato un premio di maggioranza su base regionale, può prevedere due maggioranze diverse per le due Camere. Inoltre con questa “devolution” passeremo da un sistema sanitario unico, oggi gestito direttamente dalle Regioni, a 20 sistemi sanitari regionali; da un sistema scolastico nazionale unico a 20 sistemi regionali.
Queste poche, ma a mio parere fondamentali, cose abbiamo detto a quei cittadini, che sono stati tanti, che manifestavano il loro interesse a quello che stavamo facendo davanti ai Supermercati o in Piazza. I cittadini conoscono benissimo i loro diritti, prima di apporre una firma vogliono conoscere in maniera chiara che cosa gli si sta chiedendo di sottoscrivere, noi abbiamo spiegato le nostre ragioni e molti hanno deciso di sottoscrivere; questa è la realtà, nient’altro di più.

Se questo è un sistema diverso e più moderno di concepire le Istituzioni, onestamente non mi piace, io credo che il vero federalismo sia la capacità di riconoscere autogoverno alle comunità regionali e locali nell’ambito di un quadro di diritti e di opportunità offerte paritariamente a tutti i cittadini.
Per questi motivi combatterò affinché questa riforma venga respinta con il referendum, ma immediatamente dopo mi auguro che tutte le forze riformiste e moderate del nostro Paese si siedano intorno ad un tavolo per cercare di migliorare la nostra Costituzione, per renderla veramente più attuale e più funzionale alle nuove esigenze di noi cittadini, in un quadro di massima condivisione».

Antonio Dorino Segretario Unione Comunale DS Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.2.2006. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 9 ore, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it