PER L’UNITA’ DEI CRISTIANI VERSO LA 3° ASSEMBLEA ECUMENICA

La settimana del 18 al 25 gennaio è ormai dedicata alla preghiera per l’unità dei cristiani, e per l’occasione la diocesi di Massa Marittima-Piombino organizza una preghiera per l’unità ecumenica venerdì 20 gennaio alle ore 17.30 nella chiesa della concattedrale S. Antimo a Piombino.

A quest’incontro al quale sono invitati tutti i cristiani di Piombino saranno presenti la Pastora della Chiesa Battista di Grosseto Sig.ra Elisabeth Gren, il Dott. Mario Affuso della Chiesa Apostolica Italiana, direttore della rivista Fedeltà; D. Luca Franceschini, Archimandrita della Chiesa greco cattolica Melchita, delegato per l’ecumenismo della diocesi di Massa Carrara-Pontremoli, arciprete della Cattedrale di Massa Carrara; il Rev.do Gheorgi Blatinski, Sacerdote della Chiesa Russa Ortodossa di Firenze e il vescovo di Massa Marittima-Piombino Mons. Giovanni Cantucci.

Il tema dell’incontro sarà svolto su tre temi complementari tra loro:sulla preghiera comunitaria “Se due o tre si riuniscono per invocare il mio nome” ed insieme sulla necessità per i cristiani di perdonare “…fino a settanta volte!” e la pace, come impegno comune di realizzare, e che il mese di gennaio ci ricorda, non può fare a meno di entrambe le esortazioni per i cristiani.

Leggi Tutto…

Fra le più importanti iniziative che sono state tenute per l’unità dei cristiani, ci sono le assemblea ecumeniche in Europa: la prima si è tenuta a Basilea, nel maggio 1989 sul tema «Pace e giustizia» e la seconda a Graz (Austria, giugno 1997) dal titolo «Riconciliazione dono di Dio e sorgente di vita nuova» e la terza, si terrà nel settembre del 2007 a Sibiu in Romania.

L’Europa ha una particolare responsabilità per il cammino ecumenico in quanto è stata il teatro delle divisioni dei cristiani, esportate poi negli altri continenti. Oggi è chiamata e contribuire alla riconciliazione per poter esportare l’unità ritrovata, Giovanni Paolo Il è tornato spesso su questo tema: sarebbe uno scandalo dover sopportabile il fatto di avere un’Europa economicamente e politicamente unita con le sue Chiese e comunità cristiane come fattore di divisione.

L’Europa è anche il continente che ha la possibilità di creare uno spazio dove le diverse confessioni cristiane si possano incontrare, donarsi una testimonianza reciproca e decidere di offrire un contributo insieme per la società.
All’assemblea di Sibiu saranno invitati anche i delegati degli altri continenti per esprimere questo legame tra Europa e altre regioni della terra.

Il culmine dell’assemblea sarà nel settembre 2007 a Sibiu (Romania), in un paese a maggioranza ortodossa. Dopo la caduta del muro uno dei nodi ecumenici fondamentali sembra stare nel rapporto tra la storia, la culture e la tradizione dell’ovest e quelle dell’est. Alcune dolorose questioni, ereditate dal passato e emerse con forza dopo la caduta del muro, come quella del proselitismo od il rapporto tra Chiese ortodosse e Chiese greco-cattoliche, rimandano a questo confronto tra tradizione latina e tradizione orientale. Le Chiese dell’oriente europeo in genere si esprimono criticamente verso la cultura moderna tipica del mondo occidentale e temono questo incontro.

Alle volte questa critica riguarda anche Chiese e comunità ecclesiali dell’occidente che si sarebbero adeguate alla deriva secolarizzazione. La questione di fondo è il confronto con la secolarizzazione. Un contributo “ecumenico” molto serio per illuminare questa nuova situazione sta nell’affrontare oggi insieme la questione della secolarizzazione e nel collaborare per quella evangelizzazione o missione di nuova qualità di cui parliamo da anni.

Don Herman

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.1.2006. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    22 mesi, 23 giorni, 10 ore, 50 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it