PIOMBINO: RESOCONTO DI FINE ANNO DEL SINDACO ANSELMI

Ambiente, qualità urbanistica, Città Futura, nautica, cultura, servizi sociali e tante altre opere pubbliche sono gli obiettivi della giunta Anselmi del 2006, espressi nella tradizionale conferenza di fine anno tenuta dal sindaco e dai suoi assessori.

Anselmi ha precisato che Piombino sta vivendo una situazione dinamica con tanti processi in corso che comportano naturalmente anche molte incognite e quindi dividere cosa fatto nel 2005 e cosa ancora da fare è difficile. Ma proprio per questo ha bisogno di riconquistare una giusta centralità all’interno della Toscana, con un ruolo forte nell’interesse generale.

Il 2005, per Anselmi, è stato un anno di svolta culturale importante per le scelte ambientali importanti, per quelle urbanistiche che hanno dato un giusto rilievo alle economie del mare. E’ stato adottato infatti il Piano della costa urbana che recupera arenili alla balneazione e non li sottrae e che è legato allo stesso tempo ad un incremento dell’imprenditoria privata.
Le scelte strategiche sono andate verso la valorizzazione del diportismo, fondamentale per lo sviluppo del turismo ma anche dal punto di vista produttivo. Le scelte strategiche in questo campo riguardano due segmenti: la promozione del diportismo per grandi imbarcazioni e i servizi e le lavorazioni a supporto della nautica, in linea con le scelte espresse dal consiglio comunale della precedente legislatura. Una città quindi che si scopre ambiziosa con questo e con altri tipi di progetti.

Premi su: Leggi Tutto…

Sul fronte urbanistico, infatti, sono quattro i progetti principali: Città Futura, il Contratto di Quartiere, il Programma Innovativo in Ambito urbano e la riqualificazione della città antica con il recupero dell’ex Ipsia, dell’ex chiesa di Sant’Antimo sopra i canali, dei due vecchi licei, la riqualificazione di piazza dei Grani. “Una scelta che potenzialmente nel giro di pochi anni – dice Anselmi – aprirà spazi per le piccole imprese nell’area di Città Futura, con una rilettura complessiva dell’accesso a Piombino; porterà alla riqualificazione del Cotone con il contratto di quartiere con un intervento senza precedenti e alla costruzione di nuovi edifici di edilizia residenziale pubblica; alla riqualificazione complessiva del centro storico e alla dotazione di una nuova biblioteca e di nuovi spazi per la cultura; lo spostamento dello stadio e la valorizzazione dell’area intorno al Magona”.

Tutto questo in un clima di grande difficoltà finanziaria per i tagli al bilancio che si preannunciano. Rispetto al 2004, il Comune dovrà tagliare quest’anno l’8% delle spese correnti, nonostante la riduzione agli sprechi già avviata da alcuni anni. Nel bilancio del 2005 rispetto al 2004, l’assessore Massimo Giuliani ha già fatto una prima sforbiciata di circa 300.000 euro in attesa dell’attivazione della nuova finanziaria quando con molta probabilità andranno tagliati a bilancio altri 2.000.000 di euro.

Gran parte di questi proveddimenti andranno a pesare sulle spese del sociale: «400mila euro in meno per integrazione dei contributi agli affitti, trasporto scolastico, politiche giovanili e via di questo passo – spiega il sindaco Anselmi – non c’è settore che non ne ha risentito. Nel corso dell’anno sarà anche possibile che alcuni servizi già iniziati siano soppressi per mancanza di fondi.
Il governo ci impone dei tetti di spesa molto drastici rispetto al bilancio dell’anno precedente. Per evitare di danneggiare le famiglie abbiamo ridotto al minimo gli sprechi. Risparmiamo su tutto e non abbiamo neppure inviato i biglietti di auguri. Sfido chiunque a trovare forme di sperpero, a meno che non vengano considerati buttati via i 50mila euro che usiamo per i progetti di cooperazione nel Terzo mondo. Inoltre il rapporto tra popolazione e numero di assessori è tra i più bassi».

Nel campo delle opere pubbliche, molti lavori sono stati approvati e progettati. Nei prossimi giorni sarà inaugurato a Riotorto il raddoppio del depuratore; è stata inaugurata la nuova sezione di Calamoresca, sono partiti i lavori per il nuovo Centro Giochi Educativo in via delle Medaglie d’Oro, e il nuovo Centro Giovani. Per il 2006 è previsto inoltre il raddoppio della piscina e, nel prossimo triennio, la nuova scuola materna e elementare di Riotorto. Poi ci sono le infrastrutture e i parcheggi, alcuni dei quali sotterranei.

Per quanto riguarda la sanità, il sindaco, oltre ad esprimere la volontà di proseguire nella sperimentazione della Società della Salute, ha difeso fermamente il punto nascita di Villamarina, ribadendo che Piombino deve avere una centralità, anche in termini di servizi offerti, che non può essere subordinata a statistiche di tipo numerico, ma che deve tenere di conto di tutta una serie di fattori tra cui la collocazione geografica e l’importanza come polo urbano centrale per tutta la Val di Cornia, e il Circondario, da questo punto di vista può dare un aiuto valido in questa direzione.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.12.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 9 giorni, 22 ore, 26 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it