VAL DI CORNIA: IL CIRCONDARIO TERMINA LA SPERIMENTAZIONE

Il Circondario entro quest’anno termina il suo periodo di sperimentazione per diventare un ente istituzionale definitivo. Lo ha detto il presidente della Provincia Giorgio Kutufà durante il convegno che si è svolto questo pomeriggio nella sala consiliare del Comune di Piombino.

Nella seduta del consiglio provinciale del 22 dicembre è infatti prevista la discussione di un atto che permetterà al Circondario di rafforzarsi e diventare un ente istituzionale sovracomunale permanente. La data è stata annunciata dal presidente del consiglio provinciale Franco Franchini.
“Il Circondario è una pratica riuscita, un esperimento che si è irrobustito nel tempo”, ha detto Kutufà aprendo il suo intervento.
La notizia è stata accolta con favore dai sindaci della Val di Cornia e dalle associazioni di categoria presenti all’incontro.
“Tra i nostri obiettivi prioritari c’è quello dello sviluppo sostenibile – ha detto Silvia Velo, presidente del Circondario – che si ha se si superano i confini comunali e si decide insieme”, riassumendo così il ruolo istituzionale del Circondario, grazie al quale “è cresciuta la capacità di rapportarci verso l’esterno”.

“Il Circondario – ha detto il sindaco Anselmi – è la visione istituzionale dentro la quale si può saldare felicemente l’industria con la città ed il suo sviluppo legato alla nautica, alla ruralità, alle infrastrutture ed all’energia. E riusciremo a valorizzare questa visione se riusciremo ad essere un territorio coeso. Vogliamo essere un territorio pilota per la Provincia di Livorno, la Regione ed il Paese”.
Anche il sindaco di Suvereto Giampaolo Pioli ha detto che grazie ad un ente istituzionale sovracomunale si può imporre di più all’esterno un territorio che vuol crescere ed è quindi necessario andare verso la direzione che rafforzi l’istituzione.

Commenti positivi sono arrivati anche dalle associazioni di categoria. E l’assessore regionale Agostino Fragai, apprezzando la posizione assunta dalla Provincia di Livorno, ha esortato i sindaci ad “usare meglio le armi istituzionali che abbiamo”, riconoscendo il Circondario della Val di Cornia come modello del rinnovamento istituzionale toscano che coniuga innovazione e coordinamento.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.12.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 14 ore, 40 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it