PIOMBINO: DIBATTITO SU RIPUBBLICIZAZIONE E CARO ACQUA

Giovedì 1 dicembre alle ore 21 presso la Circoscrizione del Perticale il Piombino Social Forum ha organizzato un incontro sulle problematiche connesse alla gestione degli acquedotti pubblici e e degli aumenti dei costi relativi alla gestione idrica in Toscana. L’iniziativa, vedrà la partecipazione di Alessio Ciacci di Manitese, Alfredo De Girolamo dei Democratici di Sinistra, Monica Sgherri di Rifondazione Comunista.

Nel mese di Agosto 2005 sono state ufficialmente depositate 42.932 firme raccolte in tutta la regione a sostegno della legge di iniziativa popolare per la ripubblicizzazione dell’acqua in Toscana. Per un’iniziativa dal basso in difesa dei beni comuni, per un nuovo concetto di pubblico partecipato, per il riconoscimento dell’accesso all’acqua come diritto universale e la lotta agli sprechi.

La proposta, che dovrà essere discussa in Consiglio Regionale, prevede una serie di punti qualificanti:
– il riconoscimento dell’acqua come bene comune non privatizzabile e la decadenza delle forme di gestione privata o mista entro il 2008;
– l’accesso gratuito al servizio di erogazione relativamente al quantitativo giornaliero di acqua potabile indispensabile per l’uso individuale, accanto alla promozione delle forme di risparmio e riutilizzo della risorsa ed alla lotta agli sprechi;
– l’introduzione di forme di partecipazione diretta alla gestione del servizio, con l’istituzione di una Consulta del diritto all’acqua composta da lavoratori e utenti.

Su questi temi si è assistito, nei mesi scorsi, ad un fitto scambio di opinioni sugli organi di stampa. Molti sono stati, anche in Val di Cornia, i disservizi nella gestione dell’acqua da parte di Asa, che in tanti hanno attribuito alla nuova forma societaria che ha introdotto, sia pure in misura parziale, la partecipazione di un patner privato.

Il Piombino Social Forum ritiene indispensabile che su questo tema, come su quello più generale dei “beni comuni”, si apra un confronto non ideologico capace di coinvolgere i cittadini e che ne assuma il punto di vista. E’ per questo che, oltre ad aver richiesto l’apertura di tavoli programmatici di approfondimento, ha deciso di fare un “primo passo” offrendo ai vari soggetti interessati uno spazio aperto nel quale confrontarsi, insieme alla cittadinanza, alle associazione e movimenti, in modo franco sulle finalità, sui principi e sulle concrete ricadute delle distinte proposte per la gestione idrica.

L’iniziativa, che vedrà la partecipazione di Alessio Ciacci di Manitese, Alfredo De Girolamo dei Democratici di Sinistra, Monica Sgherri di Rifondazione Comunista, si terrà Giovedì 1 dicembre alle ore 21 presso la Circoscrizione del Perticale.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.11.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 16 giorni, 19 ore, 17 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it