NOTIZIE BREVI DALLA VAL DI CORNIA DELL’8 NOVEMBRE

Nelle brevi di oggi parliamo del programma dell’autogestione nei licei piombinesi, delle polemiche in consiglio comunale di piombino sul cambio degli assessori, della nuova piattaforma sindacale al Circondario per le funzioni delegate, e della vittoria della cantante Sara Puttini a Roma.
Leggi Tutto… (News del 08-11-05)

PIOMBINO: PARTE L’AUTOGESTIONE AL LICEO

E’ scattata l’autogestione al Liceo di Piombino per protestare contro la riforma della Moratti. La mobilitazione, che proseguirà fino a sabato, poi dovrebbe passare alle altre scuole superiori per concludersi con una manifestazione unitaria sabato 19 novembre.

Promotore dell’iniziativa è il movimento studentesco, che al Liceo ha organizzato l’autogestione su una piattaforma di temi. Chi decide di aderire, invece delle lezioni istituzionali può quindi scegliere di seguire dibattiti sui temi di attualità, con tanto di ospiti esterni.
Lunedì 7 novembre, primo giorno di protesta, in 370 hanno partecipato alla giornata dedicata alla politica, con interventi di Carlo Castaldi dei giovani di Forza Italia, Valerio Fabiani della sinistra giovanile e Corrado Lenzi della Fiom-Cgil.

Martedì mattina si parlerà di sport e arte, con l’assessore Massimo Giuliani e il presidente della Uisp Giovanni Muoio. Mercoledì 9 novembre Franco Repeti del commercio equo e solidale parlerà di diritti e solidarietà. Giovedì 10 i temi delle riforme scolastiche saranno al centro del dibattito, e parlerà con gli studenti Cecilia Pezzi, portavoce regionale di Izequerda e Fausto Raciti della segreteria nazionale della Sinistra giovanile. Venerdì mattina il tema sarà istituzioni e legalità con Davide Romagnani della Cgil e forse il sindaco di Piombino Gianni Anselmi. Sabato ultimo appuntamento con il rappresentante regionale della carovana antimafia Maurizio Pascucci.

La prossima settimana l’autogestione dovrebbe spostarsi all’Iti e all’Itc, che ricalcheranno il programma dei loro colleghi liceali.
All’Ipc saranno invece solo tre i giorni di mobilitazione, e sabato 19 novembre tutte le scuole manifesteranno unite in piazza il loro rifiuto alle scelte del governo e della società che loro non condividono.


PIOMBINO: POLEMICHE IN CONSILIO SU TRASPARENZA E NUOVI ASSESSORI

Il rimpastone della giunta Anselmi, ad un anno dalle elezioni è finalmente approdato in consiglio comunale, e nella seduta di ieri, il sindaco ha comunicato le dimissioni di Stefano Ferrini (Sdi), la revoca del mandato a Giuliano Bellosi e Giuliano Fedeli (Nuova Piombino), l’ingresso di Andrea Fanetti (Sdi) ed Elisa Murzi (Nuova Piombino).

Le minoranze hanno vivacemente contestato il metodo e l’assenza di un coinvolgimento minimo dei partiti nella maturazione delle decisioni. Contestato, tra l’altro, il fatto che i consiglieri abbiano appreso dalla stampa quanto stava accadendo.

Carlo Torlai (Nuova Piombino) per la maggioranza ha disefo l’operato del sindaco e, riferendosi al nuovo esecutivo, ha parlato del valore aggiunto, rappresentato dall’ingresso di una donna e dalla riduzione di un assessorato.
Anselmi ha invitato a non attribuire significati epocali alla vicenda e ha sottolineato di aver rispettato la legge che prevede una semplice comunicazione.

Certo è che se a fine mese l’assessore Tortolini, come ventola nell’aria, diventerà il nuovo segretario Ds nella giunta piombinese avverrà un altro ulteriore rimpasto con ridistribuzione delle deleghe ed il probabile ingresso di un nuovo assessore, e a quel punto il sindaco dovrebbe, non perchè glielo impone la legge, ma per semplice trasparenza, presentare la nuova giunta a tutti i cittadini di Piombino per renderli partecipi delle sue scelte.



CONCERTAZIONE SINDACALE UNICA PER LE FUNZIONI DELEGATE

Sarà attivato presso il Circondario Val di Cornia un ufficio per la contrattazione decentrata a livello comprensoriale relativa ai dipendenti del pubblico impiego. La notizia è stata data in una conferenza stampa, con Rossana Soffritti e Laura Anzuini per il Circondario e Lido Tinagli (CGIL), Lorenzo Bientinesi (CISL) e Claudio Nassi (CGIL) che hanno illustrato questa nuova contrattazione decentrata unica in Val di Cornia.

E’ stato attivato un lavoro congiunto tra i sindacati e le amministrazioni comunali, alla fine del quale è stato convenuto di delegare al Circondario tutta una serie di funzioni in materia, con l’obiettivo di garantire un più armonico andamento delle relazioni sindacali e degli strumenti di gestione del personale attraverso un coerente impiego delle risorse finanziarie disponibili, in modo da arrivare ad offrire ai dipendenti dei Comuni della Val di Cornia riconoscimenti economici e normativi omogenei ed imparziali. E’ stato poi sottoscritto un protocollo d’intesa tra le Rsu dei Comuni, le rappresentanze sindacali provinciali ed il Circondario con il quale si concorda «sull’opportunità di dar vita ad un percorso di confronto continuo tra le parti per l’attuazione degli obiettivi». La nascita dell’ufficio associato per le relazioni sindacali viene finanziato attraverso una legge regionale.

Nel dettaglio questo ufficio svolge tutte le funzioni amministrative connesse alla gestione associata delle relazioni sindacali. Cioè: analisi degli atti e delle norma di organizzazione e degli strumenti contrattuali decentrati sino ad oggi definiti dagli enti interessati; verifica sullo stato della spesa per il personale dipendente presso gli enti, anche con riguardo alle risorse stanziate per lo sviluppo delle professionalità e per l’incentivazione della produttività; definizione di proposte di omogeneizzazione degli istituti di retribuzione accessoria presso gli enti associati e della consistenza dei relativi finanziamenti complessivi; istituzione di un tavolo comune di relazioni sindacali per la definizione dei protocolli generali e di contratti decentrati; supporto agli organi politici per la definizione di una politica unitaria di relazioni sindacali, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo delle professionalità e l’incentivazione dei dipendenti impegnate nelle gestioni associate dei servizi e altro.


LA PIOMBINESE SARA PUTTINI VINCE «THE VOICE 2005»

La 19enne piombinese ha vinto il concorso riservato alle voci nuove, che ha visto al via oltre mille talenti della musica italiana. Sul palco del The Place di Roma, la cantante è riuscita a realizzare il suo sogno: trionfare davanti ad una giuria di qualità formata da esperti del settore e strappare così anche il suo primo contratto discografico.

«Una gioia grandissima», sono state le uniche parole uscita dalla bocca di un’emozionatissima Sara durante le premiazioni. Il pezzo vincente che le ha aperto le porte della rassegna è stato “Adagio”, un pezzo di Lara Fabian sulla musica del famoso “Adagio” di Albinoni. Un’interpretazione che ha fatto centro sulla giuria, che lo ha votato con una sfilza di dieci. Per Sara si tratta di un successo prestigioso, che va a impreziosire una annata davvero ricca di soddisfazioni: la finalissima al Tim Tour Festival alla fine dell’estate e la vittoria nel Festival di San Marino in primavera.

Questa volta però, oltre al prestigio di aver primeggiato al The Voice, è arrivato anche il primo contratto discografico con l’etichetta Antibemusic di Roma, già produttrice di Jovanotti e altri artisti del panorama italiano. Nelle prossime settimana anche Sara entrerà così in studio di registrazione per incidere il suo primo cd. Lo staff che segue la giovane artista, composto da Gianni Nepi per la parte del canora e dei testi, Andrea Nannelli per le musiche e Tony Soddu produttore esecutivo, hanno anche organizzato una festa per celebrare Sara.

Le due cantanti Sara Puttini e Agnese Bibbiani sono state infatti selezionate tra oltre 1000 iscritti al concorso nazionale “The Voice” che si è svolto a Roma e, dopo 2 fasi eliminatorie, sono giunte in finale.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.11.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 12 giorni, 0 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it