NOTIZIE BREVI DALLA VAL DI CORNIA DEL 22 OTTOBRE 2005

Nelle brevi di oggi l’appello post primarie dell’Unione val di Cornia, il nuovo master sull’immigrazione del comune di Piombino, l’inizio della biennale di Arte sacra di Venturina, la presentazione del piano strutturale della Val di Cornia, e per concludere il trasloco della biblioteca di San Vincenzo.
Leggi Tutto…

UNIONE VAL DI CORNIA: DOPO LE PRIMARIE IL PROGRAMMA

L’appello per “Fare l’Unione dal basso”, lanciato lo scorso giugno nella sede dell’ARCI, è promosso da 25 personalità della cultura dell’economia e della politica della Val di Cornia, tra cui alcune figure di rilievo a livello locale (dal presidente dell’Arci Pineschi al presidente di Unicoop Tirreno Soldi, dal console dei portuali Barsotti al presidente di Siderfor Bagatti, al presidente dei Parchi della Val di Cornia Zucconi, al giornalista Bassoni, agli storici Tognarini e Pazzagli, al responsabile dell’ASL Franceschini, al sindacalista Lami, al consigliere provinciale Di Bonito ecc.), appartenenti a tutti gli orientamenti dell’unione. E’ attivo anche il sito internet www.unionevaldicornia.it, che è a disposizione di tutti coloro che sono interessati a portare avanti e sostenere il progetto dell’Unione.

«All’indomani delle Primarie dell’Unione i promotori del cosiddetto appello dei “25” intendono continuare a svolgere un ruolo di sollecitazione verso il processo di costruzione dell’Unione, insistendo sulla necessità aprire un confronto largo e partecipato sul programma, dopo che gli stessi partiti si sono dichiarati favorevoli alla creazione di un coordinamento dell’Unione allargato a rappresentanti della società civile e alla costituzione di gruppi tematici per la discussione del programma.

Grazie alla grande partecipazione dei cittadini le Primarie dell’Unione sono state uno straordinario evento di popolo, che ridà fiato alla voglia di democrazia; anche in Val di Cornia il loro successo ha rappresentato al tempo stesso una manifestazione di opposizione alle leggi del centrodestra e una spinta positiva di fiducia e di unità sul futuro del centrosinistra. Ora che Prodi è realmente il candidato di tutta l’Unione, il metodo democratico e partecipativo deve essere esteso alla definizione del programma, che dovrà tenere conto delle varie sensibilità e dei maggiori problemi aperti a livello locale e generale. Chi è andato a votare chiede di partecipare alla costruzione del programma per battere Berlusconi, gettando così le basi dell’alternativa alle politiche neoliberiste e antisociali della destra.

Ribadiamo quindi l’invito ai partiti per rafforzare questa straordinaria esperienza di partecipazione, raccogliendo la spinta all’unità e ad una concreta riforma della politica, che le primarie ci consegnano. “Voglio partecipare” è il messaggio, l’Unione deve raccoglierlo, mettendo in atto reali processi democratici e partecipativi anche nella fase di elaborazione del programma definitivo della coalizione. Per questo sarà convocata per il giorno 3 novembre prossimo una assemblea degli aderenti all’appello e di tutti coloro che intendono portare un contributo per creare l’Unione dal basso.


PIOMBINO PROMUOVE MASTER IN ESPERTO DELL’IMMIGRAZIONE

Una borsa di studio 3.000 euro e il patrocinio al Master universitario di primo livello in «esperto dell’immigrazione», organizzato dal Dipartimento di Scienze della Politica dell’Università di Pisa in collaborazione con l’istituzione Centro Nord-Sud e con la Regione Toscana.

Da quest’anno il comune di Piombino è incluso tra i partners del Master, insieme a numerosi altri enti internazionali, nazionali e locali come l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Ufficio per l’Italia), il Comitato italiano per l’Unicef, l’ANCI Toscana e altri ancora.

Per incoraggiare e sostenere la partecipazione di studenti e persone interessate ad acquisire il diploma di Master, il Comune offre una borsa di studio a totale copertura dei costi di iscrizione, pari a 3.000 euro, destinata preferibilmente ad un soggetto residente nel Comune e assegnata sulla base di criteri di reddito e di merito. Il termine per la presentazione delle domande di ammissione è fissato al 7 novembre 2005. Il bando di ammissione e la relativa modulistica sono disponibili sul sito web http://mei.sp.unipi.it.

Si tratta di un Master universitario destinato a 30 laureati in qualsiasi disciplina, interessati a sviluppare le conoscenze teoriche e le competenze pratiche utili per operare all’interno degli enti che affrontano i fenomeni migratori (enti territoriali e pubblici; organizzazioni internazionali e ONG), con particolare riguardo allo svolgimento di compiti di analisi, coordinamento e progettazione. Negli ultimi anni infatti il numero della popolazione immigrata nel Comune di Piombino è cresciuto costantemente. Gli ultimi dati di agosto, parlano di 1121 cittadini stranieri regolarmente registrati all’anagrafe del Comune.

Il programma di studio prevede una formazione approfondita su aspetti storico-giuridici, economici, sociologici, demografici e di progettazione. L’inizio delle lezioni, che si svolgeranno presso il Dipartimento di Scienze della Politica a Pisa sotto il coordinamento scientifico del prof. Marcello Di Filippo e la direzione del prof. Romano Paolo Coppini, è previsto per il 2 dicembre 2005. Il Master dura 12 mesi e attribuisce 60 crediti. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Dipartimento di Scienze della Politica di Pisa, tel. 050 2212472/498; fax 050 2212400 o scrivere un’e-mail a immigrazione@sp.unipi.it


VENTURINA: BIENNALE D’ARTE SACRA NEL SEGNO DELLA SPIRITUALITÀ

Si inaugura sabato 22 ottobre alle ore 21 e proseguirà fino al 30 ottobre, al centro Agape di Venturina (via Indipendenza, 266) la 3ª edizione della mostra biennale di Arte Sacra, che quest’anno ha per titolo “Le icone” fede e bellezza.

La mostra, organizzata dalla parrocchia della Sacra Famiglia di Venturina con il patrocinio del Comune di Campiglia Marittima, raccoglie una serie di opere realizzate nel laboratorio “San Damiano” della scuola di iconografia del Monastero delle Clarisse di Pistoia, diretto da Suor Donatella Grechi. Giovedì 27 alle ore 21 ci sarà un’iniziativa diretta a coniugare spiritualità e arte. La mostra sarà aperta nei giorni feriali dalle ore 17 alle 19.30 e nei festivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 21.


VAL DI CORNIA: PRESENTATO IL QUADRO CONOSCITIVO DEL PIANO STRUTTURALE

Sabato 22 ottobre, alle 9.00, al Castello di Piombino, è stato presentato pubblicamente, organizzato dal Circondario della Val di Cornia, il quadro conoscitivo del Piano Strutturale d’area, alla presenza dei sindaci dei Comuni della Val di Cornia, i consulenti del Piano strutturale, l’architetto Vezio De Lucia, consulente scientifico del Piano Strutturale.

Si è trattato d’un appuntamento importante in cui i consulenti del Piano hanno presentato i dati raccolti durante gli ultimi mesi di lavoro in Val di Cornia, ai fini di poter arrivare, entro la fine dell’anno, al Piano strutturale vero e proprio. Piano strutturale che punterà soprattutto alla qualificazione industriale, ad un turismo integrato, alla valorizzazione della ruralità, dei beni culturali ed ambientali, il sistema portuale ed infrastrutturale, i servizi terziari urbani ed il sistema di piccole e medie imprese.

Elemento essenziale del Piano strutturale è quello di offrire una nuova programmazione urbanistica della Val di Cornia che si orienta verso la promozione dello sviluppo locale sostenibile secondo le linee strategiche del programma di governo della Val di Cornia, del piano locale di sviluppo e dell’Agenda 21 locale, in armonia con la programmazione provinciale e regionale e con le linee fondamentali dei programmi europei di sviluppo. Per raggiungere questo risultato i sindaci della Val di Cornia hanno scelto una figura di spicco nel panorama urbanistico italiano affidando all’architetto De Lucia il compito di mettere in luce le potenzialità del territorio e dell’economia in un’ottica più moderna e nel rispetto della “capacità di carico” dell’ambiente della Val di Cornia.


SAN VINCENZO, TRASLOCA LA BIBLIOTECA COMUNALE

Trasloca al piano di sopra del palazzo della cultura la biblioteca di San Vincenzo, da più di un mese nella struttura sono in corso lavori di risistemazione. Lunedì 24 dunque inizia il trasferimento di tutto il patrimonio librario della biblioteca e la sua completa ricatalogazione, operazione che costringe alla chiusura del servizio al pubblico per almeno due settimane.

La responsabile della biblioteca fa sapere che i tempi dell’intera operazione potranno essere meglio precisati appena iniziato il trasferimento, si scusa per i disagi confidando nella comprensione dell’obiettivo finale, che è quello di migliorare il servizio bibliotecario del Comune a cominciare dagli spazi e dalla consultazione. Il trasferimento della biblioteca nasce dallo spostamento della sala consiliare nella Torre di San Vincenzo, che ha consentito di procedere a un riassetto complessivo dell’intero palazzo della cultura. Oltre alla nuova biblioteca al primo piano, il palazzo vedrà al piano terra un sala per esposizioni con accesso dal porticato, anch’esso utilizzabile per eventuali esposizioni all’aperto; alcuni interventi di ristrutturazione interna consentiranno di trasferire al piano terra l’ufficio relazioni con il pubblico, l’informagiovani, e l’adeguamento della saletta multimediale, ricavando uno spazio per un piccolo archivio.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.10.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 15 ore, 24 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it