PIOMBINO: POSTE E FRANCOBOLLI A SCUOLA

Il progetto di Poste Italiane, «Filatelia e scuola», vuole mettere in luce un ruolo poco conosciuto dei francobolli, quello di strumenti di comunicazione, cultura e solidarietà. L’iniziativa, promossa nella nostra città dall’Ufficio postale Piombino Centro in collaborazione con il Comune (Assessorato alla Pubblica Istruzione) e il Circolo Filatelico locale, ha avuto come protagonisti gli alunni e gli insegnanti della scuola elementare XXV Aprile (classi II A e B) e dell’Istituto Padre Giustino Senni.

Il percorso, articolato in diversi passaggi, si è rivolto ai bambini ma anche alla collettività, per stimolare l’attenzione allo studio dei francobolli come espressioni di storia, arte, tradizioni, costumi, contribuendo al tempo stesso alla circolazione delle informazioni, alla conoscenza ed alla socializzazione. Per i ragazzi, l’esperienza è stata anche occasione per conoscere ed imparare ad utilizzare i servizi postali essenziali.

Esperti ed operatori di Poste Italiane hanno infatti diretto incontri e lezioni su argomenti come la nascita e l’uso del francobollo, il collezionismo, la cartolina, il percorso delle lettere spedite, mentre presso il Circolo Filatelico piombinese si sono svolti alcuni “laboratori” per l’osservazione e la classificazione del materiale filatelico.

Dall’approfondimento sono nati molti elaborati (disegni, cartelloni, racconti), che saranno esposti sabato 25 giugno presso la sede dell’Istituto Senni (via S.Francesco 58) ed una serie di cartoline postali, il cui ricavato sarà devoluto all’istituto Senni di Piombino. Per l’occasione, sarà inoltre disponibile un annullo filatelico speciale, con il logo del progetto. Le cartoline, che sono state stampate con il contributo del Kiwanis, potranno essere acquistate presso tutti gli uffici postali della zona. La mostra sarà aperta al pubblico dalle ore 16 alle ore 18.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.6.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 17 giorni, 1 ora, 27 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it