VAL DI CORNIA: APPUNTAMENTI PER IL 60° DI LIBERAZIONE

Quattro interessanti appuntamenti in Val di Cornia concludono i festeggiamenti per il 60° anniversario di liberazione.
Si inizia con lo spettacolo teatrale “Ohi, belle,… ciao” a Piombino, poi i festeggiamenti dei comuni collinari sabato 30 e domenica 1° maggio, la proiezione del film “La lunga notte del ’43” a Campiglia con Fabio Canessa e per concludere l’iniziativa dei ragazzi di San Vincenzo sulla liberazione.

Leggi Tutto…

PIOMBINO: «OHI, BELLE, … CIAO» SABATO 30 AL PEGASO

Proseguono le iniziative di celebrazione del 25 aprile. Sabato 30 aprile alle 21 nella sala del circolo Pegaso andrà in scena lo spettacolo teatrale ad ingresso gratuito, “Ohi, Belle,…ciao” a cura di Oi Petres Teatrodipetra di Bresso Milano. Con testo elaborato da Francesco di Maggio, drammaturgo e anche regista dell’opera, lo spettacolo è stato proposto in prima nazionale a Bresso in occasione dell’anniversario della Liberazione riscuotendo molti consensi da parte del pubblico e dalla critica.

“Ohi, Belle ciao” è una toccante testimonianza di quegli anni importanti che hanno portato il Paese alla conquista della libertà e della democrazia. Nell’opera vengono analizzati nove profili di donne realmente esistite che hanno dato un contributo essenziale alla lotta di Liberazione. Indispensabili figure nell’organizzazione clandestina contro i tedeschi, le “staffette” rappresentavano un prezioso collegamento tra i partigiani e la vita quotidiana.

Le nove partigiane proposte, sono di diverse età ed estrazione sociale, tutte accomunate dal desiderio di rendersi utili alla lotta per la libertà. Con i loro viaggi in bicicletta, inseparabile compagna e complice delle staffette, le nove voci femminili sul palcoscenico trasmettono emozioni, ansie, speranze, sentimenti, gli stessi ascoltati e letti nei racconti delle vere protagoniste dell’epoca.
Alla realizzazione di “Ohi, belle ciao” hanno contribuito per la scenografia meccanica Vanni Lonardi, per l’installazione artistica il piombinese Pino Modica e la figlia Micol che interpreta Norma Parenti.

_____________________________________


SUVERETO: 60° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

Sabato 30 aprile alle ore 10.30 presso la Sala Conferenze Museo d’Arte Sacra San Giusto, Consegna delle tessere dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia agli assessori della Giunta Comunale e ai consiglieri del Consiglio Comunale aderenti all’Ordine del Giorno di sostegno dell’A.N.P.I. approvato dal Consiglio. Intervengono i rappresentanti dell’A.N.P.I. e il Sindaco Giampaolo Pioli, Partecipa Benito Mastacchini.

Il 1° maggio, Festa del Lavoro i Comuni di Suvereto,Sassetta, Monteverdi organizzano il seguente Programma:
Alle ore 10.00 Concentramento in Piazza A. Gramsci e Corteo con la Filarmonica “G. Puccini” di Suvereto;
alle ore 10.30 in Piazza Vittorio Veneto Celebrazione del 1° Maggio Festa del Lavoro
Intervengono:
I sindaci dei comuni di Suvereto, Sassetta e Monteverdi con i gonfaloni e i Rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali dei lavoratori.

_____________________________________


CAMPIGLIA: PROSEGUE IL PROGRAMMA DEL 60° DI LIBERAZIONE

Si stanno avviando alla conclusione le iniziative per il 60° anniversario della liberazione, venerdì 29 aprile alle 21.00 secondo appuntamento con il critico cinematografico Fabio Canessa per la proiezione del film “La lunga notte del ’43” di Florestano Vancini nella Saletta comunale di Venturina.

Questa serata segue la proiezione del “Partigiano Jhonny” di Guido Chiesa tratto da quello che è considerato il più bel romanzo di Beppe Fenoglio, il meno datato nella letteratura del genere, pubblicato postumo e a tutt’oggi splendido esempio di uso vivo e vibrante del linguaggio narrativo.

L’evento conclusivo di questo programma del 60° del 25 aprile – al quale hanno lavorato insieme gli assessori alla cultura Angiolo Fedeli, quello alla scuola e sociale Michele Mazzola e il consigliere recentemente delegato dal sindaco per storia e memoria Riccardo Verdura – si svolgerà sabato 30 alle 16.00, sempre nella saletta comunale, con la proiezione di diapositive di eventi locali dal 1946 al 1953, commentate da Gianfranco Benedettini e Luciano Nannini. Iniziativa, quest’ultima, organizzata da Centro Studi “Mussio” che prende in esame gli effetti successivi alla liberazione, i drammi di una società ferita e l’inizio della ricostruzione del Paese. Immagini edite e inedite nelle quali sono ritratti molti cittadini della Val di Cornia durante la loro attività sociale e politica.

_____________________________________


SAN VINCENZO: IL FUTURO DELLA MEMORIA CON GLI STUDENTI

Arriva a conclusione di un percorso che si è svolto durante il mese di aprile, l’iniziativa di giovedì 5 maggio alle ore 9.30 in Sala del Consiglio a San Vincenzo. Il futuro della memoria è il titolo della giornata, interamente dedicata ai lavori dei ragazzi sull’argomento della memoria e della resistenza a 60 anni dalla liberazione italiana.

Per tutto il mese di aprile, i ragazzi delle terze medie di San Vincenzo hanno, infatti, svolto incontri in classe ed elaborato dei temi; alcuni di questi temi saranno letti nella mattinata del 5 maggio, mentre tutti gli altri verranno esposti nella Sala del Consiglio, insieme alla mostra di documenti e foto della resistenza locale allestita dal 25 aprile.

Un lavoro importante e significativo, grazie al quale ripercorrendo gli eventi di 60 anni fa, i ragazzi hanno potuto incontrare la memoria di quegli anni, anche attraverso le testimonianze documentarie, o dirette, come quella di Don Ivon Martelli, il prete sanvincenzino protagonista della resistenza locale, del quale durante la mattinata sarà ascoltata una registrazione audio, o le ricostruzioni dello storico locale Lorenzo Binetinesi, presente tra i relatori. Oltre all’intervento del Sindaco, il dibattito previsto vedrà la partecipazione di Ilvio Milani presidente dell’ANPI locale e sarà chiuso dall’assessore provinciale all’Istruzione e Vicepresidente della Provincia Monica Giuntini.

Al termine della manifestazione, prevista per le ore 13 agli studenti delle classi coinvolte nell’iniziativa sarà consegnato un buono per l’acquisto di libri.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.4.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 20 giorni, 21 ore, 24 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it