I RISULTATI DELLE REGIONALI 2005 IN VAL DI CORNIA

Vediamo insieme i risultati delle ultime consultazioni elettorali per le regionali in Val di Cornia. La coalizione dell’Ulivo è cresciuta in Val di Cornia rispetto alle Regionali del 2000, ma soprattutto lo ha fatto in rapporto con le Europee che si sono svolte l’anno scorso. E premiati, probabilmente dalla scelta di presentarsi affiancati nella lista di Toscana Democratica guidata dal presidente Martini, anche Verdi e Comunisti Italiani.

– A Piombino Uniti nell’Ulivo ha ottenuto il 59,12% contro il 57,64% che ottennero insieme nel 2000 Ds, Popolari e Sdi. Ma balza soprattutto agli occhi il risultato dell’Ulivo sulle Europee del 2004. Un quasi 6,31% in più. Con tutti i partiti che hanno appoggiato Martini che avanzano, ad eccezione dell’Italia dei Valori. I Verdi ottengono 643 voti e il 3,47% (1,21 in più), I Comunisti italiani il 3,53% (lo 0,56 in più) con 655 voti che probabilmente, se si fosse trattato di Comunali, gli avrebbero consentito avere il consigliere mancato l’anno scorso. In queste elezioni ha votato il 72,73% contro l’80,28% delle Europee e il 76,09% delle Regionali 2000. Un partito in crescita, dunque, quello degli astenzionisti.
La forza raggiunta dai partiti dell’Ulivo (67,57%) è infatti inferiore a quella raccolta da Martini (66,38%), mentre il candidato residente di Rifondazione Comunista, Luca Ciabatti, ha raccolto almeno uno 0,50% in più del suo partito (7,26%) che lo sosteneva.
Forza Italia, che nelle Regionali del 2000 aveva ottenuto il 17,91% è costretta ad arretrare al 13,34% e anche Alleanza nazionale passa dall’8,49% al 7,26. Ad Antichi, candidato alla presidenza per il centrodestra, va leggermente meglio, visto che da Piombino porta a casa l’1% in più dei partiti che lo appoggiavano.

– A Campiglia l’Ulivo ottiene il 55,09%. Ds, Sdi e Popolari ottennero insieme il 51,91% nelle precedenti Regionali. A sinistra va bene ai Comunisti italiani che ottengono il 4,68% contro il 3,48% di cinque anni fa. Ma anche Rifondazione si fa sotto passando dal 5,8% al 7,69%, anche se il risultato è inferiore all’apice raggiunto alle Europee (9,20%). Forza Italia passa dal 16,03% delle precedenti Regionali al 14,81%. Alleanza nazionale scende dal 14,56% al 10,73 e l’Udc dimezza la percentuale che prima avevano ottenuto assommato Ccd e Cdu.

– A San Vincenzo l’Ulivo conquista 2.110 voti e il 56,18% contro il 54,23% ottenuto cinque anni fa da Ds, Popolari e Sdi. Complessivamente i tre partiti del centrodestra si attestano sul 27,66%: il 17,94% va a Forza Italia, l’8,60% ad Alleanza nazionale, l’1,12% all’Udc. A sinistra guadagna Rifondazione che passa dal 4,70% al 6,34%.

– A Suvereto l’Ulivo incassa il 56,87% contro il 48,83 ottenuto nelle Europee e il 54,16% che aveva nel 2000. Solida a sinistra si conferma la presenza di Rifondazione con il 13,62% (secondo partito) che aumenta rispetto alle Regionali ma non raggiunge il successo delle Europee (17,35). A centro destra a Suvereto resta poco: Forza Italia con il 10,01%, Alleanza nazionale con il 9,8% che rosicchia qualcosa agli alleati.

– A Sassetta abbiamo invece la percentuale più bassa raggiunta dall’Ulivo in Val di Cornia con il 43,78% e quella più alta dei partiti di estrema sinistra, con Rifondazione che ha ottenuto il 16,31%, con un balzo al 2000 dell’11,61%, e i Comunisti italiani con il 6,61%. Nel 2000 Ds, Popolari e Sdi avevano insieme il 53,12%.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 5.4.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 13 giorni, 6 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it