CHIUSURA DELLA «MISSIONE DIOCESANA» IN ONORE DEL PAPA

BazarEtrusco.it si unisce alla commozione per il Santo Padre che ha lasciato il mondo terreno ieri sera. Un Papa che ha cambiato il corso degli avvenimenti di questo pianeta e che ha fatto crollare muri e cadere regimi nei suoi lunghi 27 anni di pontificato è salito al Padre, ma l’impulso che lui ha dato alla storia e alla riappacificazione tra religioni e culture proseguirà, anche senza di lui, grazie ai suoi insegnamenti.


La diocesi di Massa Marittima Piombino celebrerà oggi, 3 aprile, alle ore 16.00 nella cattedrale di Massa Marittima la chiusura della missione diocesana per l’anno 2005 che ovviamente sarà un momento di preghiera comunitario in onore del Santo Padre.

Siamo, infatti, al secondo anno che la diocesi vive un tempo intenso di cammino spirituale: la “Missione diocesana” è proprio questo, un momento in cui tutte le nostre comunità si impegnano nell’opera di evangelizzazione, ponendosi in stato di ascolto e di testimonianza della Parola di Dio, che parla all’uomo contemporaneo, nel contesto sociale e culturale in cui vive. Un’opera ovviamente che non termina domenica, ma che continuerà, in altre forme e in altri modi (a seconda delle varie comunità parrocchiali) anche dopo.

L’apertura della Missione e il mandato dei missionari erano stati celebrati all’inizio della Quaresima. Mons. Giovanni Santucci e tutti i sacerdoti concelebrerano una Santa Messa solenne di chiusura. Per dare ancora più risalto all’evento, il Vescovo ha chiesto ai sacerdoti di sospendere le messe pomeridiane o di organizzare le liturgie della Parola di Dio.

Durante la celebrazione, sarà consegnato ad ogni parrocchia una “pisside”, un segno liturgico appropriato visto che siamo nell’anno dell’Eucaristia. Sarà anche l’occasione grande attraverso la quale, il vescovo riunito con il presbiterio e tutte le comunità parrocchiali innalzerà al Signore una preghiera per il Santo Padre Giovanni Paolo II.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.4.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 23 giorni, 9 ore, 12 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it