«DEDICHIAMO IL 25 APRILE ALLA DIFESA DELLA COSTITUZIONE»

E’ questo il messaggio che il Comitato «Salviamo la Costituzione» Piombino – Val di Cornia, lancia nella lettera inviata ai Sindaci e ai presidenti di Circondario, Provincia e Comunità Montana per dedicare le celebrazioni del prossimo 25 aprile alla difesa della Costituzione repubblicana. Lettera di cui riportiamo integralmente il testo, lasciando ai lettori gli eventuali commenti.

«Nelle ore in cui si conclude al Senato la prima lettura della Nuova Costituzione, il Comitato “Salviamo la Costituzione” invita i Sindaci e le istituzioni locali ad inserire nelle celebrazioni del prossimo 25 aprile momenti e iniziative sulla Costituzione repubblicana, colpita da una modifica che ne stravolge i principi e mina i fondamenti stessi della democrazia parlamentare.
Facciamo del 25 aprile 2005 anche una grande festa della Costituzione repubblicana, distribuendo copie della carta costituzionale nelle piazze, parlandone durante i discorsi ufficiali, organizzando incontri di approfondimento, ecc.

Lo stesso appello lo rivolgiamo alla società civile, ai partiti che si oppongono alla riforma, ai sindacati e alle associazioni democratiche; nello stesso tempo ci siamo rivolti alle scuole perché dedichino ore di lezione e iniziative alla storia della Carta.

La nuova Costituzione voluta dalla maggioranza governativa minaccia l’universalità dei diritti e le libertà dei cittadini, destruttura il sistema parlamentare, mette a rischio la separazione dei poteri, riduce il ruolo del Parlamento e del Presidente della Repubblica concentrando i poteri nelle mani del capo del governo.
Il Comitato “Salviamo la Costituzione”, che fa parte del Coordinamento nazionale Salviamo la Costituzione, è attivo a Piombino da alcuni mesi e vanta una cinquantina di adesioni tra associazioni, partiti, amministratori locali e singole personalità della cultura e della società.
Il Comitato è a disposizione per collaborare e supportare le iniziative di mobilitazione democratica che vorrete intraprendere per sensibilizzare la cittadinanza e per preparare il referendum popolare confermativo.

Siamo certi che vinceremo questo referendum per salvare la nostra Costituzione che porta la firma di De Nicola, Terracini e De Gasperi. Il popolo italiano non accetterà una Costituzione firmata da Berlusconi, Bossi e Fini».


Comitato «Salviamo la Costituzione» (Piombino – Val di Cornia)

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.3.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 18 giorni, 16 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it