NOTIZIE BREVI DALLA VAL DI CORNIA DEL 9 MARZO

Nelle brevi di oggi parliamo della degustazione di vini di Suvereto al Parco di San Silvestro, dei resoconti dei lavori del Consorzio di Bonifica, e del cauto ottimismo dei genitori per gli asili piombinesi.

Leggi Tutto…

ALLA SCOPERTA DEI VINI DI SUVERETO A SAN SILVESTRO

Al via il viaggio nei luoghi e sapori della Val di Cornia. In vetrina, domenica 13 marzo, le etichette dell’azienda Petricci e Del Pianta di Suvereto. Una degustazione guidata per un brindisi tra novità e tradizione, nel cuore del Parco archeominerario di San Silvestro, alle porte di Campiglia Marittima.

Una terra dei mille tesori la Val di Cornia, in cui trascorrere una domenica all’insegna dell’archeologia, della natura e dell’enogastronomia. Un viaggio unico, che al trekking guidato alla Rocca di San Silvestro – il villaggio di minatori, sorto tra il X e l’XI, che domina sui 450 ettari del Parco -, unisce la scoperta di alcune tra le migliori etichette della Doc Val di Cornia, presentante direttamente dai produttori nella suggestiva cornice di Villa Lanzi, l’edificio fatto edificare da Cosimo I de Medici per ospitare i minatori che dalla lontana Germania venivano a lavorare nelle sue miniere di Campiglia.
Dagli antichi vitigni Sangiovese, ai nuovi idoli Cabernet Sauvignon e Merlot. Tre le etichette presentate per l’occasione dall’azienda Petricci e Del Pianta: i due Doc “Buca di Cleonte” riserva 2000 e “Albatrone” 2003, e l’Igt “Cerosecco” 2002.

Un brindisi tra novità e tradizione, accompagnato da assaggi di prodotti tipici tra cui la schiaccia campigliese, il dolce che si fregia del marchio di Denominazione di origine protetta. Per chi vuole, poi, il viaggio da Villa Lanzi può proseguire per una visita guidata del borgo di Campiglia Marittima, con possibilità di degustazione di vini nell’Enoteca di Palazzo Pretorio.
Per informazioni e prenotazione, entro le ore 13 di sabato 12, telefonare allo 0565226445.

_____________________________________

RESOCONTO DEI LAVORI DEL CONSORZIO DI BONIFICA

Nei prossimi giorni, il Consorzio di bonifica della Val di Cornia illustrerà alle amministrazioni locali ricadenti nel bacino del fiume Cornia i lavori di rilevamento e gli altri studi svolti sul corso del fiume. L’incontro servirà inoltre anche per presentare lo studio idrologico e idraulico, redatto dal prof. Pagliara, e i vari scenari d’intervento per ridurre il rischio idraulico.

Intanto il Consorzio – come si apprende da una nota – ha ultimato i lavori di manutenzione ordinaria di un tratto (dalla linea ferroviaria per 2 km a monte) del fosso Camilla e sul fosso Acquacalda (1 km a monte della vecchia Aurelia) tutte due nel comune di Castagneto Carducci. Identico intervento è stato svolto sul tratto Marina di Bibbona-Poggiali del corso d’acqua Trogoli.
Fra gli lavori completati, il Consorzio di bonifica, segnala il primo stralcio dei lavori relativi alla risagomatura della canaletta di magra del canale Allacciante e la ricalibratura del fosso Cerretella nel comune di Scarlino.

Attualmente, sono in corso i lavori di manutenzione ordinaria sulle golene e le arginature del Cornia e sul tratto terminale, a valle della via della Principessa, del Botro ai Marmi nel comune di San Vincenzo.
In corso anche i lavori di manutenzione straordinaria al primo letto del fiume Cornia, nel tratto a monte della vecchia Aurelia.
Durante i mesi invernali, soprattutto nelle giornate d’intensa pioggia, il personale del Consorzio di bonifica della Val di Cornia ha svolto un anche lavori di monitoraggio e controllo del territorio con gruppi reperibili in qualsiasi momento.

_____________________________________

CAUTO OTTIMISMO DAI GENITORI PER GLI ASILI PIOMBINESI

Il coordinamento genitori dei bambini delle scuole materne e degli asili nido, per raggiungere l’obiettivo dell’annullamento delle liste di attesa, ha continuato in questo periodo la sua opera di affiancamento alle istituzioni e all’amministrazione comunale alla ricerca di possibili soluzioni.

«Da questo lavoro – dice il coordinamento – emergono motivi di soddisfazione per i traguardi raggiunti. In primo luogo, sono state apportate alcune modifiche ai regolamenti per l’iscrizione ai nidi e alle scuole materne locali, modifiche che mirano tra l’altro a garantire una maggiore trasparenza delle dichiarazioni che determinano i punteggi. In secondo luogo – aggiunge il gruppo – le due strutture di scuola materna privata del nostro territorio, gestite da istituzioni cattoliche, stanno cercando di migliorare sia i programmi didattici che le strutture di accoglienza». In particolare il coordinamento dei genitori ha preso atto dell’impegno in questo senso della scuola materna San Francesco «che – dice – si è adoperata a partire dal periodo natalizio per eliminare situazioni di pericolo ed attuare quelle modifiche necessarie a rendere più sicure ed efficienti le attrezzature e le strutture stesse».

«Nonostante i vari sforzi – prosegue – permane anche per il prossimo anno scolastico una situazione di disagio per circa 60 famiglie i cui bambini non troveranno accoglienza nelle scuole materne pubbliche. Saranno, quindi, costrette a rivolgersi a strutture private, con un aggravio di spese che non sempre potranno essere nelle condizioni di poter affrontare».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.3.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 16 giorni, 13 ore, 14 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it