DUE NUOVE CARTE PER I RESIDENTI DA PARCHI VAL DI CORNIA

Una ghiotta opportunità per tutti i residenti in Val di Cornia che vogliono immergersi in assoluta libertà nella stupenda natura nostrana, ma anche nella storia del territorio, una storia antica e ricca di meraviglie, ancora poco conosciuta e poco frequentata dai residenti. Con la «Parcheo-Pass» da 15 euro accesso “a vita” in tutte le strutture della Parchi Val di Cornia (eccetto i parcheggi ovviamente).

Il Parcheo- pass, è una card personale, nominativa e numerata, che ha validità illimitata nel tempo e può essere acquistata al prezzo di 15 euro presso le biglietterie della Parchi o direttamente nella sede della società a Piombino in via Lerario 90, nelle ore d’ufficio, dal lunedì al venerdì, ed è riservata a chiunque risieda in uno dei cinque comuni del Circondario, requisito questo indispensabile al suo acquisto.
La scheda ha l’aspetto e le dimensioni di una comune card di plastica. In campo rosso mattone, sul fronte troneggia la scritta Parcheo-pass, sotto al logo di “Parchi Val di Cornia” e al simbolo a farfalla che contraddistingue la Toscana. Sul retro, invece, sono riportati i dati del titolare e le regole di utilizzo, con le uniche limitazioni in caso di eventi a pagamento, o proposte speciali riservate a gruppi e scuole.

Insieme al “Parcheo-pass” è stata confermata anche la “Parking-pass”, che consente, sempre ai residenti e al costo annuale di 30 euro, la sosta a tariffa agevolata nei parcheggi della costa e sarà valida per due auto dello stesso nucleo familiare, che permette di utilizzare alternativamente le due vetture registrate per tutta la stagione, senza limiti di orario di sosta, ma soprattutto all’insegna della sicurezza, grazie alla sorveglianza degli operatori e alla copertura assicurativa, stipulata dalla Parchi contro i danni ai mezzi o i furti prontamente segnalati al personale di custodia. La carta ha validità dal prossimo 25 marzo al 30 settembre 2005. La card, personale e nominativa, può essere acquistata presentando le carte di circolazione delle auto che si vogliono registrare, presso le biglietterie dei parcheggi oppure, sino al prossimo 31 maggio, direttamente alla sede della società Parchi a Piombino.
Leggi Tutto…

«I parchi sono patrimonio di tutti – afferma Massimo Zucconi, presidente della Parchi spa – e il “pass” altro non è che un comodo strumento per frequentarli senza limitazioni, sia nelle aree archeologiche, sia nei musei, senza alcun costo aggiuntivo e limite di tempo. In questo modo – Continua Zucconi – abbiamo voluto garantire ai residenti la possibilità di sostare a un prezzo estremamente agevolato rispetto alle tariffe per i turisti, ma che, per evidenti aspetti gestionali, non dà diritto al posto auto riservato. Nei piani dei parchi, i parcheggi, infatti, sono concepiti come strumenti per assicurare la libera fruizione delle spiagge entro limiti di sostenibilità, che ne assicurino cioè la conservazione. Allo stesso tempo concorrono a garantire le entrate per la pulizia e il mantenimento degli habitat naturali che, proprio per l’elevata frequentazione, rischierebbero un rapido degrado.

Per rispondere ai residenti che oggi si lamentano dell’impossibilità di trovare posto auto, stiamo operando il completamento dei servizi sulla Costa est, con l’adeguamento di alcuni parcheggi e le due nuove aree di sosta di Perelli 3 e Mortelliccio, per complessivi 1.150 posti auto e 30 posti camper. Un’opera pubblica finanziata dal Patto territoriale per 650mila euro, che prenderà il via alla chiusura dell’iter amministrativo del Patto, prevista per fine maggio 2005. Ma siamo altresì attivi sul fronte della ecoefficienza, con il progetto di registrazione Emas dell’azienda Parchi, valutato positivamente dalla Regione Toscana».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.3.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 23 giorni, 9 ore, 4 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it