I RISULTATI DEL CONVEGNO SU ARCHIVIO COMUNALE E SCUOLA

Partire dall’archivio storico comunale per promuovere l’identità del territorio e la conoscenza della storia nelle scuole. La giornata di studio su didattica, archivi storici e identità locale che si è svolta lunedì 21 febbraio al castello è servita a presentare agli insegnanti e agli operatori culturali proposte concrete e innovative per l’utilizzo delle fonti storiche locali a fini didattici.

Un’opportunità interessante, apprezzata e accolta con soddisfazione dagli insegnanti che hanno partecipato all’iniziativa, di un certo rilievo in una realtà come Piombino che ha la fortuna di avere un archivio storico comunale dotato di un materiale documentario composito e ricco per la storia locale, fatto di documenti scritti, fotografie e collezioni librarie.

“Il convegno di ieri è stato il punto di partenza di una serie di iniziative che l’amministrazione comunale intende proseguire per valorizzare l’archivio come spazio culturale significativo nella città – commenta l’assessore Dell’Omodarme – Più in generale, dall’iniziativa di ieri sono emersi tre livelli principali di intervento: il primo è certamente l’incontro fecondo con il mondo della scuola per una didattica della storia più motivante e più innovativa per i bambini e per i giovani; l’altro aspetto importante è l’apertura dell’archivio a un bacino di utenza più ampio, che va al di là del pubblico specializzato dei ricercatori, per configurarsi come spazio fruibile dalla comunità locale per le sue capacità di rafforzare il senso dell’identità collettiva e culturale; infine l’archivio si configura di per sé come spazio culturale vivo capace di caratterizzarsi come centro propulsore di iniziative culturali sul territorio.”

Su questa linea quindi, e sulla base dei rapporti interessanti che sono stati avviati non soltanto con il mondo della scuola, ma anche con la comunità scientifica che a livello nazionale si occupa di didattica della storia e con i comuni toscani più dinamici su questi temi, l’amministrazione comunale intende lavorare nei prossimi mesi e nei prossimi anni per dare continuità a queste iniziative.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.2.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 19 giorni, 1 ora, 4 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it