DIBATTITO SU DIDATTICA, ARCHIVI STORICI E IDENTITA’ LOCALE

Gli archivi storici dei comuni rappresentano una importante risorsa per promuovere la conoscenza della storia locale anche nelle scuole e le esperienze maturate anche nel nostro territorio negli ultimi decenni hanno portato ad una collaborazione sempre più stretta tra scuole di ogni ordine e grado e archivi, per le enormi potenzialità che le fonti storiche offrono dal punto di vista didattico.

Una collaborazione che l’archivio storico di Piombino ha avviato da tempo, promuovendo la realizzazione di progetti specifici; ne ricordiamo alcuni, sul dominio francese, sulla storia del Novecento, come il progetto “Storia e Memoria”, sulla storia delle istituzioni dell’antico comune, le feste tradizionali, altri, in un rapporto diretto con gli istituti superiori di Piombino.

Per fare il punto dunque sul rapporto tra didattica, archivi storici e identità locale, confrontando le esperienze locali con quelle nazionali, il comune di Piombino, attraverso il proprio archivio storico, ha organizzato una giornata di studi aperta a insegnanti, studenti, archivisti e storici, che si svolgerà al Castello lunedì 21 febbraio. La consulenza scientifica dell’iniziativa è stata affidata a Rossano Pazzagli, direttore dell’istituto “Leonardo-Irta”, istituto di ricerca sul territorio e sull’ambiente.
Leggi Tutto…


“Il convegno presenta due valenze diverse – dice l’assessore alla cultura Dell’Omodarme – quella di avviare una riflessione teorica sulla didattica negli archivi e sull’importanza della storia locale, e, allo stesso tempo, di promuovere la fruizione e la consultazione degli archivi come luoghi di conoscenza e di costruzione dell’identità locale. Nel rapporto con le scuole l’approccio all’archivio diventa attività funzionale al lavoro iniziato in classe; le ricerche proseguono in archivio, il lavoro viene elaborato e verificato a scuola, ma può proseguire anche nell’ambiente esterno, nella ferma convinzione che la storia “si fa”, appunto, con i documenti, di qualsiasi genere. Voglio inoltre sottolineare che la valorizzazione dell’archivio, della ricerca storica e lo sviluppo delle attività di collaborazione con le scuole sono aspetti fondamentali del nostro programma politico.”

Al convegno sono previsti interventi di Roberto Cerri, direttore dell’archivio storico comunale di San Miniato, Alberto M. Onori, direttore degli archivi storici parrocchiali della diocesi di Pescia, Alessandra Peretti, direttrice del centro per la didattica della storia di Pisa, Giancarlo Nanni insegnante dell’ITC “C.Cattaneo” di San Miniato, Ivo Mattozzi professore di didattica della storia all’università di Bologna, presidente di Clio 92, associazione di insegnanti e ricercatori, Marisa Giachi e Emanuela Malvezzi archiviste dell’archivio storico di Piombino, Tiziano Arrigoni, Monica Bianchi, giacomo Luppichini e Paolo Piombanti, insegnanti del liceo scientifico “. Mattei” di rosignano Solvay, Valerio Perna, insegnante dell’ITC “L. Einaudi” di Piombino, Giuliana Biagioli e Rossano Pazzagli, dell’istituto “Leonardo” dell’università di Pisa.

Partecipano inoltre gli assessori Ovidio Dell’Omodarme e Anna Tempestini, l’assessore provinciale Monica Giuntini e la direttrice della Soprintendenza Archivistica per la Toscana Paola Benigni, sotto il patrocinio della Regione Toscana.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.2.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 17 giorni, 18 ore, 23 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it